Frank Reginald Carey



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Reginald Carey sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Reginald Carey in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Reginald Carey che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Reginald Carey, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Reginald Carey, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Reginald Carey. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Reginald Carey
Wing Commander Frank Carey, ufficiale comandante dell'unità di addestramento al tiro aereo, con sede ad Amarda Road, India, in piedi accanto al naso di un Hawker Hurricane, aprile 1943. CI171.jpg
Carey, con il suo uragano, RAF Amarda Road, India nell'aprile 1943.
Soprannome) Chota
Nato ( 1912-05-07 )7 maggio 1912
Brixton , Inghilterra
Morto 6 dicembre 2004 (2004-12-06)(all'età di 92 anni)
Chichester , Inghilterra
Fedeltà Regno Unito
Servizio/ filiale Aviazione Reale
Anni di servizio 19271960
Classifica Capitano del gruppo
Comandi tenuti RAF Honiley (195253)
Ala N. 135 (194849)
Unità di addestramento operativo N. 73 (194445)
Ala N. 165 (194243)
Squadriglia N. 135 (194142)
Battaglie/guerre seconda guerra mondiale
Premi Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
Distinguished Flying Cross & Two Bars
Air Force Cross
Distinguished Flying Medal
Silver Star (Stati Uniti)
Altro lavoro Divisione motori aeronautici Rolls Royce

Frank Reginald "Chota" Carey , CBE , DFC & Two Bars , AFC , DFM (7 maggio 1912 6 dicembre 2004) è stato un pilota da combattimento della Royal Air Force (RAF) e asso dell'aviazione che ha prestato servizio durante la seconda guerra mondiale .

Nato a Brixton , Londra, Carey ha studiato alla Belvedere School prima di entrare a far parte della RAF nel settembre 1927 all'età di 15 anni come apprendista rigger metal. Dopo aver completato l'apprendistato, Carey è stato assegnato allo Squadrone n. 43 della RAF con sede a RAF Tangmere . Nel 1933 si convertì al ruolo di montatore presso la RAF Worthy Down . Nel 1935 fece domanda per diventare un pilota di caccia e completò l'addestramento nel 1936. Carey fu rispedito al 43° Squadrone e nel 1939 era un pilota affermato.

Allo scoppio della seconda guerra mondiale, nel settembre 1939, Carey svolse pattuglie difensive sulla Scozia orientale, dove ottenne i suoi primi successi. È stato insignito della Distinguished Flying Medal (DFM) nel febbraio 1940 per diverse vittorie aeree condivise. Commissionato come ufficiale pilota nell'aprile 1940, si trasferì al n. 3 Squadron RAF e partecipò alla battaglia di Francia . A maggio è stato insignito della Distinguished Flying Cross (DFC) per sette aerei nemici abbattuti e due probabilmente abbattuti. Il 14 giugno ha ricevuto un Bar alla DFC e una promozione a ufficiale di volo . Dal 9 luglio al 18 agosto 1940 Carey ha volato nella battaglia d'Inghilterra . Ha rappresentato altri nove aerei nemici distrutti, tre probabilmente distrutti e uno danneggiato, ma è stato ferito a luglio e di nuovo ad agosto. Le sue ferite erano gravi e non prese più parte alla battaglia. Nel novembre 1940 fu assegnato all'Unità di addestramento operativo (OTU) 52 come istruttore.

Carey ricevette il comando dello squadrone n. 135 della RAF , in qualità di capo squadriglia ad interim , nell'agosto 1941. A dicembre lo squadrone iniziò a trasferirsi in India, con Carey a capo della formazione contro l' invasione giapponese della Birmania . Nel febbraio 1942 fu promosso comandante di ala e alla fine dell'anno aveva abbattuto nove aerei giapponesi. Carey fu tolto dalle operazioni e inviato alla RAF Amarda Road in India come Air Officer Commanding (AOC) Air Fighting Training Unit 1 nel 1943. Nel novembre 1944 fu promosso capitano del gruppo e lasciò la Birmania per l'Egitto come AOC all'OTU 73. Carey fu menzionato nell'elenco degli onori di Capodanno del 1945 . Nel luglio 1945 si trasferì in Inghilterra come Group Captain Tactics presso il Central Flying Establishment fino alla resa giapponese del 2 settembre 1945.

Carey è stato accreditato con 23 aerei nemici abbattuti, sei condivisi distrutti, quattro distrutti non confermati, sette probabili, due distrutti a terra e dieci danneggiati. Dei 23 accreditati distrutti in combattimento aereo, 15 erano tedeschi e 8 giapponesi.

Dopo la seconda guerra mondiale trascorse due anni allo Staff College di Camberley e continuò la sua carriera nella RAF fino al 1958, quando si trasferì in Australia come consigliere aereo dell'Alto Commissario del Regno Unito . Carey si ritirò dalla RAF nel giugno 1960 e andò a lavorare per la Rolls Royce Aero Engine Division in Australia. Il 3 giugno 1960 fu nominato Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico . Dopo il suo ritiro, Carey tornò in Inghilterra e morì a Chichester, all'età di 92 anni.

Primi anni di vita e carriera

Frank Reginald Carey è nato a Brixton , Londra, il 7 maggio 1912 da Alfred John Carey (n. 1885) ed Elsie Mabel Carey (nata Whatson, nata nell'ottobre 1889). Frank era il maggiore di tre figli: Hugh John (nato nel 1914) e Roy Gerald (nato nel 1916). Carey aveva vaghi ricordi della prima guerra mondiale e dell'aviazione da bambino. Durante la campagna di bombardamenti tedeschi e degli Zeppelin sull'Inghilterra, i suoi genitori hanno legato un tavolo sopra il suo letto per offrire al giovane Frank una certa protezione dai frammenti della bomba. Durante la guerra sua madre si ammalò di tubercolosi . La famiglia si trasferì a Lindfield , a nord di Haywards Heath, nel Sussex. Alfred sperava che l'aria di campagna fosse migliore per lei della Londra piena di smog. Elsie ha ceduto alle sue condizioni il 26 novembre 1924. Dopo la sua morte Alfred ha proseguito la sua carriera come ingegnere tirocinante e ha lavorato come autista. Poco dopo Alfred fondò una società di ferramenta , ma il crollo di Wall Street del 1929 costrinse Carey senior alla bancarotta.

Carey ha studiato alla Belverdere School , Haywards Heath; un parente ha pagato per l'istruzione dei fratelli lì. Un ex allievo di Belverdere era diventato pilota di caccia della Royal Air Force (RAF). Il pilota visitava spesso la scuola ed eseguiva passaggi volanti bassi in un lucherino Armstrong Whitworth , e questo spettacolo incoraggiò Carey a cercare una carriera come pilota e a lasciare la casa. Il padre di Carey si era risposato e Frank non andava d'accordo con la sua nuova moglie oi nuovi fratellastri. Le finanze della famiglia erano in uno stato precario e, insieme alle scarse prestazioni educative di Frank, gli fu impedito di fare domanda per unirsi immediatamente alla RAF.

