Frank Olson



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Olson sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Olson in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Olson che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Olson, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Olson, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Olson. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Rudolph Olson
Frank Olson 1952.jpg
Olson nel 1952
Nato ( 1910-07-17 )17 luglio 1910
Hurley, Wisconsin , Stati Uniti
Morto 28 novembre 1953 (1953-11-28)(43 anni)
Occupazione Batteriologo, scienziato della guerra biologica
anni attivi 1943-1953

Frank Rudolph Emmanuel Olson (17 luglio 1910 28 novembre 1953) è stato un batteriologo americano , scienziato della guerra biologica e un impiegato dei Laboratori di guerra biologica dell'esercito degli Stati Uniti (USBWL) che ha lavorato a Camp Detrick (ora Fort Detrick) nel Maryland . In un incontro nel Maryland rurale, è stato segretamente dosato di LSD dal suo collega Sidney Gottlieb (capo del programma MKUltra della CIA ) e, nove giorni dopo, è precipitato verso la morte dalla finestra dell'Hotel Statler . Il governo degli Stati Uniti ha prima descritto la sua morte come un suicidio, e poi come una disavventura, mentre altri accusano l'omicidio. Il rapporto della Commissione Rockefeller sulla CIA nel 1975 riconobbe di aver condotto studi segreti sui farmaci su altri agenti. La morte di Olson è una delle cose più misteriose emerse dal progetto di controllo mentale della CIA MKUltra.

Vita

Olson è nato da genitori immigrati svedesi a Hurley , nella contea di Iron, nel Wisconsin . Olson si diplomò alla Hurley High School nel 1927.

Olson si iscrisse all'Università del Wisconsin , conseguendo sia un BS che, nel 1938, un dottorato di ricerca. in batteriologia . Ha sposato la sua compagna di classe, Alice, e avrebbe avuto tre figli: Eric, Nils e Lisa.

Olson si iscrisse al Corpo di addestramento degli ufficiali di riserva per aiutare a pagare le spese del college e fu chiamato in servizio attivo a Fort Hood in Texas quando gli Stati Uniti entrarono nella seconda guerra mondiale. Olson ha lavorato per un breve periodo presso la stazione di sperimentazione agricola della Purdue University prima di essere chiamato in servizio attivo.

Lavora con l'esercito e la CIA

Olson ha servito come capitano nel corpo chimico dell'esercito degli Stati Uniti . Nel dicembre 1942 ricevette una telefonata da Ira Baldwin , il suo relatore di tesi presso l'UoW e futuro mentore di Sidney Gottlieb , che sarebbe diventato il principale chimico della CIA e direttore di MK-ULTRA. Ira era stato chiamato a lasciare il suo incarico all'università per dirigere un programma segreto riguardante lo sviluppo di armi biologiche e voleva che Olson si unisse a lui come uno dei primi scienziati a quello che sarebbe diventato Fort Detrick. L'esercito lo trasferì all'Edgewood Arsenal nel Maryland. Pochi mesi dopo, il Chemical Corps ha rilevato Detrick e ha stabilito i suoi laboratori segreti di guerra biologica.

A Camp Detrick, Baldwin ha lavorato con partner industriali come George W. Merck e l'esercito degli Stati Uniti per stabilire il programma top secret di armi biologiche degli Stati Uniti a partire dal 1943, durante la seconda guerra mondiale, un periodo in cui l'interesse per l'applicazione della tecnologia moderna alla guerra era alto. Olson ha anche lavorato con ex nazisti che erano stati portati nel paese attraverso l'operazione Paperclip sull'utilizzo dell'antrace aerosolizzato .

Olson fu congedato dall'esercito nel 1944 e rimase a Detrick con un contratto civile, continuando le sue ricerche in aerobiologia. Nel 1949, si unì a molti altri scienziati Detrick ad Antigua per l'Operazione Harness, che testò la vulnerabilità di diversi animali alle nuvole tossiche. Nel 1950, fece parte dell'operazione Sea Spray, dove il batterio "Serratia marcescens" fu rilasciato nelle nebbie costiere di San Francisco attraverso un dragamine, raggiungendo tutti gli 800.000 residenti di San Francisco, così come le persone che vivevano in otto città circostanti. Olson si recava spesso a Fort Terry, una base militare segreta al largo di Long Island, dove venivano testate tossine troppo mortali per essere portate sulla terraferma degli Stati Uniti.

