Frank Munsey



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Munsey sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Munsey in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Munsey che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Munsey, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Munsey, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Munsey. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank A. Munsey
Frank A. Munsey, (1910)
Frank A. Munsey, (1910)
Nato Frank Andrew Munsey
21 agosto 1854
Mercer, Maine , Stati Uniti
Morto 22 dicembre 1925 (1925-12-22)(71 anni)
New York City , New York , Stati Uniti
Occupazione Editore, autore
linguaggio inglese

Frank Andrew Munsey (21 agosto 1854 - 22 dicembre 1925) è stato un americano di giornali e riviste editore e autore. È nato a Mercer , nel Maine , ma ha trascorso la maggior parte della sua vita a New York City . Il villaggio di Munsey Park, New York, prende il nome da lui, insieme al Munsey Building nel centro di Baltimora , nel Maryland , all'angolo sud-est di North Calvert Street e East Fayette Street.

A Munsey è attribuita l'idea di utilizzare nuove macchine da stampa ad alta velocità per stampare su carta economica e non tagliata, al fine di produrre in serie riviste a prezzi accessibili (in genere da dieci centesimi). Principalmente pieno di vari generi di azione e fiction d'avventura, che si rivolgevano a lettori della classe operaia che non potevano permettersi e non erano interessati al contenuto delle riviste "chiare" dell'epoca da 25 centesimi. Questa innovazione, nota come riviste pulp , divenne un'intera industria a sé stante e rese Munsey piuttosto ricco. Spesso interrompeva il processo di stampa e cambiava il contenuto delle riviste quando diventavano non redditizie, avviandone rapidamente di nuove al loro posto.

Inizi

Munsey era di origine inglese, la sua famiglia emigrò dall'Inghilterra in America durante l'era coloniale all'inizio del 1600. All'inizio della vita, Munsey gestiva un negozio di generi alimentari , in cui fallì. Successivamente divenne un operatore telegrafico e poi direttore dell'ufficio telegrafico della Western Union , ad Augusta, nel Maine . L'editoria era un'industria formidabile ad Augusta all'epoca. Munsey era molto ambizioso ed essere a capo dell'ufficio del telegrafo (un collegamento vitale per i mezzi di informazione del suo tempo) gli ha dato una visione unica del business della stampa. Nel 1882 si trasferì da Augusta a New York ed entrò nell'industria editoriale, dopo aver usato i suoi risparmi per acquistare i diritti di diversi racconti. Ha formato una società con un amico a New York e un agente di cambio di Augusta . Dopo essere arrivato a New York, l'agente di cambio si è tirato indietro dall'accordo e ha liberato il suo amico da ogni ulteriore obbligo finanziario. Avvicinandosi a un editore di New York, Munsey riuscì a modificare e produrre il primo numero della sua rivista, Golden Argosy , solo due mesi e nove giorni dopo il suo arrivo.

Tuttavia, cinque mesi dopo, l'editore fallì ed entrò in amministrazione controllata . Presentando un reclamo per il suo stipendio non pagato, Munsey è stato in grado di prendere il controllo della rivista. Prendendo in prestito $ 300 da un amico nel Maine, riuscì a malapena a far funzionare la rivista mentre imparava abbastanza sull'industria editoriale per riuscire alla fine.

Pubblicazione

Munsey è stato un pioniere nella pubblicazione di riviste pulp. Si espanse nel settore dei giornali, alla fine possedendo molte pubblicazioni negli Stati Uniti orientali.

Dopo la sua morte nella contea di Broward, la Frank A. Munsey Company ha continuato a pubblicare varie riviste, tra cui romanzi polizieschi pulp, come Detective Fiction di Flynn e All-Story Love . Nel 1942 si sono venduti al rivale dell'editore pulp Popular Publications .

Riviste

Golden Argosy era una rivista settimanale di "avventure per ragazzi" informato dime novel con un mix di articoli e fiction. Dopo alcuni anni, Munsey si rese conto che rivolgersi a un pubblico giovane era stato un errore, poiché erano lettori difficili da trattenere poiché uscivano rapidamente dalla pubblicazione e poiché i bambini dell'epoca avevano pochi soldi da spendere, gli inserzionisti non erano interessati a una tale pubblicazione. Nel 1888, il nome fu cambiato in The Argosy per attirare un pubblico più anziano. Nel 1894 divenne un mensile, ideato per completare il Munsey's Magazine , e nel dicembre 1896 divenne il primo vero pulp, passando a un formato tutto fiction di 192 pagine su carta non tagliata da sette pollici per dieci. Fu ribattezzato Argosy Magazine e nel 1903 la tiratura salì a mezzo milione di copie al mese.