Cary trovò la salvezza nell'Halton Apprenticeship Scheme a Halton House , vicino ad Aylesbury e Tring nel Buckinghamshire. Lord Trenchard , il capo di stato maggiore dell'aeronautica , istituì lo schema alla RAF Halton che utilizzava Halton House come mensa degli ufficiali . Carey è stato talvolta assegnato alla RAF Cranwell fino al 1926, quando il sito poteva accogliere un numero schiacciante di candidati. Con l'aiuto del suo ex preside a Lindfield, Carey si sedette e superò a malapena gli esami ai Burlington Gardens a West London. Carey mancava di disciplina, ma presto divenne abile nel mantenersi in forma e magro. Alla fine del corso triennale è arrivato 227° su una classe di 419, e si è appena qualificato con un voto complessivo del 65 percento. Matematica , scienze , ingegneria e inglese è stata valutata al 59,9 per cento. Il servizio generale è stato contrassegnato con il 57 percento e la sua conoscenza tecnica è stata valutata con il 73 percento. Fu accettato nella RAF con il numero di servizio 561516, nel settembre 1927 come montatore di cellule. I suoi tutori notarono che non aveva raggiunto il grado di sottufficiale tirocinante e non era probabile che fosse idoneo per il comando.

Nel 1930 Carey fu assegnato allo Squadrone n. 43 della RAF con base a RAF Tangmere vicino a Chichester , nel West Sussex. Dopo aver prestato servizio per un anno e aver migliorato il suo grado tecnico, Carey è stato inviato a RAF Worthy Down vicino a Winchester, dove ha trascorso la maggior parte del suo tempo nelle officine per ricostruire e riparare i motori Napier Lion . Nel 1935, dopo diverse candidature, fu selezionato per l'addestramento dei piloti. Fu inviato alla scuola di addestramento al volo n. 6 a Netheravon nel Wiltshire. Poco dell'addestramento al volo di Carey è noto da quando il suo diario di bordo è stato perso. Carey svenne come pilota Sergente , rientrando nel 43° Squadrone, ora pilotando l' Hawker Fury . Mentre era nel Wiltshire incontrò la sua prima moglie, Kathleen Ivy Steele. Si sono sposati all'ufficio del registro di Winchester il 1 luglio 1936 e si sono trasferiti in una casa ad Arundel .

Carey arrivò a Tangmere il 30 novembre 1936. Il telaio di 5 piedi e 3 pollici di Carey gli valse il soprannome di Chota ("piccolo"), un nome assorbito dalla RAF dai suoi tempi in India. Carey ha volato con il Bristol Bulldog , il Gloster Gauntlet e l' Hawker Demon . Nell'agosto 1936 Caesar Hull si unì allo squadrone. Hull doveva anche diventare un asso dei combattenti nella seconda guerra mondiale. Lo squadrone gareggiò a Sutton Bridge nel gennaio 1937 per il Sir Philip Sassoon Flight Attack Challenge Trophy. Il 26 giugno 1937 Carey partecipò agli Hendon Air Displays . Nel giugno 1938 Peter Townsend fu assegnato allo squadrone. Nell'agosto 1938 lo squadrone fu inviato nell'Irlanda del Nord , No. 2 Armament Training Station per l'addestramento di artiglieria prima di tornare a Tangmere per riequipaggiarsi con l' Hawker Hurricane . Dall'agosto 1938 al settembre 1939 lo squadrone effettuò le nostre esercitazioni che erano coerenti con le presunzioni prebelliche che la Luftwaffe avrebbe attaccato attraverso il Mare del Nord con bombardieri senza scorta. Gli esercizi sono stati effettuati con l' Armée de l'air . Il 5 agosto si svolse sull'Inghilterra orientale un'esercitazione che simulava l'attacco di 1.300 bombardieri tedeschi. A questo punto Carey aveva accumulato almeno 600 ore solo sulla Fury.

Seconda guerra mondiale

Il 1 settembre 1939 le forze armate tedesche ( Wehrmacht ) invasero la Polonia . La Gran Bretagna dichiarò guerra il 3 settembre 1939 iniziando la guerra in Europa . Quando i tedeschi sconfissero la Polonia , gli alleati occidentali adottarono una posizione difensiva e il periodo settembre 1939 - aprile 1940 fu conosciuto come la guerra fasulla . Dopo che la guerra fu dichiarata, il 43 Squadron rimase in Inghilterra ma si trasferì alla RAF Acklington a nord di Newcastle upon Tyne il 18 novembre 1939. L'unità ora faceva parte del Gruppo N. 13 della RAF che era responsabile della difesa aerea della Gran Bretagna settentrionale. L'inverno 1939-1940 fu particolarmente rigido, ma lo squadrone non osservò alcuna attività nemica.

Il 29 gennaio 1940 il tenente di volo Caesar Hull guidò una sezione del 43° Squadrone per intercettare un aereo non identificato catturato dal radar. Dieci miglia a sud-ovest di Hartlepool alle 90:45 GMT , ingaggiarono un Heinkel He 111 . Era uno dei nove He 111 che si erano separati dalla sua formazione una volta raggiunta la costa inglese. Hull, Carey e l' ufficiale pilota H. L North hanno sparato mentre lo inseguivano sul mare. Non hanno osservato risultati e sono tornati alla base. Hull ha trovato un foro di proiettile nel suo Hurricane al momento dell'atterraggio. L'He 111 era del 6. Staffel (Squadron), Kampfgeschwader 26 (4./ KG 26). Il 30 gennaio Frank e Hull erano di pattuglia vicino all'isola di Coquet . Hanno intercettato 26 He 111 del KG 26 che stavano prendendo di mira navi mercantili e pescherecci. I bombardieri tedeschi stavano volando a bassa quota appena sotto la linea delle nuvole a circa 1.000 piedi. Questa tattica ha permesso al pilota del bombardiere tedesco di fuggire facilmente nella nuvola se individuato. I due piloti scesero al livello del mare e ingaggiarono un nemico invisibile. L'He 111, da, 4./ KG 26, si è schiantato in mare. Il pilota Feldwebel Helmut Höfner è stato dichiarato disperso in azione . L'osservatore è stato confermato ucciso in azione quando il suo corpo è stato recuperato. Carey ha tentato di usare la sua macchina fotografica per registrare l'Heinkel mentre affondava il naso sull'acqua, ma non ha funzionato.

La Luftwaffe continuò con incursioni sulla costa nord-orientale dell'Inghilterra. Il 3 febbraio ha commesso 24 He 111 del KG 26 e un paio di Junkers Ju 88 del Kampfgeschwader 30 . Carey decollò con una sezione del 43° Squadrone - un certo numero di sezioni dello squadrone era già stato fatto decollare - alle 11:15. Hanno intercettato le navi da bombardamento He 111s a 15 miglia al largo di Tynemouth . Carey e il suo gregario, il sergente Peter Ottewill, ingaggiarono e abbatterono un He 111, anche se ci vollero le munizioni combinate di entrambi gli uragani per farlo. Ottewill si è allontanato dall'He 111 mentre Carey ha attaccato. Quando il pilota tedesco ha tentato di arrampicarsi per la copertura nuvolosa, Ottewill si è unito all'attacco. L'Heinkel sbarcò in mare con entrambi i motori spenti e affondò. Il pilota. Oberfeldwebel Fritz Wiemer, fu in seguito salvato e divenne prigioniero di guerra . Il resto è morto in un ospedale da campo . L'attacco tedesco affondò tre navi: Alessandria di dimensioni e nazionalità sconosciute, la norvegese Tempo (629 tonnellate) e la greca Nicolau Zografia vicino alle Isole Farne . Tre He 111 sono andati persi secondo una trasmissione radiofonica tedesca.