Questo era il periodo in cui alti funzionari militari e agenti della CIA erano profondamente preoccupati per i progressi sovietici e temevano che si stessero dirigendo verso la padronanza della guerra contro i microbi. Il loro allarme portò alla formazione della Divisione Operazioni Speciali a Detrick nella primavera del 1949, con lo scopo di condurre ricerche su modi segreti per utilizzare armi chimiche. SOD era conosciuto come "Detrick inside a Detrick" per il suo livello di segretezza. Olson divenne capo ad interim di SOD entro un anno dalla sua creazione, originariamente invitato a unirsi al collega e primo capo di SOD, John Schwab.

Ad un certo punto, mentre era stato assegnato come appaltatore civile dell'esercito americano, Olson iniziò a lavorare come impiegato della CIA. Nel maggio 1952, Frank Olson fu nominato membro del comitato per il Progetto Artichoke , un programma sperimentale di interrogatori della CIA.

Disaffezione

Quando Olson si dimise da capo della SOD all'inizio del '53, citando "pressioni del lavoro" che aggravarono le sue ulcere, si era ufficialmente unito alla CIA dopo aver lavorato a stretto contatto con loro per anni. Rimase con SOD, che funzionava come una stazione di ricerca della CIA nascosta all'interno di una base militare. Olson ha fatto un sacco di lavoro a Detrick che i suoi figli hanno detto hanno avuto un effetto duraturo sulla sua psiche. Olson assistette e assistette all'avvelenamento, alla gassazione e alla tortura di animali da laboratorio a Detrick, che suo figlio Eric ricordava avere avuto un profondo effetto su Olson: "Veniva al lavoro la mattina e vedeva mucchi di scimmie morte. te. Non era l'uomo giusto per quello." Olson ha anche assistito a molteplici sessioni di tortura nei rifugi internazionali della CIA, dove le persone sono state "letteralmente interrogate a morte con metodi sperimentali che combinavano droghe, ipnosi e tortura per tentare di padroneggiare le tecniche di lavaggio del cervello e la cancellazione della memoria".

Il 23 febbraio 1953, la trasmissione cinese accusava due piloti americani catturati di aver affermato che gli Stati Uniti stavano conducendo una guerra batteriologica contro la Corea del Nord. Altri americani catturati come il colonnello Walker "Bud" Mahurin fecero dichiarazioni simili. Il governo degli Stati Uniti ha minacciato di accusare alcuni prigionieri di guerra di tradimento per aver collaborato con i loro rapitori. Dopo il loro rilascio, i prigionieri di guerra ripudiavano pubblicamente le loro confessioni come estorte con la tortura. Il 27 luglio 1953 fu firmato l' accordo di armistizio coreano, che diede il via all'operazione Big Switch , il rimpatrio dei prigionieri di guerra di Corea. Ventuno prigionieri di guerra americani hanno rifiutato il rimpatrio e hanno disertato, ei prigionieri di guerra di ritorno sono stati visti come potenziali rischi per la sicurezza. Di conseguenza, i debriefing sono diventati "indagini ostili alla ricerca di possibili slealtà". Il giorno in cui fu firmato l'armistizio, Olson, un batteriologo, arrivò a Northolt, nel Regno Unito. I filmati di Olson del viaggio indicano che ha viaggiato a Londra, Parigi, Stoccolma e Berlino. 27 luglio per nome in codice Artichoke, Gli esperimenti segreti della CIA sugli esseri umani Al suo ritorno, l'umore di Olson era notevolmente cambiato, secondo la sua famiglia. Secondo il collega Norman Cournoyer, Olson aveva assistito a interrogatori in Europa e si era convinto che gli Stati Uniti avessero usato armi biologiche durante la guerra di Corea.