Nel 1889 fondò Munsey's Weekly , una rivista in quarto di 36 pagine , progettata per essere "una rivista della gente e per la gente, con immagini e arte e buon umore e interesse umano dappertutto". Fu un successo, vendendo presto 40.000 copie a settimana. Nel 1891 la rivista divenne mensile, Munsey's Magazine , nel 1892 la rivista iniziò ad includere un "romanzo completo" in ogni numero, e nel 1893 il prezzo fu sceso a dieci centesimi per numero. Nel 1895 la tiratura superava il mezzo milione di copie al mese, nel 1897 700.000 copie al mese. Nell'ottobre 1906 iniziò a pubblicare Railroad Man's Magazine , la prima rivista pulp specializzata che presentava storie e articoli relativi alla ferrovia. Fu presto seguito da una rivista simile, The Ocean , che presentava storie e articoli sul mare . The Ocean ha debuttato con il numero di marzo 1907; dopo il numero di gennaio 1908, cambiò titolo e contenuto in The Live Wire , che ebbe anche una breve tiratura.

Giornali

Munsey era molto attivo nell'industria dei giornali , possedendo una volta o l'altra almeno 17 pubblicazioni. Poiché il numero di giornali in America è diminuito, Munsey è diventato noto per aver unito molte delle sue proprietà; sebbene probabilmente finanziariamente saggio, questo gli fece guadagnare una grande inimicizia da parte di coloro che lavoravano nell'industria. Era conosciuto in vari modi come "boia di giornali", "commerciante di quotidiani" e "impresario di giornalismo". I documenti Munsey includevano:

La vendita dell'Herald nel 1924 lasciò Munsey a possedere solo due giornali prima di morire l'anno successivo. L' Evening Telegram fu venduto a Scripps-Howard nel 1927, due anni dopo la morte di Munsey.

Altri pulp e riviste di Munsey includevano Puritan , Junior Munsey , All-Story Magazine , Scrap Book , Cavalier , Railroad e Current Mechanics .

romanzi

Munsey ha anche scritto diversi romanzi:

  • A galla in una grande città (1887)
  • Il ragazzo mediatore (1888)
  • Una tragedia di errori (1889)
  • Sotto il fuoco (1890)
  • Derringforth (1894)

Bancario

Munsey fondò la Munsey Trust Company nel 1913. Fu riorganizzata nel 1915 come The Equitable Trust Company con Munsey come presidente del consiglio di amministrazione e divenne una delle istituzioni finanziarie dominanti della città e dello stato fino alla fine del XX secolo. È stato acquistato dalla Maryland National Bank nel 1990.

Politica

Munsey fu direttamente coinvolto nella politica presidenziale quando l'ex presidente Theodore Roosevelt annunciò la sua candidatura per sfidare il suo successore scelto, il presidente William Taft, per la storica nomina del Partito repubblicano del 1912 per la presidenza. Munsey e George W. Perkins hanno fornito il sostegno finanziario per la campagna di Roosevelt che ha portato alla Convention nazionale repubblicana a Chicago . Quando i sostenitori di Roosevelt si sono allontanati dalla convention, Munsey è stato uno dei critici più espliciti di quelli che sono stati etichettati come "procedimenti corrotti" e ha annunciato che Roosevelt si sarebbe candidato a capo di un nuovo partito. Il suo incoraggiamento e la sua offerta di sostegno finanziario portarono alla formazione del Partito Progressista , che acquisì il soprannome di "Bull Moose Party" (dalla citazione di TR che "sono forte come un alce", quando gli fu chiesto della sua età dopo in precedenza era diventato il presidente più giovane dopo l'assassinio di McKinley, ricoprendo quasi due mandati come presidente) quindi nominò Roosevelt presidente. Munsey è stato uno dei suoi più ardenti sostenitori e uno dei maggiori contribuenti alle spese della sua campagna di "terze parti" e ha ottenuto uno dei più grandi voti di sempre per un candidato non appartenente a uno dei due principali partiti dominanti nella storia americana.

edifici

Nel 1905, Munsey costruì il Munsey Trust Building nel centro di Washington, DC su 'F' Street, tra la 12th e la 13th Street, vicino al National Theatre , al largo di Pennsylvania Avenue . Progettato anche da McKim, Mead e White di New York City con 13 piani, era anche una delle strutture più alte della capitale della nazione, oltre al Washington Monument , la cupola del Campidoglio degli Stati Uniti , la torre dell'orologio della vecchia sede dell'ufficio postale più a sud-est su Pennsylvania Avenue e varie guglie di chiese. Il quartier generale delle Girl Scouts degli Stati Uniti si trovava qui dal 1913 al 1916. È stato demolito dopo lunghe proteste da parte dei conservazionisti storici e un caso giudiziario nel 1982.