Carey ricevette la Distinguished Flying Medal (DFM) il 21 febbraio 1940 per questa azione. Il DFM è stato " Gazetted " il 1 marzo. Il 28 marzo i bombardieri tedeschi hanno fatto irruzione nelle navi nelle isole settentrionali , nelle Orcadi e nelle Shetland . Un solitario He 111 è stato avvistato e Carey, Hull e il sergente Ottewill hanno paralizzato il bombardiere che ha iniziato a bruciare. Il pilota abbandonò ogni tentativo di fuga, si voltò verso la costa e si preparò all'atterraggio. In quel momento arrivò il 605 Squadron . Ignorando la difficile situazione dei tedeschi, hanno sparato l'Heinkel in mare. L'Oberleutnant Horst Gollmann e il suo equipaggio non sopravvissero. Il 31 marzo 1940 Carey fu promosso sergente di volo . Il giorno seguente, 1 aprile 1940, ricevette il suo incarico: una promozione a ufficiale pilota. La data era il 22° compleanno della RAF. Carey fu riassegnato allo Squadrone n. 3 della RAF il 2 aprile 1940. Volò alla RAF Kenley nel Surrey e trascorse una settimana in licenza. Poi 3 Squadron si trasferì a RAF Manston . A Manston Air Officer Commanding (AOC) No. 11 Group RAF , Keith Park , arrivò per presentare personalmente Carey con il DFM il 1 maggio 1940.

Francia e Paesi Bassi

Il 10 maggio 1940 la Wehrmacht tedesca iniziò la Fall Gelb (Case Yellow); un'invasione di Lussemburgo , Paesi Bassi , Belgio e Francia . Al 3° Squadron fu ordinato di essere pronto quella mattina e volò a Merville, Nord in Francia. 3 e 79 Squadron dovevano far parte del 63 Wing RAF. Quando hanno attraversato il Canale della Manica alle 05:30 GMT, sono stati indirizzati a un Ju 88 che hanno inseguito senza successo fino al confine olandese e sono tornati in Inghilterra per fare rifornimento. Dopo lo sbarco, allo squadrone fu ordinato di trasferirsi in Francia. Gli fu detto che l' esercito tedesco aveva invaso la Francia ei Paesi Bassi . Raggiunsero Merville e scoprirono di essere sotto-equipaggiati rispetto ad altri squadroni che erano stati lì dal settembre 1939. Gli squadroni della RAF Advanced Air Striking Force (AASF) possedevano serbatoi di carburante autosigillanti , protezione corazzata per il pilota e altro ancora. potenti cristalli radio.

Merville era già stata bombardata. Nel corso della giornata lo squadrone ingaggiava la Luftwaffe ogni volta che decollava. Alle 19:30 GMT 43 squadrone ingaggiato He 111s da III./ Kampfgeschwader 54 che stavano bombardando le stazioni di smistamento a Lille . Gli squadroni 85 e 605 erano già in azione con la formazione. I bombardieri non erano protetti e Carey ha affermato che tre distrutti e due danneggiati. Gli furono ufficialmente accreditate solo due distrutte, le sue prime vittorie in solitaria. Nella luce sbiadita lo squadrone intercettò un'altra formazione He 111, questa volta da I./ Kampfgeschwader 27 . Carey è stato accreditato con uno distrutto. Sono state fatte due affermazioni, ma lo squadrone ha perso due uragani da un accurato fuoco di risposta, ma i piloti sono sopravvissuti. Secondo il rapporto di combattimento di Carey, le radio erano inutili e i piloti dovevano agire in modo indipendente e non come unità di combattimento. Le battaglie aeree in questo settore del 10 maggio 1940 erano costate 8./KG 54 sei He 111 più un altro danneggiato. Stab ./ Lehrgeschwader 1 ha perso quattro aerei e uno danneggiato. II. e III./ KG 27 ha perso due abbattuti e quattro danneggiati. Un 607 e due 85 Squadron Hurricanes sono atterrati forzatamente dopo essere stati colpiti da un fuoco di ritorno.

L'11 maggio un Bristol Bombay si schiantò vicino all'aeroporto. Trasportava pezzi di ricambio e la loro perdita ha influito sulla prontezza operativa degli squadroni, lasciando la maggior parte dello squadrone a terra. Più tardi quel giorno Carey condusse una pattuglia solitaria a Lille e Douai e individuò tre He 111 senza scorta, ma tutti furono abbattuti da un altro squadrone prima che potesse entrare in posizione. Nel pomeriggio, nello stesso settore, ha inviato uno Stab ./ KG 54 (Comando squadrone) HE 111. Tre aviatori furono catturati e due sono stati uccisi. Sul campo la situazione in Belgio si stava rapidamente deteriorando. Le difese del confine belga furono violate l' 11 maggio e le forze tedesche stavano avanzando su Hannut e Gembloux . Il 12 maggio 3 Squadron ha volato il supporto di superiorità aerea per la 1a armata francese nella battaglia di Hannut (12 maggio-14 maggio). Carey ha effettuato quattro missioni, la prima nella battaglia del Belgio . Hew ne sorvolò uno sopra Hannut, dove lo squadrone incontrò un pesante fuoco di artiglieria contraerea ma nessun aereo nemico. Un'altra pattuglia su Lovanio ha prodotto lo stesso risultato. In una successiva sortita, a sud di Bruxelles , il 3° Squadrone intercettò 12 He 111 e Carey ne dichiarò uno distrutto e uno probabilmente distrutto. 3° Squadrone ha perso l' Ufficiale Volante D Ball. Ball è stato probabilmente abbattuto da un Bf 109 di Jagdgeschwader 21 ed è morto per le ferite riportate in un ospedale tedesco.

Il 13 maggio sul Belgio Carey reclamò sei aerei nemici, qualificandolo come " asso in un giorno ". 3 Squadron ha continuato il suo supporto per l' esercito britannico e belga nel Belgio centrale. 3 Squadron intercettato 60 Junkers 87 Stukas da I./ Sturzkampfgeschwader 2 ( StG 2) scortati da Messerschmitt Bf 109 combattenti. Carey ha rivendicato due Ju 87 da sette depositati dal 3 Squadron. StG 2 non ha perso tanti Ju 87 come supponeva il 3° Squadron. Il 13 maggio I./ StG 2 ha perso un Ju 87 distrutto. Un altro da 7. StG 2 è stato perso anche dagli uragani. II./ StG 2 ha perso un altro in combattimento con gli uragani. Nello stesso combattimento Carey ha anche rappresentato un Dornier Do 17 . Più tardi nel corso della giornata Carey ha affermato che un He 111 distrutto e un altro condiviso distrutto da un'altra formazione senza scorta. Dopo l'incontro, il suo volo ha attaccato cinque biplani Henschel Hs 123 e Carey ne ha rivendicato uno abbattuto.