Il giornalista Gordon Thomas afferma che Olson ha successivamente visitato William Sargant , uno psichiatra britannico con autorizzazioni di sicurezza di alto livello. Secondo Thomas, Sargant ha riferito che Olson è diventato una minaccia per la sicurezza e che il suo accesso alle strutture militari dovrebbe essere limitato.

Olson aveva trascorso un decennio a Detrick e conosceva tutti i segreti della Divisione Operazioni Speciali. Si recava spesso in Germania per assistere a sessioni di interrogatorio in più prigioni segrete (Evidence colloca Olson a Francoforte, Berlino e Heidelberg), dove le vittime morivano occasionalmente per il trauma delle tattiche utilizzate.

Olson è stato uno dei tanti scienziati SOD che hanno viaggiato o attraversato la Francia nell'estate del '51 quando il villaggio francese di Pont-Saint-Esprit è stato avvelenato dall'ergot naturale, il fungo da cui è derivato l'LSD.

Se le forze americane usassero armi biologiche durante la guerra di Corea (ci sono prove circostanziali ma nessuna prova concreta), Olson lo saprebbe. La prospettiva che potesse rivelare ciò che aveva visto o fatto era un pensiero terrificante.

Droga di Olson

Un ritiro semestrale degli uomini più vicini all'MK-ULTRA era programmato in una capanna a Deep Creek Lake da mercoledì 18 novembre a venerdì 20 novembre 1953. Un elenco provvisorio dei partecipanti includeva dodici nomi:

Partecipanti a Fort Detrick
  • Olson, uno scienziato della Divisione Operazioni Speciali dei Laboratori di Guerra Biologica dell'Esercito degli Stati Uniti a Fort Detrick, sospettato di essere un rischio per la sicurezza.
  • Il tenente colonnello Vincent Ruwet, supervisore di Olson, capo della Divisione Operazioni Speciali.
  • John L. Schwab, che aveva fondato la divisione e nel 1953 ne era il capo laboratorio
  • John Stubbs, uno del personale di Fort Detrick
  • Benjamin Wilson, un membro della Divisione Operazioni Speciali.
  • Herbert "Bert" Tanner, uno del personale di Fort Detrick
  • John C. Malinowski, un membro dello staff di Detrick che non beveva alcolici e quindi non veniva somministrato.
  • Gerald Yonetz, uno scienziato della Divisione Operazioni Speciali
partecipanti alla CIA
  • Sidney Gottlieb , un chimico della CIA responsabile del progetto MKUltra .
  • Robert Lashbrook, il vice di Gottlieb, che dosò il liquore che tutti bevevano insieme a Gottlieb.
  • A. Hughes, sospettato di essere CIA
  • Henry Bortner, della CIA

Conseguenze della droga

Giovedì sera intorno alle 7:30, Olson e alcuni degli altri partecipanti sono stati drogati con un "potenziale siero della verità", decenni dopo scoperto essere LSD. La mattina dopo, Olson tornò nel Maryland come un uomo cambiato. A cena con la sua famiglia, Olson si rifiutò di mangiare e sembrava distante dalla sua famiglia, non parlando del suo viaggio o occupandosi dei suoi figli. Sbottò a sua moglie: "Ho fatto un terribile errore". MK-ULTRA era in corso da sette mesi a quel tempo e appena due dozzine di uomini conoscevano la vera natura e le intenzioni del progetto.

Il 23 novembre, Olson e il suo capo, il tenente colonnello Vincent Ruwet, arrivarono a lavorare a Detrick, entrambi ancora in cattive condizioni per il ritiro. Ruwet in seguito ha ricordato che Olson sembrava essere agitato e ha chiesto se Ruwet dovrebbe licenziarlo o se dovrebbe smettere. Mentre Ruwet è stato in grado di calmarlo per la giornata, Olson è solo peggiorato il giorno successivo. Ruwet in seguito testimoniò che Olson era "disorientato", si sentiva "tutto confuso" riguardo al lavoro che aveva svolto e si sentiva "tutto confuso" e "incompetente" nel suo campo.

