Frank P. Keller



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank P. Keller sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank P. Keller in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank P. Keller che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank P. Keller, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank P. Keller, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank P. Keller. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank P. Keller
Nato
Frank P. Keller, Jr.

( 1913-02-04 )4 febbraio 1913
Morto 25 dicembre 1977 (1977-12-25)(di età compresa tra 64)
Occupazione Montatore cinematografico
anni attivi 1943-1977

Frank P. Keller (4 febbraio 1913 25 dicembre 1977) è stato un montatore cinematografico e televisivo americano con 24 crediti cinematografici dal 1958 al 1977. È noto per la serie di film che ha montato con il regista Peter Yates , per i suoi quattro nomination per l' Oscar per il miglior montaggio ("Oscar") e per la sequenza di inseguimento automobilistico "rivoluzionario" nel film Bullitt (1968) che probabilmente gli è valso l'Oscar per il montaggio.

Carriera

Dal 1942 al 1945, durante la seconda guerra mondiale, Keller lavorò con l'editor Norval Crutcher alla catalogazione del film girato dai cameraman di combattimento in Europa. Nel 1949, Keller fu assistente del montatore Al Clark in All the King's Men (1949). Dal 1952 al 1956, Keller ha lavorato come montatore con Frank Capra sui primi quattro film della serie The Bell Laboratory Science , sponsorizzata dall'American Telephone and Telegraph Company . Il loro lavoro culminò con la trasmissione televisiva (a colori) del 1956 di Our Mr. Sun , che fu il primo film della serie. In seguito Keller ha montato il settimo e l'ottavo film della serie, Thread of Life (1960) e About Time (1962), prodotti da Owen Crump per la Warner Bros. .

Il primo credito di montaggio di Keller su un film è stato per The Bonnie Parker Story (1958), che era un film noir diretto da William Witney . Nel 1961 Keller ha montato Pocketful of Miracles , che è stato l'ultimo film diretto da Frank Capra . Il lavoro televisivo di Keller includeva episodi della serie The Avengers (1962) e due episodi della prima stagione di Star Trek (196769). Keller è noto per aver montato sei dei primi film diretti da Peter Yates , da Bullitt (1968) a Mother, Jugs & Speed (1976). Il suo ultimo lungometraggio è stato per Rolling Thunder (diretto da John Flynn -1977).

Bullitt

L'inseguimento in auto di Bullitt è probabilmente la scena del lavoro di Keller che è meglio ricordata, ed è stata ampiamente discussa nel corso degli anni. Leonard Maltin lo ha definito un "inseguimento automobilistico ormai classico, uno dei migliori di tutti i tempi sullo schermo". Emanuel Levy ha scritto nel 2003 che " Bullitt contiene uno degli inseguimenti automobilistici più emozionanti della storia del cinema, una sequenza che ha rivoluzionato gli standard di Hollywood. Inseguendo i teppisti, McQueen guida su e giù per le colline di San Francisco, mentre un'impressionante telecamera a mano registra il pericoloso inseguimento e il traffico con dettagli minuziosi da brivido, poiché il suo veicolo sexy manca di poco le auto e i camion che si intersecano; altre barriere durante l'inseguimento sono pedoni, edifici e così via". Paul Monaco ha scritto: "Il filmato di strada più avvincente del 1968, tuttavia, è apparso in una sequenza completamente inventata, senza nemmeno un accenno di documentario: l'inseguimento in auto per le strade di San Francisco a Bullitt , creato da filmati girati per quasi cinque settimane. Billy Fraker, il direttore della fotografia del film, ha attribuito il successo della sequenza di inseguimento principalmente al lavoro del montatore, Frank P. Keller. All'epoca, a Keller fu attribuito il merito di aver tagliato il pezzo in modo così superbo che ha reso la città di San Francisco un "personaggio" nel film".

Riconoscimento

Nel 1957, Keller ha vinto un Emmy Award (Miglior Montaggio di un film per la televisione) per nostro Mr domenica . Keller è stato nominato per l' American Cinema Editors Eddie Award per A Pocketful of Miracles (1962). Ha vinto l' Oscar per il miglior montaggio e l' American Cinema Editors Eddie Award per Bullitt (1968), ed è stato nominato per il BAFTA Award per il miglior montaggio . È stato nominato per l'Oscar e per l'ACE Eddie Award per altri tre film: Beach Red (diretto da Cornel Wilde -1967), The Hot Rock (con Fred W. Berger ; diretto da Peter Yates-1972) e Jonathan Livingston Seagull (con James Galloway ; diretto da Hall Bartlett -1973). È stato nominato per gli ACE Eddie Awards per Room 222 (1969 - miglior pilota televisivo montato) e per Gargoyle (1972 - speciale televisivo per il miglior montaggio).

Nel 1976, Keller è stato eletto nel consiglio di amministrazione dell'Accademia delle arti e delle scienze cinematografiche.

Filmografia

Tra parentesi è indicato il regista di ogni film.

Riferimenti

Opiniones de nuestros usuarios

Ezio Napolitano

Molto interessante questa voce su Frank P. Keller, Pensavo di sapere già tutto su Frank P. Keller, Molto interessante questa voce su Frank P. Keller

Marianna Grasso

Grande scoperta questo articolo su Frank P. Keller e tutta la pagina. Va direttamente nei preferiti, Grande scoperta questo articolo su Frank P. Keller e tutta la pagina

Tommaso Pace

Mi piace il sito, e l'articolo sulla Frank P. Keller è quello che stavo cercando

Chiara Melis

Pensavo di sapere già tutto sulla Frank P. Keller, ma in questo articolo ho scoperto che alcuni dei dettagli che pensavo fossero buoni non erano così buoni. Grazie per le informazioni