Il 14 maggio 1940 Carey ha volato la sua ultima pattuglia nella campagna. Mentre conduceva una sezione di Hurricanes sul fronte, Carey individuò un solitario Westland Lysander e volò verso di esso per mostrare al pilota che erano combattenti amichevoli. Mentre lo faceva, notò un Do 17 a circa 3.000 piedi sopra. Carey si arrampicò, attaccò e colpì il Dornier che rotolò a metà, si tuffò e poi si schiantò. Mentre Carey lo inseguiva, l'artigliere tedesco colpì il suo uragano con diverse raffiche e il caccia prese fuoco. Un colpo lo aveva colpito al ginocchio e un altro era passato tra le sue gambe e aveva colpito lo zaino del paracadute. Indipendentemente da ciò, Carey decise rapidamente di uscire. Il paracadute si è impigliato nel "cofano" dell'abitacolo ea causa della scia ha avuto difficoltà a spostare la gamba buona fuori dall'abitacolo. Il ritardo ha permesso a Carey di rimanere con l'aereo abbastanza a lungo da notare che l'immersione aveva spento l'incendio e Carey ha optato invece per un atterraggio di fortuna. Carey abbandonò l'uragano in un campo, ma portò con sé mappe e documenti di identificazione temendo che potesse essere in territorio nemico. Ha scelto di non distruggere l'uragano. Carey sbarcò vicino a Hamme , in Belgio, e fu raccolto da una pattuglia dell'esercito belga . Anche l'aereo tedesco si era schiantato nelle vicinanze ei suoi occupanti erano stati fatti prigionieri. Dal 14 al 20 maggio, in assenza di Carey, 3 Squadron ha perso quattro morti, uno catturato e uno gravemente ferito. A parte le sei perdite, quattro uragani sono atterrati forzatamente e altri due sono stati danneggiati.

Carey fu infine portato al deposito di aerei n. 26 nel sud della Francia, dove altri equipaggi feriti furono portati per riprendersi e poi ricongiungersi alle loro unità. Dopo giorni di inattività e confusione mentre le forze alleate crollavano, Carey e l'altro personale trovarono un utile trasporto di Bristol Bombay in un vicino aeroporto e lo riportarono alla RAF Hendon da Nantes il 7 giugno. Carey ha agito come mitragliere di coda per il viaggio. All'arrivo in Inghilterra scoprì di essere stato ufficialmente dichiarato disperso in azione. Quando Carey raggiunse l'Inghilterra, il grosso delle forze aeree e terrestri alleate era stato sconfitto. Lo stesso giorno fu ferito in azione la Luftwaffe bombardò Rotterdam e gli olandesi si arresero. Per tutto quel giorno i bombardieri alleati cercò di impedire ai tedeschi di attraversare la Mosa a Sedan . Le battaglie aeree su Sedan distrussero la potenza aerea alleata in Francia. Il 20 maggio l'esercito tedesco raggiunse la costa della Manica. La British Expeditionary Force è stata evacuata da Dunkerque e la città portuale è caduta a giugno. Il Belgio si arrese il 28 maggio e nella prima settimana di giugno la Wehrmacht iniziò Fall Rot per completare la conquista della Francia, finendo con la resa francese il 25 giugno.

Battaglia d'Inghilterra

Carey è stato insignito della Distinguished Flying Cross (DFC) e bar per le sue azioni in Francia. I premi furono assegnati contemporaneamente e apparvero sulla London Gazette il 31 maggio 1940. Dopo una settimana di congedo, si riunì al 43 Squadron a Tangmere il 24 giugno 1940. Lo squadrone stava per partecipare alla Battaglia d'Inghilterra . La Luftwaffe iniziò una campagna aerea per ottenere la superiorità aerea come preludio a un'invasione anfibia, l' operazione Seelöwe . I tedeschi iniziarono una serie di operazioni anti- nave che chiamarono Kanalkampf .

Il 1 luglio lo squadrone volò in ricognizione di scorta ad Abbeville il 1 luglio. I giorni successivi furono inattivi, lo squadrone fu chiamato solo per abbattere i palloni di sbarramento che si erano staccati e alla deriva. Il 9 luglio lo squadrone è stato fatto decollare per intercettare un raid vicino all'isola di Wight e ha intercettato i caccia pesanti Messerschmitt Bf 110 da III./ Zerstorergeschwader 26 (Destroyer Wing 26). Gli Hurricanes attaccarono frontalmente e i Bf 110 usarono il loro potente armamento in avanti a loro vantaggio. Il capo dello squadrone di Carey, George Lott, fu colpito e accecato. Si è salvato dall'uragano in fiamme e in seguito è stato insignito del DFC. Lott non volò più sulle operazioni. Carey ha affermato che un Bf 110 è stato danneggiato, ma in realtà due Bf 110 dell'unità non sono riusciti a tornare. Un terzo è stato danneggiato ma il suo mitragliere si è allontanato lasciando il pilota a tornare a casa da solo. Un altro pilota della 43 squadriglia, l'ufficiale pilota J. Cruttenden, si è schiantato illeso per cause sconosciute più tardi la sera. Lott è stato sostituito da John VC Badger.

Il 18 luglio Carey ha effettuato diverse missioni. È stato trasportato dall'unità di controllo a terra sull'intruso dalle strutture RDF ( Chain Home Radio Direction Finding). L'RDF ha inviato un rapporto alla sala operativa principale del quartier generale del comando caccia della RAF Bentley Priory . Dopo aver determinato che era ostile, ordinarono alla sala operativa, gestita dal personale della Women's Auxiliary Air Force (WAAF), di tracciare la rotta consentendo al controllore dei caccia al quartier generale del gruppo di guidare i combattenti della RAF verso la posizione approssimativa del nemico. In questa occasione l'intercettazione andò bene finché il pilota tedesco riuscì a fuggire in un grande strato di nubi e fuggire in Francia.

He 111 da KG 55 abbattuto da 43 Squadron, 12 luglio 1940. Carey ne abbatté sei.

Il giorno seguente, il 19 luglio, Carey si impegnò in tre occasioni e partecipò a due pattuglie che coprivano le navi alleate nella Manica. Alla quarta sortita è stato fatto decollare alle 16:55 per intercettare gli aerei nemici al largo di Selsey Bill . Lo squadrone ingaggiava i Bf 109 del III./ Jagdgeschwader 27 . Durante il fidanzamento Carey ha affermato di aver segnato due valide e di averne abbattuto una. È possibile che la vittima di Carey fosse il tenente Erbo Graf von Kageneck che è stato ferito. La battaglia era stata costosa. Due 43 Squadron Hurricane sono stati persi. Il tenente di volo John WC Simpson è stato ferito e salvato dall'uragano P3140 con un piede ferito. Si è rotto una clavicola mentre si scontrava con una recinzione del giardino. Il sergente J. A Buck è stato ucciso dopo essere uscito di galera. Carey ha sentito la radio che era ferito a una gamba e intendeva lanciarsi con il paracadute. Il corpo di Buck fu poi lavato sulla spiaggia; era apparentemente annegato. Nel suo rapporto di combattimento, Carey ha dichiarato di aver seguito la sua vittima attraverso le nuvole e di aver osservato petrolio e rottami sull'acqua, ma questo era probabilmente l'uragano di Simpson. Kageneck fu l'unica perdita ammessa dai tedeschi. Riuscì a tornare in Francia ferito. Nessuna menzione del danneggiato Bf 109 di Kageneck è stata fatta nei registri tedeschi.

Nella notte tra il 22 e il 23 luglio Carey era di pattuglia notturna quando sono stati segnalati i predoni. Sebbene non abbia fatto intercettazioni, ha osservato un Dornier Do 17 di 2./ Kampfgeschwader 3 che si è schiantato in fiamme a sud di Brighton . Il tenente Kahlfuss e il suo equipaggio furono soccorsi feriti. È stato abbattuto da un caccia notturno Bristol Blenheim della Fighter Interception Unit (FIU). Carey è stato in grado di confermare la vittoria per l'ufficiale pilota GE Morris, il sergente RH Leyland e l'ufficiale di volo G. Ashfield. È stata la prima vittoria registrata del radar di intercettazione British Airborne . Il Blenheim era stato dotato di un AI Mk sperimentale . IV set radar ed è stata la prima istanza nella storia di radar aria-aria con conseguente abbattimento da parte di un aereo di un altro, che ha rivoluzionato il concetto di combattimento notturno nella guerra aerea.

