Frank McDonough



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank McDonough sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank McDonough in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank McDonough che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank McDonough, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank McDonough, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank McDonough. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank McDonough
Nato ( 1957-04-17 )17 aprile 1957
Nazionalità Britannico
Alma mater Balliol College, Oxford , Università di Lancaster
Occupazione Storico
Carriera scientifica
Campi Storia della Germania
Istituzioni Università John Moores di Liverpool

Frank McDonough è uno storico britannico del Terzo Reich e della storia internazionale.

Vita

Francis [Frank] Xavier McDonough è nato il 17 aprile 1957 a Liverpool . Ha letto Storia moderna al Balliol College , Oxford , come Senior Status Scholar. Era al Balliol contemporaneamente a Boris Johnson e lo conosceva. In seguito ha conseguito un dottorato di ricerca in Storia presso la Lancaster University , sotto la supervisione di Ruth Henig . È stato professore di storia internazionale nel dipartimento di storia della School of Humanities and Social Science della Liverpool John Moores University fino al suo ritiro nel 2021. È un appassionato tifoso del Liverpool FC e vive ancora a Liverpool con la sua compagna Ann.

Lavoro

La sua principale area di ricerca è la storia internazionale, in particolare le relazioni anglo-tedesche nel XX secolo. Ha pubblicato opere significative sulle origini della prima e della seconda guerra mondiale . McDonough pubblica sempre più spesso le sue ricerche sul Terzo Reich , inclusa l' opposizione a Hitler , l'Olocausto e la Gestapo .

Neville Chamberlain e la pacificazione

Nel suo studio su Neville Chamberlain , Appeasement and the British Road to War , pubblicato nel 1998, McDonough ha delineato una teoria "post revisionista", che si è basata sul lavoro del libro Chamberlain and Appeasement di RAC Parker del 1994 , ampliandolo per includere l' appeasement nella società e guardando alla pacificazione economica, ai mass media e agli oppositori della pacificazione. McDonough accettò che la pacificazione fosse probabilmente l'unica scelta per il governo britannico negli anni '30, ma a differenza dei revisionisti sostenne che era stata attuata male, eseguita troppo tardi e non applicata abbastanza forte da costringere Hitler. Ha suggerito che la pacificazione deve essere analizzata come una politica utilizzabile nel momento in cui ha operato e concentrarsi su come la personalità di Chamberlain abbia svolto un ruolo cruciale nella conduzione della politica, in particolare, i suoi errori di giudizio, la sua incapacità di ascoltare gli oppositori e la sua riluttanza per provare eventuali alternative. McDonough sostiene che la versione di pacificazione di Chamberlain, come operata da un politico così inflessibile, non disposto a cambiare direzione, fino a quando gli eventi non lo hanno costretto, ha effettivamente contribuito a far entrare in guerra Gran Bretagna e Francia nel 1939 in una posizione strategica molto più debole, e ha superato il vantaggio iniziale nella guerra al regime di Hitler, il che significava che la Germania ha affrontato un solo fronte europeo fino al giugno 1944.

Lo studio è stato recensito su riviste accademiche. Parker lo ha descritto come "molto ben scritto, con un argomento vivace, che esplora anche la pacificazione nella società". Andrew Thorpe , una delle principali autorità in materia di affari esteri, ha descritto il libro come "un'analisi convincente e stimolante della pacificazione che approfondirà ulteriormente il dibattito". Un eminente storico statunitense degli affari esteri del Reed College , Edward B. Segel , ha commentato: "Il libro mette in luce efficacemente come il governo britannico abbia manipolato i mass-media, la stampa e soprattutto la BBC per escludere le critiche pubbliche alle politiche di Chamberlain e trasmettere l'impressione di un sostegno schiacciante".

McDonough è uno dei più importanti esperti "post-revisionisti" di Neville Chamberlain e della politica di pacificazione, insieme a Parker, che era, come sottolinea Sydney Aster , il suo "mentore accademico mentre era a Oxford".

Altri libri

Nella monografia di McDonough del 2007, The Conservative Party and Anglo-German Relations, 1905-1914 , pubblicata da Palgrave Macmillan, ha spostato il focus dell'analisi sul ruolo del Partito Conservatore nello scoppio della prima guerra mondiale. Lo studio è stato descritto in una recensione sulla rivista The Bulletin of the German Institute of Historical Research da uno studioso di politica estera tedesco come "un'analisi approfondita e stimolante, che attinge a oltre trenta archivi e fornisce un correttivo potente e in ritardo al rappresentazione tradizionale del partito conservatore edoardiano come "allarmisti" e principali promotori di opinioni germanofobe tra i partiti politici britannici negli anni che portarono allo scoppio della prima guerra mondiale".

Oltre alle sue ricerche sui rapporti anglo-tedeschi, McDonough ha scritto una serie di pubblicazioni sull'argomento correlato della storia del Terzo Reich, in particolare Hitler e la Germania nazista (1999); Opposizione e resistenza nella Germania nazista (2001); e Hitler e l'ascesa del partito nazista (2003).

