Frank Milburn Howlett



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Milburn Howlett sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Milburn Howlett in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Milburn Howlett che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Milburn Howlett, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Milburn Howlett, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Milburn Howlett. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Milburn Howlett (5 gennaio 1877 20 agosto 1920) è stato un entomologo britannico che ha servito come secondo entomologo imperiale e come entomologo patologo imperiale in India. Si è specializzato in insetti (principalmente Ditteri - flebotomi) e zecche parassite di importanza medica e veterinaria. Una sua importante scoperta fu l'attrattivo metil eugenolo e il suo effetto sulle mosche del genere Bactrocera .

Vita e lavoro

Howlett è nato a Wymondham , Norfolk , figlio di Francis John Howlett, un avvocato , e Mary Jane. Ha studiato alla Wymondham Grammar School e alla Bury St Edmunds Grammar School , e poi al Christ's College di Cambridge . Fu assistente maestro all'Accademia di Edimburgo dal 1900 al 1903 e alla Holt Grammar School prima di essere nominato professore di scienze naturali (che includeva l'insegnamento della chimica) al Muir Central College , Allahabad, dal 1904 al 1908, inizialmente in un posizione poi estesa. Si unì all'Istituto di ricerca agricola imperiale a Pusa nel dicembre 1907 come secondo (vale a dire vice) entomologo imperiale sotto Harold Maxwell-Lefroy e dal 1912 come entomologo patologo imperiale per il governo dell'India. Nel 1910 fu in Inghilterra e Harold Maxwell-Lefroy lo nominò per partecipare al primo Congresso Entomologico Internazionale a Bruxelles, dove presentò lo stato dell'entomologia economica in India e anche sulle questioni relative alla conservazione degli esemplari in India. Lasciò l'India durante la prima guerra mondiale e lavorò con il Royal Army Medical College , partecipando anche a vari incontri di società scientifiche, e tornò in India solo nel 1917. Nel 1919 presiedette la sezione zoologica del 6th Indian Science Congress a Bombay , tenendo un discorso su "tattiche contro gli insetti". Una delle sue scoperte più importanti fu nel notare l'attrazione delle mosche tefritidi sul metil eugenolo , un componente che identificò da molti altri presenti nell'olio di citronella . Notò anche come alle pulci non piacesse l'erba bagnata e notò un declino della peste durante l'inizio delle piogge e suggerì che questo potrebbe essere un motivo per cui la peste è rara nel Bengala. Ha pubblicato una tecnica per intrappolare i tripidi con miscele attrattive di Benzaldeide , Cinnamaldeide e Anisaldeide . Howlett scoprì anche che poteva indurre Stomoxys calcitrans a ovidepositare su cotone impregnato di acido valerianico , che è un componente della materia vegetale in fermentazione. Ha anche notato la storia della vita delle larve di zanzara ( Stegomyia , ora Anopheles ) che potrebbero sopravvivere nel terreno asciutto. Ha anche studiato la biologia dei flebotomi . Howlett in seguito si trasferì all'Istituto di ricerca agricola a Pune. Howlett era un atleta e artista ma la sua salute era cagionevole durante il suo servizio in India ed è morto prematuramente a causa di complicazioni a seguito di un intervento chirurgico a Mussoorie . Al momento della sua morte stava lavorando a un libro intitolato The Control of Harmful Insects .

Howlett ha assistito Harold Maxwell-Lefroy nella scrittura e nell'illustrazione del libro Indian Insect Life . Ha scritto le sezioni sulle mosche e ha anche formato il personale di Pusa nell'illustrazione tecnica. Una specie di zecca, Haemaphysalis howletti , è stata descritta da Warburton nel 1913 da un pony in Pakistan e nel 1962 è stata trovata su roditori e uccelli a Pune, Maharashtra. Howlett ha sviluppato tecniche per la raccolta e la conservazione degli insetti e per la marcatura degli insetti (mosche domestiche) per studiare la dispersione. Brunetti , chiamò una mosca da Howlett come Howlettia (ora considerata sinonimo di Platypalpus Macquart, 1827 della famiglia Hybotidae ).

Pubblicazioni

Oltre alle pubblicazioni citate, le opere di Howlett includono:

  • Howlett, FM (1909). "Moli della sabbia indiani" . Trans. Bombay Med. Congr . 3 : 239-242.
  • Howlett, FM (1910). "L'influenza della temperatura sulla puntura delle zanzare" . Parassitologia . 3 (4): 479-484. doi : 10.1017/S0031182000002304 .
  • Howlett, FM (1910). "Sulla raccolta e conservazione degli insetti" . Parassitologia . 3 (4): 485-489. doi : 10.1017/S0031182000002316 . ISSN  0031-1820 .
  • Copeman, SM; Howlett, FM; Merriman, G. (1911). Un'indagine sperimentale sulla gamma di volo delle mosche. Rapporti all'Ente Locale in materia di Sanità Pubblica e Sanità . pagine 110.
  • Howlett, FM (1912). Relazione dell'entomologo patologico imperiale .
  • Howlett, FM (1914). Relazione dell'entomologo patologico imperiale .
  • Rieley, SD; Howlett, FM (1914). "Osservazioni sulla miasi in Bihar" . La Gazzetta medica indiana . 49 (1): 8-10. PMC  5181144 . PMID  29006192 .
  • Howlett, FM (1915). "Una nota preliminare sull'identificazione dei flebotomi". Bollettino di ricerca entomologica . 6 (3): 293-296. doi : 10.1017/S000748530004356X . ISSN  0007-4853 .
  • Howlett, FM (1917). "Note sui pidocchi della testa e del corpo e sulle reazioni termiche di pidocchi e zanzare" . Parassitologia . 10 (1): 186-188. doi : 10.1017/S0031182000003759 .

Riferimenti

Opiniones de nuestros usuarios

Antonio Poli

Trovo molto interessante il modo in cui è scritto questo post sulla Frank Milburn Howlett, mi ricorda i miei anni di scuola. Che bei tempi, grazie per avermi riportato lì

Roberto Guerra

A volte, quando si cercano informazioni su internet su qualcosa, si trovano articoli troppo lunghi e che insistono a parlare di cose che non ti interessano. Mi è piaciuto questo articolo su Frank Milburn Howlett perché va al punto e parla esattamente di quello che voglio, senza perdersi in informazioni inutili, È un buon articolo su Frank Milburn Howlett