L'8 agosto la Luftwaffe inviò una grande formazione di Ju 87 e Bf 109 supportati da Bf 110 per distruggere il convoglio britannico PEWITT. Il convoglio era stato sbranato per tutta la mattinata, ma nel pomeriggio fu fatto un nuovo tentativo di distruggerlo. Il 145 squadrone insieme al 43 squadrone furono fatti irruzione per difendere il convoglio. La battaglia è iniziata poco dopo le 16:00. Tre 145 Hurricane sono stati persi con i loro piloti in azione con i Bf 110 mentre altri tre sono stati persi dal 43 Squadron. Dei sei piloti, cinque sono stati uccisi. Gli ufficiali pilota del 43 squadrone JRS Oelofse e J. Cruttenden sono stati uccisi e il sergente HC Upton è sopravvissuto. Tre macchine Sturzkampfgeschwader 77 sono scese a 145. Quattro sono state danneggiate in combattimento con 43 Squadron; due sono stati danneggiati al 70% e all'80%. V./ Lehrgeschwader 1 ha subito due Bf 110 danneggiati. Tre Bf 109 del II./ JG 27 furono persi, due caddero nel 43° Squadron. Un altro combattente è stato danneggiato. L'attacco non era riuscito a registrare un colpo diretto e nessuna delle navi era stata affondata. Carey è stato uno dei 43 Squadron Hurricanes danneggiati nella battaglia.

Il capo squadriglia di Carey gli aveva ordinato di coprire lo squadrone con solo altri tre piloti. Un gran numero di Bf 109 di scorta ha impegnato la sua sezione di tre uomini. Carey è stato in grado di entrare in posizioni di fuoco diverse volte prima che un Bf 110 lo colpisse con il fuoco dei cannoni. Il proiettile colpì l'ala sinistra e fece esplodere le munizioni lì immagazzinate, causando un grande buco. L'uragano si girò sulla schiena e Carey notò il sangue che gli colava dalle mani e dal braccio. Ha corretto l'assetto dell'aereo ed è riuscito ad attaccare un volo di Bf 109 da poppa e ne ha colpito uno, ma è stato nuovamente attaccato e colpito da un Bf 110 che ha sparato al suo timone e ad un elevatore. La rissa lo aveva portato vicino a Cherbourg e decise di tirarsi fuori e volare a Tangmere. L'uragano, P3202 , è stato successivamente riparato. I tormentatori del 43 Squadron nella battaglia provenivano probabilmente da V./LG 1. Carey descrisse il raid come "così terribile" e "inestricabile", che fu "come cercare di fermare uno Steamroller ".

Il 12 agosto la Luftwaffe attaccò la base navale di Portsmouth . Kampfgeschwader 51 ha messo 100 Junkers Ju 88 nell'operazione. Erano coperti da 120 Bf 110 da Zerstorergeschwader 26 e Zerstorergeschwader 76 . 25 Bf 109 da Jagdgeschwader 53 hanno fornito la scorta mentre Jagdgeschwader 54 ha coperto il ritiro. 48 uragani da Tangmere, Middle Wallop , Warmwell ed Exeter sono stati inviati per intercettare. L'armata passò attraverso un varco nella difesa del pallone di sbarramento e danneggiò la base navale, i cantieri ferroviari e i serbatoi di stoccaggio del carburante che uccisero 96. Nove Ju 88 furono abbattuti. Carey probabilmente rappresentato una Ju 88 del II./ KG 51 il cui equipaggio sono stati uccisi quando si è schiantato nei pressi della città. I registri tedeschi mostrano la perdita di 13 Ju 88, 8 Bf 110 e 10 Bf 109 in combattimento. Il Fighter Command ha perso sette Hurricane e due Spitfire distrutti. 43 Squadron non ha subito perdite.

Il giorno seguente, i tedeschi iniziarono l' Adlertag (Eagle Day), uno sforzo concentrato per distruggere le basi aeree nel sud-est dell'Inghilterra. Carey è stato in azione per tutto il giorno rivendicando uno Ju 88 distrutto, due danneggiati e uno probabilmente distrutto quella mattina.

Due giorni dopo, il 15 agosto, nota per l'intensità e la portata del combattimento, la Luftwaffe effettuò attacchi efficaci da Portland a Martlesham . Alle 17:00 43 squadroni furono rimescolati con 249, 601 e 609 squadroni per intercettare un grande raid in avvicinamento a Southampton . 43 Squadron e 234 Squadron hanno effettuato un avvistamento al largo di Portland a sud-est dell'isola di Wight . Il raid consisteva in 60 Ju 88 dell'LG 1 e 40 Bf 110 dello Zerstörergeschwader 2 ( ZG 2), guidati dall'Oberstleutnant Friedrich Vollbracht. I Ju 88 sfondarono alla RAF Middle Wallop e alla RAF Worthy Down ma causarono pochi danni. 4./ LG 1, guidato da Hauptmann Joachim Helbig , ha perso cinque dei sette Ju 88 contro il 601 Squadron. Carey ha rappresentato un Ju 88 condiviso distrutto. LG 1 ha perso otto Ju 88 durante la missione. Una delle scorte Bf 110 è stata abbattuta e il 43 Squadron non ha subito perdite, ma lo Squadron 234 ha perso due piloti e il 601 ha perso due caccia con un pilota gravemente ustionato.

Il giorno seguente gli squadroni 1, 43 e 601 intercettarono Ju 87 da StG 2 e Bf 110 da III./ZG 76 mentre si dirigevano ad attaccare l'aeroporto di casa di Tangmere-43. I Supermarine Spitfire del 602 Squadron ingaggiarono i Bf 109 dello Jagdgeschwader 2 . I caccia britannici non hanno potuto impedire ai Ju 87 di infliggere gravi danni agli edifici e alle strutture dell'aeroporto. La FUI ha perso tre caccia notturni Bristol Blenheim e diversi danneggiati. Sette uragani e diversi Spitfire furono cancellati. 14 militari, sei civili sono stati uccisi e 41 feriti. In cambio furono abbattuti 12 Ju 87 e quattro Bf 110. 43 rappresentavano 10 dei 12 Ju 87. Anche due Bf 109 sono stati abbattuti e uno danneggiato. Nel coprire 43 Squadron, 1 Squadron ha perso un uragano e due danneggiati con un pilota ferito. 601 ha perso un pilota ucciso. 43 ha perso due uragani con entrambi i piloti feriti. Carey ha affermato che due Ju 87 sono stati distrutti e due probabilmente distrutti.

Il 18 agosto 1940, una data nota come The Hardest Day , Carey svolse la sua ultima missione nella battaglia. Alle 13:59, la stazione radar Poling raccolse le formazioni tedesche e le riportò come 80 persone. Forze più piccole che vanno da 9 a 20 e più rappresentavano i combattenti tedeschi che si muovevano dietro di esso. Gli inglesi stimarono che la forza d'attacco della Luftwaffe fosse forte di 150 aerei. Era una sottovalutazione della metà. 10 Group e 11 Group hanno allertato le loro unità dalle loro sale operative a Uxbridge e Box nel Wiltshire . I gruppi n. 10 e 11 hanno inviato più squadroni per supportare gli 11 uragani già in volo dallo squadrone n. 601. Il gruppo 10 ha inviato uno squadrone ciascuno da Middle Wallop, Exeter e Warmwell, e uno ciascuno da Tangmere e RAF Westhampnett . L' ordine di battaglia della RAF includeva; nove Hurricanes del 43 Squadron RAF, guidati da Carey che pattugliano Thorney Island; 602 Westhampnett protetto con 12 Spitfire; 152 e 11 Spitfire pattugliarono lo spazio aereo di Portsmouth; 234 Squadron con 11 Spitfire sulle Isole di Wight per ingaggiare gli attaccanti; 213 con 12 uragani che dovevano spostarsi di 80 miglia verso est da Exeter e pattugliare St. Catherine's Point . Infine, 609 Squadron e 12 Spitfire rimasero in riserva intorno a Middle Wallop per far fronte a qualsiasi mossa tedesca inaspettata.