Tra gli altri suoi libri ci sono: Le origini della prima e della seconda guerra mondiale (1997); L'impero britannico, 1815-1914 (1994); e Hitler, Chamberlain e pacificazione (2002). Nel 1998, McDonough è stato incaricato dall'Oxford and Cambridge Examinations Board di scrivere un testo dal titolo Fascismo, conflitto e comunismo: storia europea: 1890-1945 .

Negli ultimi anni, il lavoro pubblicato di McDonough si è concentrato su aspetti della storia del Terzo Reich.

Nel 2008, McDonough ha pubblicato The Holocaust , con John Cochrane. Questo libro è una nuova introduzione sia agli eventi che alla complessa risposta internazionale all'Olocausto ed esamina la triste realtà della vita e della morte nei campi di sterminio, i dibattiti accademici e l'impatto sulla cultura popolare dal 1945 dell'aspetto più orribile della storia del XX secolo.

McDonough è l'autore di una biografia in lingua inglese dell'eroina della resistenza tedesca, Sophie Scholl , intitolata Sophie Scholl: The Woman Who Defied Hitler , pubblicata da History Press nel febbraio 2009.

Nel settembre 2011, McDonough ha pubblicato Le origini della seconda guerra mondiale: una prospettiva internazionale , sullo scoppio della seconda guerra mondiale.

Nell'aprile 2012 è stata pubblicata la seconda edizione di "Hitler e l'ascesa del partito nazista".

Nell'agosto 2015, lo studio di McDonough The Gestapo: The Myth and Reality of Hitler's Secret Police è stato pubblicato da Hodder e Stoughton impronta Coronet. Il libro si basa sui file originali della Gestapo e racconta la storia delle vittime del terrore nazista. Il libro è stato pubblicato nelle versioni tradotte in Italia (marzo 2016), Spagna (giugno 2016), Norvegia (agosto 2016), Svezia (settembre 2016), Finlandia (2016) e Romania (2019).

La versione tascabile del libro della Gestapo è stata rilasciata a settembre 2016

McDonough ha recentemente completato un libro in due volumi intitolato "Gli anni di Hitler". Il primo volume (Triumph 1933-1939) sarà pubblicato il 14 novembre 2019.

Apparizioni sui media e Twitter

McDonough è apparso anche in TV e radio. È apparso su CrossTalk su Russia Today nel 2010, discutendo se la seconda guerra mondiale potesse essere evitata. È apparso nel documentario della BBC 1 A Tale of Two Rival Cities , che faceva parte del progetto "History of the World" della BBC, per il quale è stato anche consulente storico; il documentario ha vinto un Royal Television Society Award . È stato intervistato in due programmi speciali della televisione nazionale francese per celebrare il 70° anniversario del discorso del generale de Gaulle del 18 giugno 1940, quando ha affermato che "la fiamma della resistenza francese non può essere estinta". McDonough è apparso come commentatore storico su France 2 e in un documentario speciale con storici su de Gaulle, trasmesso su France 3 il 18 giugno 2010. È apparso anche nel programma della BBC 1 Inside Out commentando una storia presentata dall'attore Paul McGann che ha esaminato se Adolf Hitler abbia visitato o meno Liverpool tra il novembre 1911 e il maggio 1912. McDonough ha sostenuto che le prove dei registri della polizia austriaca, i resoconti dei testimoni oculari di Vienna e i registri delle spedizioni indicavano fortemente che il giovane Hitler aveva vissuto a Vienna in quel momento, non a Liverpool , confermando così quanto affermato da Hitler nella sua autobiografia, Mein Kampf . Nel 2012, McDonough è apparso in una serie sulla storia del Terzo Reich sul canale National Geographic intitolata Nazi Secrets . È apparso in tre episodi: "Hitler's Damned Women", "Hitler's Family Skeletons" e "Hitler's Millions". Nel novembre 2013, McDonough è apparso in un documentario della BBC 1 chiamato The Story of the Swastika e in un documentario di Channel 5 chiamato 7 Days That Made the Führer . Nel 2014, McDonough è apparso in una serie di documentari in 10 parti chiamata The Rise of the Nazi Party su Quest TV , parte di Discovery Channel .

McDonough ha un account Twitter chiamato @FXMC1957. Esamina i fatti chiave della storia ogni mattina. McDonough tiene spesso conferenze su Twitter che trattano in modo approfondito questioni come l' assassinio di JFK , il D-Day e lo scoppio della prima guerra mondiale. Raramente twitta molto sul suo lavoro, sulla sua vita privata o sulle sue opinioni. The History News Network ha classificato il Twitter di McDonough nella Top 20 degli account Twitter storici.

Riferimenti

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Olga Spina

Grazie per questa voce su Frank McDonough, è proprio quello che mi serviva, Grazie per questa voce su Frank McDonough, è proprio quello che mi serviva

Rino Martini

Non so come sono arrivato a questo articolo sulla Frank McDonough, ma mi è piaciuto molto

Claudia Orlandi

Il linguaggio sembra vecchio, ma le informazioni sono affidabili e in generale tutto ciò che è scritto su Frank McDonough dà molta fiducia, Ho trovato questo articolo su Frank McDonough molto interessante