Tentativo di dimissioni

Martedì 24 novembre, Olson è andato al lavoro come al solito, ma è tornato inaspettatamente a casa prima di mezzogiorno, accompagnato da un collega, John Stubbs. Olson ha spiegato la presenza di Stubbs, dicendo "Hanno paura che io possa farti del male". Olson ha informato sua moglie che aveva accettato di sottoporsi a un trattamento psichiatrico.

Quello stesso giorno, Olson, Ruwet e il chimico della CIA Robert Lashbrook volarono a New York City. A New York, Olson e Lashbrook incontrarono Harold Abramson , un medico legato alla CIA, che aveva lavorato con Olson anni prima sugli studi sull'aerosol.

Morte

L' Hotel Pennsylvania , New York (chiamato Hotel Statler nel 1953).

Verso le 2 del mattino di sabato 28 novembre 1953, Olson precipitò sul marciapiede di fronte all'Hotel Pennsylvania. (A quel tempo si chiamava Statler Hilton Hotel.) Il manager notturno si precipitò da Olson, che era ancora vivo e che "cercò di borbottare qualcosa". Olson è morto prima che arrivassero i soccorsi. Anni dopo, il direttore della notte ha ricordato: "In tutti i miei anni nel settore alberghiero, non ho mai incontrato un caso in cui qualcuno si fosse alzato nel cuore della notte, fosse corso in una stanza buia in mutande, evitando due letti e si fosse tuffato in un finestra chiusa con l'ombra e le tende tirate."

Quando la polizia è entrata nella stanza d'albergo, hanno trovato Robert Lashbrook seduto sul water nella stanza che condivideva con Olson.

Il centralino dell'hotel ha riferito di aver collegato una chiamata dalla stanza 1018A a un numero indicato come appartenente al dottor Harold Abramson. Secondo l'operatore, che ha ascoltato per intero la breve chiamata, l'occupante nel 1018A ha riferito "Beh, se n'è andato". al quale il destinatario della chiamata aveva risposto "Beh, è un peccato."

Il portafoglio di Lashbrook conteneva le iniziali, l'indirizzo e il numero di telefono del mago diventato risorsa della CIA John Mullholland . Lashbrook ha affermato che lui e Olson avevano visitato Mulholland, anche se questo è contestato dall'autore HP Albarelli.

Sulla scena, e nel loro rapporto scritto, i due agenti di polizia hanno discusso delle somiglianze con il caso Laurence Duggan del 1948 , in cui un funzionario governativo di alto livello sospettato di spionaggio è morto dopo essere precipitato dal suo ufficio di New York. Il successivo rapporto della polizia ha detto che durante la sua ultima notte a Manhattan , Olson si è lanciato di proposito dalla finestra della sua camera d'albergo al decimo piano dell'Hotel Statler , che condivideva con Lashbrook, ed è morto poco dopo l'impatto.

Accuse di omicidio e omicidio colposo

1975

Sebbene la famiglia di Olson abbia detto agli amici che "è caduto o è saltato" e ha subito "un fatale esaurimento nervoso" che ha provocato la caduta, la famiglia non aveva una reale conoscenza dei dettagli specifici che circondano la tragedia, fino a quando la Commissione Rockefeller non ha scoperto alcuni dei problemi della CIA Le attività di MKULTRA nel 1975. Quell'anno, il governo ammise che Olson era stato iniettato di LSD, a sua insaputa, nove giorni prima della sua morte. Dopo che la famiglia ha annunciato di voler citare in giudizio l'Agenzia per la "morte ingiusta" di Olson, il governo ha offerto loro un accordo extragiudiziale di $ 1.250.000, successivamente ridotto a $ 750.000 (circa $ 3,8 milioni ai prezzi del 2021), che hanno accettato. La famiglia ha ricevuto le scuse dal presidente Gerald Ford e dall'allora direttore della CIA William Colby .