43 Squadron ingaggiato e Carey ha abbattuto un Ju 87 di I./ StG 77 ma è stato colpito al ginocchio da un proiettile vagante. A causa dell'azione nemica non poté atterrare all'aeroporto di Tangmere e dovette far atterrare il suo uragano a Pulborough . Sei Ju 87 caddero al 43° Squadron in questa battaglia. Carey è stato l'unico pilota ferito 43. Nessun altro uragano dello squadrone è stato danneggiato. Il destino della cavalcatura di Carey, l'uragano R4109, è controverso. Una fonte sostiene che sia stata distrutta nell'incidente, un'altra afferma che la macchina è stata riparata e cancellata in un volo di addestramento il 18 marzo 1941. La giornata è stata un grande successo per il Fighter Command e Carey è stata l'unica vittima importante della RAF; anche due piloti del 601 Squadron furono uccisi in questa battaglia. 16 Ju 87 erano stati distrutti e altri due gravemente danneggiati durante un atterraggio di fortuna in Francia. Il costo era stato di tre caccia della RAF distrutti e otto danneggiati.

Dopo le cure mediche a Chichester e la convalescenza, Carey fu rispedito al 43° Squadron ma non volò più per un mese. Lo squadrone subì perdite crescenti man mano che la battaglia proseguiva. Il capo squadrone Badger si ritirò il 30 agosto ferito e in seguito morì il 30 giugno 1941. Il 7 settembre 1940 Frank stava pranzando con altri piloti alla mensa di Tangmere quel pomeriggio mentre l' Aiutante scattava foto del raduno semi-formale seduto su sedie a sdraio e bevendo da boccali . Lo stesso dopo mezzogiorno, Caesar Hull e altri due piloti furono uccisi quando la Luftwaffe iniziò il suo primo attacco deliberato a Londra , dando inizio al Blitz . Morale affondò e lo squadrone fu inviato a nord a Newcastle per riposare l'8 settembre. Thomas Dalton-Morgan prese il comando del 43 Squadron a Newcastle e Carey volò di nuovo per la prima volta il 23 settembre 1940 e fu promosso a comandante di volo , ma lo squadrone rimase nel nord fino alla fine della Battaglia d'Inghilterra nell'ottobre 1940. 20 gennaio 1941 Carey e un altro pilota (l'ufficiale pilota Tufnell) inseguirono uno Ju 88 nel Mare del Nord e dichiararono che era danneggiato prima che scappasse tra le nuvole.

Lontano est

Il 20 febbraio 1941, dopo aver volato 1.161 ore e 45 minuti, Carey lasciò il 43 Squadron per il suo nuovo incarico presso un'unità di addestramento operativo n. 52 presso la RAF Debden come istruttore con altri noti piloti come il conte Manfred Beckett Czernin . L'unità vantava 60 uragani e 25 macchine da addestramento. Hanno anche offerto corsi di formazione sui tipi americani. Il 1 aprile 1941 fu confermato al grado di ufficiale pilota e promosso a ufficiale di volo (sostantivo di guerra). Il 26 giugno 1941 Carey partecipò a un finto duello con gli allora sconosciuti assi americani Hubert Zemke e in seguito John R. Alison per testare il Curtiss P-40 Warhawk . Dopo alcuni mesi di inattività, Carey è stato inviato alle Ballyhalbert , nei pressi di Belfast come comandante di volo con No. 245 Squadron RAF il 25 luglio 1941. Il 25 agosto, è stato inviato alle RAF Baginton a forma No. 135 Squadron RAF , come agire capo squadriglia . 135 si era formato dieci giorni prima, il 15 agosto. Carey fu promosso tenente di volo (sostantivo di guerra) il 23 novembre 1941 mentre era al comando.

Originariamente destinati al servizio in Medio Oriente , Carey e 135 Squadron sono stati dirottati in Birmania a dicembre. La maggior parte dello squadrone si imbarcò su navi da trasporto il 6 dicembre, il giorno prima dell'attacco dell'Impero del Giappone a Pearl Harbor , che diede inizio alla Guerra del Pacifico e portò gli Stati Uniti nel conflitto. A Free Town , Sierra Leone , Carey salì a bordo di un Douglas DC-2 e volò a Takoradi in Ghana con lo staff senior, lasciando il resto dello squadrone a navigare. Da lì, hanno volato in un Douglas DC-3 a Khartoum . Durante il tragitto Carey ha fatto volare l'aereo, ma è diventato il bersaglio di uno scherzo quando gli uomini hanno continuato a muoversi su e giù per l'aereo per sconvolgere il suo centro di gravità che ha costretto un irritato Carey a continuare a tagliare gli ascensori. Da lì è stato effettuato un volo in un breve impero al Cairo per riferire al quartier generale dell'aeronautica. La messa in scena attraverso Dubai e Calcutta Carey ha raggiunto la Birmania. Il 19 dicembre lo squadrone raggiunse Durban , in Sudafrica e il 24 dicembre salpò per Bombay , in India , arrivando il 6 gennaio 1942. Lo squadrone raggiunse infine Rangoon , in Birmania, il 19 gennaio 1942 nel bel mezzo di un raid aereo .

La Marina Imperiale Giapponese e esercito imperiale giapponese inflitto una serie di sconfitte contro le forze americane e dell'impero britannico. Sul fronte britannico ( Teatro del sud-est asiatico ), i giapponesi ottennero il successo. Entro la terza settimana di gennaio 1942, Hong Kong era stata catturata dalle forze giapponesi e l'esercito britannico si stava avviando verso una disastrosa sconfitta nella campagna malese . A metà febbraio 1942, la battaglia di Singapore si concluse con la più grande resa delle forze britanniche nella storia. Contemporaneamente i giapponesi invasero la Birmania e sconfissero definitivamente la Royal Navy , durante l' incursione nell'Oceano Indiano nel marzo-aprile 1942.

In questo, 135 Squadron sono stati spinti con pochi aerei, pezzi di ricambio e enormi sfide logistiche . Carey stabilì l'aeroporto di Zayatkwin e volò il suo primo combattimento con il n. 136 Squadron RAF il 26 gennaio 1942 perché il suo non possedeva alcun uragano. I nuovi Hurricane Mk IIA, equipaggiati con dodici mitragliatrici, offrivano un miglioramento della potenza di attacco alle varianti precedenti. Il 28 gennaio 135 si trasferì all'aeroporto della RAF a Mingaladon Township e il giorno successivo si impegnò in combattimento con il nemico per la prima volta. Durante la battaglia aerea Carey reclamò un Nakajima Ki-27 dal 77th Sentai (77th Fighter Unit) su Mingaladon. La battaglia ebbe luogo nel cumulo 6/10 a circa 5.000 piedi. Il maggiore Hirose guidò l'attacco agli uragani, supportato da un certo numero di P-40 Kittyhawk di un'unità americana. Carey ha abbattuto il sergente Nagashima con la sua prima raffica di fuoco. Due P-40 sono stati persi e un pilota ferito. Hanno rivendicato 12 aerei nemici mentre i piloti della RAF ne hanno rivendicati due. Il 77esimo Sentai ha perso quattro Ki-27: il maresciallo Yoshida, il sergente Kanda e Kojima non sono riusciti a tornare con Nagashima.