Più a nord-est di quaranta miglia, un altro grattacielo alto porta il suo nome: The Munsey Building all'angolo sud-est di North Calvert e East Fayette Streets nel centro di Baltimora, di fronte alla centrale Battle Monument Square. Ricostruito nel 1911 dai famosi studi di architettura Baldwin & Pennington di Baltimora e McKim, Mead e White di New York City, fu quindi per breve tempo il grattacielo più alto della città e sostituì un precedente edificio del quartier generale di un giornale appena costruito cinque anni prima dopo il grande incendio di Baltimora del 1904 , che si trovava all'estremità settentrionale del distretto del centro devastato. Notevoli erano gli uffici al piano superiore con le macchine da stampa al piano terra visibili ai passanti attraverso grandi vetrine in stile grande magazzino progettate e costruite per "The News" di Baltimora.

Sotto la proprietà di Hearst, il giornale si trasferì di nuovo nel 1924 a East Pratt Street tra Commerce e South Streets (di fronte ai vecchi moli "Basin" / Inner Harbor ). ottone e bronzo per la sua Munsey Trust Company. Nei primi anni 2000, dopo una serie di fusioni bancarie e acquisizioni fuori città, l'edificio è stato nuovamente trasformato in appartamenti e condomini con alcuni negozi di alimentari e snack al piano terra dove le macchine da stampa un tempo sporche e oleose avevano rombato e rotolato, sostituito in seguito dai banconi decorati in ottone e marmo per il servizio clienti con legno e pannelli incorniciati, uffici con pareti divisorie in vetro dell'impero bancario, ma il nome è rimasto. Ironia della sorte, nel 2013, una moderna filiale di M&T Bank , una banca aziendale fuori città che ha anche dato il nome allo stadio di calcio professionistico della città per i Baltimore Ravens , ha aperto al primo piano di fronte alle strade al piano terra.

Morte ed eredità

Munsey morì a New York City il 22 dicembre 1925, a causa di un'appendice scoppiata all'età di 71 anni. Nel suo testamento fece grandi lasciti a sua sorella, nipote e nipote, generosi lasciti a molti cugini e doni e rendite a un gran numero di vecchie conoscenze. Inoltre ha elargito ingenti somme a 17 dei suoi superiori dirigenti, ma nulla ai numerosi dipendenti che lavoravano per lui. Sorprendentemente, ha lasciato in eredità una rendita di $ 2000 ad Annie Downs, un interesse amoroso del giovane Munsey che "lo ha rifiutato per il matrimonio perché non pensava che fosse una prospettiva abbastanza buona per il successo". Munsey ha anche contribuito notevolmente al Bowdoin College , al Maine State Hospital di Portland e al Central Main General Hospital di Lewiston. Tutto il resto della sua fortuna lo donò al Metropolitan Museum of Art sulla Fifth Avenue a New York City. Questo lascito includeva la proprietà del quotidiano Sun-Herald, della catena di supermercati The Mohican Stores e di proprietà immobiliari a Manhasset, New York , sulla costa settentrionale di Long Island. Sotto la guida del presidente del museo Robert W. DeForest , il Metropolitan Museum ha sviluppato parte del terreno in una comunità residenziale pianificata chiamata Munsey Park, New York . Presentava case e strade in stile coloniale intitolate ad artisti americani. La prima casa modello della comunità fu aperta nel 1928. Nel 1950 il Museo aveva venduto gli interessi immobiliari di Munsey ad altri sviluppatori, realizzando una cifra stimata di quattro milioni di dollari da queste transazioni.

Al momento della sua morte, la sua fortuna era stimata tra i 20 e i 40 milioni di dollari. Oggi con il tasso di inflazione sarebbe valutato tra $250 milioni e $500 milioni.

Riferimenti

fonti

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Agnese Angelini

Mi ha colpito questo articolo sulla Frank Munsey, è divertente come le parole siano ben misurate, è come... elegante, Finalmente un articolo sulla Frank Munsey

Santo Lombardi

Corretto. Fornisce le informazioni necessarie su Frank Munsey., Corretto