Franklin S. Cooper



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Franklin S. Cooper sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Franklin S. Cooper in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Franklin S. Cooper che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Franklin S. Cooper, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Franklin S. Cooper, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Franklin S. Cooper. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Franklin Seaney Cooper (29 aprile 1908 - 20 febbraio 1999) è stato un fisico e inventore americano che è stato un pioniere nella ricerca sul linguaggio. [1]

Biografia

Ha frequentato l' Università dell'Illinois dove ha conseguito la laurea in fisica nel 1931 e ha conseguito il dottorato di ricerca. in fisica presso il Massachusetts Institute of Technology nel 1936. Nel 1935, con Caryl Haskins , ha fondato Haskins Laboratories , un laboratorio di ricerca senza scopo di lucro che si trova a New Haven, nel Connecticut , e studia la parola e il linguaggio. Il suo interesse principale era per la sintesi e la percezione del parlato , che lo portò a inventare la riproduzione Pattern , un primo dispositivo elettromeccanico per sintetizzare il parlato. È diventato un precursore dei moderni programmi di sintesi vocale basati su computer ed è stato utilizzato da molti scienziati di Haskins per scoprire gli spunti critici per la sintesi vocale e il riconoscimento. Cooper progettò altri sintetizzatori speciali nei primi anni '50, tra cui Octopus, Voback, Intonator e Alexander. Di questi quattro, solo il Voback e l'Intonator, che erano "parassitari del Vocoder di Homer Dudley", furono ampiamente usati per esperimenti percettivi. Fu aiutato nella costruzione di questi dispositivi dal compianto John M. Borst.

Durante la seconda guerra mondiale, su richiesta di Vannevar Bush , Cooper assunse un incarico nell'Ufficio per la ricerca scientifica e lo sviluppo . Tornò anche a Washington nel 1973, quando fu selezionato per formare un gruppo di sei esperti [2] incaricati di indagare sulla famosa lacuna di 18 minuti nei nastri dell'ufficio della Casa Bianca del presidente Richard Nixon relativi allo scandalo Watergate [3] .

Cooper è stato presidente e direttore della ricerca presso gli Haskins Laboratories dal 1955 al 1975. Durante questo periodo Type ha diretto e fornito input teorici e guida a molti progetti, tra cui il prototipo Haskins per la macchina di lettura per non vedenti. Ha anche sostenuto un programma di elettromiografia per guardare "a monte" nella muscolatura al controllo dell'attività motoria nel linguaggio. Fu uno dei primi sostenitori della teoria motoria della percezione del linguaggio . Ciò ha portato a un grande lavoro alla Haskins sui meccanismi fisiologici alla base della produzione del linguaggio svolto sotto la guida di Katherine S. Harris .

Cooper aveva molte posizioni accademiche e affiliazioni. È stato il vincitore di numerosi premi, tra cui la medaglia d'argento della Acoustical Society of America . Dopo essersi dimesso da presidente e direttore della ricerca presso gli Haskins Laboratories, ha lavorato come direttore associato della ricerca fino al 1986. Dopo il ritiro, si è trasferito a Palo Alto, in California, nel 1989.

Bibliografia

  • Abramson, AS (2000). Franklin S. Cooper: Pioneer ed educatore nel discorso. The Journal of the Acoustical Society of America , maggio 2000, vol. 107, #5, 2825-2826.
  • Settimanale di Palo Alto (1999). Franklin S. Cooper, esperto di percezione del linguaggio. Settimanale di Palo Alto , 10 marzo 1999.
  • Rivista del tempo (1973). "Il segretario e il groviglio di nastri". Time Magazine , 10 dicembre 1973. [4]

Pubblicazioni selezionate

  • Cooper, FS e Kruger, PG Lunghezze d'onda standard nello spettro del rame nella regione da 80 A a 650 A. Revisione fisica , 1933, 44, 324.
  • Cooper, FS, Buchwald, CE, Haskins, CP, & Evans, RD Bombardamento elettronico di materiali biologici: I. Un tubo elettronico per la produzione di fasci omogenei di raggi catodici da uno a quindici kilovolt. Rassegna della strumentazione scientifica , 1939, 10, 74-77.
  • Cooper, FS Analisi dello spettro. Journal of the Acoustical Society of America , 1950, 22, 761-762.
  • Cooper, FS Dispositivi di guida per non vedenti. Fisica oggi , 1950, 3, 6-14.
  • Cooper, FS, Liberman, AM, & Borst, JM L'interconversione di modelli udibili e visibili come base per la ricerca sulla percezione del linguaggio. Atti dell'Accademia Nazionale delle Scienze , 1951, 37.318-325.
  • Cooper, FS, Delattre, PC, Liberman, AM, Borst, JM, & Gerstman,LJ Alcuni esperimenti sulla percezione dei suoni sintetici del parlato. Journal of the Acoustical Society of America , 1952, 24, 597-606.
  • Liberman, AM, Ingemann, F., Lisker, L., Delattre, PC, & Cooper, FS Regole minime per sintetizzare il discorso. Journal of the Acoustical Society of America , 1959, 31, 1490-1499.
  • Liberman, AM, Cooper, FS, Harris, KS e MacNeilage, PF Una teoria motoria della percezione del linguaggio. Atti del seminario sulla comunicazione vocale , Stoccolma, 1962.
  • Cooper, FS Verso una macchina di lettura ad alte prestazioni per non vedenti. In Bennet, Degan e Spiegel (a cura di), Fattori umani nella tecnologia . New York: McGraw-Hill, 1963.
  • Liberman, AM, Cooper, FS, Shankweiler, DP, & Studdert-Kennedy, M. Percezione del codice vocale. Rassegna psicologica , 1967, 74, 431-461.
  • Cooper, FS Haskins Laboratories: ricerca sulla comunicazione umana, l'ecologia marina e la biochimica dei protozoi. Scienza , 1967, 158, 1213-1215.
  • Cooper, FS e Mattingly, IG Sistema PCM controllato da computer per lo studio della percezione del parlato dicotico. Journal of the Acoustical Society of America , 1969, 46, 115.
  • Cooper, FS, Gaitenby, JH, Mattingly, IG e Umeda, N. Sussidi di lettura per non vedenti: un caso speciale di comunicazione da macchina a uomo. Transazioni IEEE su audio ed elettroacustica , 1969, AU-17, 266-270.
  • Sawashima, M., Abramson, AS, Cooper, FS e Lisker, L. Osservazione delle regolazioni della laringe durante la corsa del parlato mediante l'uso di un sistema a fibre ottiche. Fonetica , 1970, 22, 193-201.
  • Bolt, RH, Cooper, FS, David, EE, Jr., Denes, PB, Pickett, JM e Stevens, KN Identificazione del relatore mediante spettrogrammi vocali: una visione scientifica della sua affidabilità per scopi legali. Journal of the Acoustical Society of America , 1970, 47, 597-612.
  • Cooper, FS, Gaitenby, JH e Nye, PW Evoluzione delle macchine di lettura per non vedenti: la ricerca dei laboratori Haskins come case history. Giornale di ricerca e sviluppo di riabilitazione , 1984, vol. 2l, n. 1., 51-87.

Opiniones de nuestros usuarios

Concetta Albanese

Grande post su Franklin S. Cooper, Grande post su Franklin S. Cooper

Valentina Fusco

Corretto. Fornisce le informazioni necessarie su Franklin S. Cooper., Corretto

Lorenzo Gentile

Grazie. L'articolo su Franklin S. Cooper è stato utile per me, Articolo molto interessante su Franklin S. Cooper