Il 30 gennaio 1942 il volo di Carey fu attaccato da Ki-27 su Mingaladon e l'uragano dell'ufficiale pilota Kitley fu colpito da un caccia nemico. Carey e il resto del volo non sono riusciti a vedere l'attacco e sono tornati tutti alla base. Il 6 febbraio 1942 Carey è stato promosso a comandante di ala ad interim sul 267 Wing. A febbraio Carey ha condotto frequenti sortite di scorta di bombardieri e missioni di attacco al suolo. Il 23 febbraio 1942 si impegnò di nuovo in combattimento, abbattendo un aereo da ricognizione Mitsubishi Ki-51 su Kayaikto .

Il 24 febbraio Carey ha volato su un aeroporto di attacco al suolo presso l'aeroporto giapponese di Raheng . Carey ha affermato che un Ki-27 e un trasporto non identificato sono stati abbattuti mentre decollavano. I registri giapponesi mostrano solo un Ki-27 e non è certo che nessuna unità di trasporto giapponese fosse basata lì. Potrebbero essere stati un Mitsubishi Ki-57 o forse un Nakajima Ki-34 . L'ultima vittoria di Carey per alcuni mesi fu ottenuta il 26 febbraio 1942. Carey abbatté un Nakajima Ki-43 , uno dei tanti che effettuavano un atterraggio su Moulmein . In questa azione Carey è stato salvato dal suo gregario Glop Underwood che ha abbattuto un Ki-43 mentre si avvicinava a lui. Underwood è stato poi abbattuto e catturato . I caccia giapponesi provenivano dal 50esimo e 77esimo Sentai che hanno registrato la perdita di uno e quattro danneggiati. Le perdite per il 77esimo sono sconosciute. Le unità americane ne rivendicarono due a terra e 11 in aria. Carey rivendicò tre aerei nemici in aria e due a terra che erano o Ki-27 o Ki-43.

Le unità della RAF vicino a Rangoon si ritirarono quando gli inglesi si ritirarono dalla città il 7 marzo 1942. Carey e i resti delle forze di caccia britanniche volarono a Magway . A Carey fu ordinato di volare a Calcutta per raccogliere rifornimenti e rinforzi. Incapace di prendere uno dei pochi, e ora preziosi uragani, trovò invece un vecchio Tiger Moth . Carey e un giovane pilota lo hanno portato ad Akyab . Dopo aver raggiunto l'aeroporto, Carey trovò una Vickers Victoria . Rimandò il giovane pilota con la Falena mentre completava il suo viaggio nel Victoria, ora stipato delle famiglie degli ufficiali dell'esercito indiano in fuga dall'avanzata giapponese. Carey ha appreso che la missione era infruttuosa. In sua assenza la base Magway era stata bombardata e tutti gli Hurricane erano andati perduti. Ordinò all'ala di ritirarsi in Cina . Carey ha ricevuto il bar al suo DFC mentre era a Calcutta. Fu pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 24 marzo 1942. Per il resto del 1942, Carey e la sua ala rimasero di base in India, pronti a contrastare le incursioni aeree giapponesi. A terra, la prima linea si era stabilizzata e lo squadrone aveva ricevuto una manciata di uragani.

Le pattuglie giapponesi erano poco frequenti e Carey fece decollare solo tre volte nel giugno 1942. A luglio lo squadrone ricevette gli Hurricane IIC armati di cannoni Hispano-Suiza HS.404 . Il 3 agosto ha danneggiato il piano di coda di un uragano quando ha colpito un albero durante un volo di attacco al suolo. L'11 settembre 1942 Carey stava pilotando una pattuglia ad alta quota a 25.000 piedi quando il suo motore si guastò e la forza atterrò di nuovo all'aeroporto. Tre giorni dopo inseguì in mare aperto un aereo giapponese senza successo. Il 12 ottobre 1942 Carey fu promosso ufficiale comandante del 165 Wing RAF all'aeroporto di Dum Dum .

Le unità della RAF in Birmania si sono trasferite ad Arakan il 24 ottobre. L'intelligence suggeriva che l'esercito giapponese avrebbe colpito la costa della Birmania per raggiungere l'India. I giapponesi iniziarono la loro prima campagna Arakan nel dicembre 1942. Il 25 ottobre Carey fu creato con un Ki-43 distrutto in un raro caso di combattimento aereo. La sera del 26 ottobre Carey era seduto nella cabina di pilotaggio a fare rifornimento vicino all'aerodromo di Cox's Bazar quando 27 Ki-43 sono passati sopra la testa. Nella foga del momento Carey ha deciso di decollare. I giapponesi hanno avvistato l'uragano e Carey ha iniziato le manovre per presentare un obiettivo scomodo. Carey si allontanò dalle linee giapponesi e alla fine, dopo un lungo inseguimento, si interruppe per mancanza di carburante e Carey atterrò senza incidenti, non essendo stato colpito dal fuoco nemico.

Fine delle operazioni

165 Wing sono stati trasferiti a Chittagong il 24 dicembre 1942 senza notevole successo. Il comando si è rivelato l'ultimo di Carey come leader di combattimento. Carey fu sollevato dal suo comando nel gennaio 1943 e il mese successivo fu nominato AOC dell'unità di addestramento al combattimento aereo responsabile di tutto l'addestramento tattico per i piloti della RAF nel sud-est asiatico a RAF Amarda Road .

Carey ottenne un permesso e tornò in Gran Bretagna il 13 giugno 1943 su 13 voli diversi, arrivando il 24 giugno. Dopo un soggiorno con la famiglia, frequentò la Central Gunnery School presso la RAF Sutton Bridge , che completò nel settembre 1943. Mentre era in Gran Bretagna, Carey si addestrò sul Supermarine Spitfire , sull'Hawker Typhoon e sul P-51 Mustang che avrebbe equipaggiato l'unità di addestramento . Quando tornò in India il 27 settembre iniziò l'addestramento del personale sulle tattiche adatte a questi velivoli. Nel dicembre 1943 Amarda Road divenne la scuola di addestramento per la RAF Third Tactical Air Force istituita il 28 dicembre. Nell'aprile 1944, il P-47 Thunderbolt arrivò per sostituire il vecchio Hurricane nel ruolo di supporto aereo ravvicinato . A quel tempo, Carey intraprese anche l'addestramento dei piloti dell'aeronautica militare degli Stati Uniti , insegnando loro tattiche aeree specifiche per affrontare bersagli aerei e terrestri giapponesi. Thomas Williams , vice, AOC Eastern Air Command presso Air Command South East Asia, ha scritto per congratularsi con lui per l'efficacia dei suoi corsi di addestramento che sono stati ben accolti dagli aviatori americani.