19941996

Nel 1994, Eric Olson fece riesumare il corpo di suo padre per essere sepolto con sua madre. La famiglia ha deciso di far eseguire una seconda autopsia. Il rapporto medico del 1953 completato immediatamente dopo la morte del dottor Olson indicava che c'erano tagli e abrasioni sul corpo. Le teorie che hanno scatenato l'assassinio di Olson dalla CIA hanno portato alla seconda autopsia, che è stata eseguita da James Starrs, professore di diritto e scienze forensi presso il National Law Center della George Washington University . La sua squadra ha cercato il corpo per eventuali tagli e abrasioni e non ne ha trovati, anche se ha trovato un grande ematoma sul lato sinistro della testa di Olson e una grande ferita sul petto. La maggior parte del team ha concluso che il trauma da corpo contundente alla testa e la lesione al torace non si erano verificati durante la caduta, ma molto probabilmente prima della caduta (un membro del team ha dissentito). Starrs ha definito le prove "fortemente e chiaramente indicative di omicidio ".

Sempre nel 1994, Eric Olson ha testimoniato davanti alle audizioni del "Legislation and National Security Subcommittee of the Committee on Government Operations" della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti sugli "Esperimenti su soggetti umani nell'era della guerra fredda" del governo degli Stati Uniti. Ha parlato di come la morte improvvisa e misteriosa di suo padre abbia colpito profondamente la sua famiglia e ha fatto appello al Congresso per aiutarli nella loro battaglia in corso per convincere la CIA a rilasciare maggiori dettagli sugli ultimi giorni di suo padre.

Nel 1996, Eric Olson si rivolse al procuratore distrettuale degli Stati Uniti a Manhattan, Robert Morgenthau , per vedere se il suo ufficio avrebbe aperto una nuova indagine. Stephen Saracco e Daniel Bibb dell'unità "cold case" dell'ufficio hanno raccolto informazioni preliminari, inclusa una deposizione di Lashbrook, ma hanno concluso che non c'era alcun caso convincente da inviare a un gran giurì. Nel 2001, lo storico canadese Michael Ignatieff ha scritto per il New York Times Magazine un resoconto della campagna decennale di Eric per cancellare il nome di suo padre. Eric Olson afferma che le prove forensi della morte suggeriscono un metodo utilizzato dalla CIA trovato nel primo manuale di assassinio che dice "L'incidente più efficiente, in un semplice assassinio, è una caduta di 75 piedi o più su una superficie dura. "

20122013

Il 28 novembre 2012, i figli Eric e Nils Olson hanno intentato una causa presso la Corte distrettuale degli Stati Uniti a Washington, DC , chiedendo danni compensativi non specificati, nonché l'accesso ai documenti relativi alla morte del padre e ad altre questioni che, secondo loro, la CIA aveva negato loro . Il caso è stato archiviato nel luglio 2013, in parte a causa dell'accordo del 1976 tra la famiglia e il governo. Nella decisione di rigetto della causa, il giudice distrettuale degli Stati Uniti James Boasberg ha scritto: "Mentre la corte deve limitare la sua analisi ai quattro angoli della denuncia, il lettore scettico potrebbe voler sapere che il registro pubblico supporta molte delle accuse [nella famiglia vestito], per quanto inverosimile possano sembrare."

20172018

Netflix ha pubblicato una miniserie di documentari, intitolata Wormwood (2017), basata sul mistero della morte di Olson; è stato diretto da Errol Morris . Nella miniserie, il giornalista Seymour Hersh afferma che il governo aveva un processo di sicurezza per identificare e giustiziare i dissidenti interni (percepiti come un rischio). Ha detto che Frank Olson è stato una vittima di questo e di un insabbiamento in corso dopo la sua morte. Tuttavia, Hersh ha spiegato che non può elaborare o pubblicare i fatti perché comprometterebbe la sua fonte.

Guarda anche

Riferimenti

Ulteriori letture

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Eugenio Santini

Il linguaggio sembra vecchio, ma le informazioni sono affidabili e in generale tutto ciò che è scritto su Frank Olson dà molta fiducia, Ho trovato questo articolo su Frank Olson molto interessante

Cesare Perrone

Molto interessante questa voce su Frank Olson, Pensavo di sapere già tutto su Frank Olson, Molto interessante questa voce su Frank Olson

Flavio Di Pietro

Buon articolo su Frank Olson