Il 2 novembre 1944 fu assegnato al comando della 73 Unità di addestramento operativo (OTU) in Egitto come capitano di gruppo. La maggior parte di Carey ha pilotato Spitfire e P-47 in Egitto per preparare i piloti per le operazioni nella campagna italiana , che si è conclusa con la resa dell'Asse nel maggio 1945. Carey ha preso possesso di un P-47 completamente nero con una linea rossa lungo la fusoliera per contrassegnare lui fuori in finte battaglie aeree. Il 1º gennaio 1945 l'Air Marshal Guy Garrod , AOC RAF Mediterranean and Middle East ha conferito a Carey la Air Force Cross per la sua leadership in India e Birmania. Fu poi menzionato nella lista degli onori di Capodanno 1945. Il 10 giugno 1945, Carey fu nominato alla RAF Tangmere come ufficiale comandante delle tattiche per l' establishment dei caccia centrali . Carey ha preso parte al flypast settembre 1945 per commemorare il quinto anniversario della Battaglia d'Inghilterra, da allora continuato da Battle of Britain Memorial Flight , e la resa del Giappone che pone fine alla guerra.

Dopoguerra

Carey ricevette un incarico permanente nel grado di capo squadriglia il 1 settembre 1945. Carey fu nominato comandante di ala nel maggio 1946. Dopo aver frequentato l' Army Staff College , fu nominato ufficiale di addestramento del gruppo n. 84 della RAF con sede a Celle , Germania il 27 novembre 1946.

Carey tornò in Inghilterra nel 1947 per divorziare dalla sua prima moglie e sposare l'infermiera dell'esercito Bertha Kathleen Walters Jones, conosciuta come Kate. Si sono sposati il 18 dicembre 1947 a Stockton-On-Tees . Il 9 gennaio 1948 fu rispedito in Germania al comando dell'Hawker Tempest 135 Wing presso la RAF Gütersloh . In questa base Carey ha registrato la sua 2000esima ora di volo. Carey ha anche gareggiato in gare aeree, organizzate dalla RAF, pilotando il de Havilland Vampire . Nel febbraio 1949 Carey fu nominato comandante di ala (amministrazione) presso la RAF Thorney Island .

Il 18 agosto 1949 fu nominato comandante di ala (organizzazione) al n. 12 Group RAF , Fighter Command prima di essere comandante di ala (operazioni) in Scozia il 2 luglio 1951. Seguirono molti altri incarichi; dall'ottobre 1952 fu comandante della stazione della RAF Honiley in Inghilterra e dall'aprile 1953 fu promosso capitano di gruppo e assegnato al quartier generale del Fighter Command dal gennaio 1956.

Carey divenne consigliere aereo della British High Commission in Australia dal 1958 al 1962. Durante il suo lavoro Carey fu nominato Comandante dell'Ordine dell'Impero Britannico l'11 giugno 1960 e lavorò per la Rolls Royce Aero Division in Australia. Al suo ritiro dalla Rolls Royce è tornato in Inghilterra nel 1972, lasciando alle spalle le figlie, ora sposate con cittadini australiani.

Vittorie aeree

Carey è stato accreditato con 23 aerei nemici abbattuti, sei condivisi distrutti, quattro distrutti non confermati, sette probabili, due distrutti a terra e dieci danneggiati. Dei 23 accreditati distrutti in combattimento aereo, 15 erano tedeschi e 8 giapponesi.

Appunti

Riferimenti

Bibliografia

  • Arthur, Max - Voci dimenticate della seconda guerra mondiale , 2004, Random House, ISBN  0091897343 .
  • Beda, J. (1966). 43 Squadron, Royal Flying Corps - Royal Air Force: La storia dei galli da combattimento, 1916-1966 . Londra: Letteratura dell'aviazione Beaumont.
  • Bergström, Christer (2015). La battaglia d'Inghilterra: un conflitto epico rivisitato . Oxford: casamatta. ISBN  978-1612-00347-4 .
  • Bingham, Victor. (1990). ' Blitzed': La battaglia di Francia, maggio-giugno 1940 , pubblicazione aerea. ISBN  978-1-8711-8707-6
  • Cull, Brian; Lander, Bruce; Weiss, Heinrich. (1999). Dodici giorni a maggio . Londra: Grub Street Publishing. ISBN  978-1902304120
  • Chung, Ong Chit. (2011). Operazione Matador Seconda Guerra Mondiale: il tentativo della Gran Bretagna di sventare l'invasione giapponese della Malesia e Singapore . Marshall Cavendish Press. ISBN  978-9814-32847-0
  • Bungay, Stephen . Il nemico più pericoloso: una storia della battaglia d'Inghilterra . Londra: Aurum Press. 2000. ISBN  978-1-85410-801-2
  • Franchi, Normanno. (2006) (ripubblicato nel 2008). Frank 'Chota' Carey: L'epica storia di G/C Carey CBE, DFC e 2 bar, AFC, DFM, US Silver Star . Londra: Grub Street. ISBN  1-904943-38-1 .
  • Holmes, Tony. (1998). Hurricane Aces, 1939-40 . Botley, Oxford, Regno Unito: Osprey Publishing Ltd. ISBN  978-1-85532-597-5 .
  • Hough, Richard e Denis Richards. (2007). La battaglia d'Inghilterra . Penna e spada. ISBN  978-1-84415-657-3
  • Norman, Bill. (2002). Broken Eagles 2: Perdite della Luftwaffe su Northumberland e Durham, 1939-1945 . Barnsley: Penna e spada. ISBN  0-85052-913-1
  • Parker, Matteo. (2001). Battaglia d'Inghilterra, luglio - ottobre 1940 . Titolo, Londra. ISBN  978-0-7472-3452-4
  • Saunders, Andy. (2003). N. 43 Squadrone "Fighting Cocks" . Botley, Oxford, Regno Unito: Osprey Publishing Ltd. ISBN  1-84176-439-6
  • Saunders, Andy (2010). Convoglio Peewit: 8 agosto 1940: il primo giorno della battaglia d'Inghilterra Londra, Regno Unito: Grub Street. ISBN  978-1-906502-67-6
  • Rive, Cristoforo; Caposquadra, Giovanni; Ehrengardt, Chris. (1992). Aquile alle prime armi: resoconto completo delle operazioni aeree durante la "guerra fasulla" e la campagna norvegese, 1940 . ISBN  978-0-9488-1742-7
  • Rive, Christopher F.; Cull, Brian; Izawa, Yasuho (2007). Bloody Shambles: il primo resoconto completo delle operazioni aeree nel sud-est asiatico dicembre 1941 - aprile 1942. Volume uno: Drift to War to the Fall of Singapore . Londra: Grub Street Press. ISBN  0-948817-50-X .
  • Spike, Mike. (2004). Assi combattenti alleati . Londra, Regno Unito: Greenhill Books. ISBN  1-85367-587-3 .
  • Tommaso, Andrea. (2003). Hurricane Aces, 1941-1945 . Botley, Oxford, Regno Unito: Osprey Publishing Ltd. ISBN  1-84176-610-0 .

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Roberta Guarino

A volte, quando si cercano informazioni su internet su qualcosa, si trovano articoli troppo lunghi e che insistono a parlare di cose che non ti interessano. Mi è piaciuto questo articolo su Frank Reginald Carey perché va al punto e parla esattamente di quello che voglio, senza perdersi in informazioni inutili, È un buon articolo su Frank Reginald Carey

Carmelo Bevilacqua

È un buon articolo sulla _variabilità. Dà le informazioni necessarie, senza eccessi

Riccardo Sanna

Mi ha colpito questo articolo sulla Frank Reginald Carey, è divertente come le parole siano ben misurate, è come... elegante, Finalmente un articolo sulla Frank Reginald Carey

Ilaria Riva

Le informazioni fornite su Frank Reginald Carey sono veritiere e molto utili. Bene