Frank Matcham



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Matcham sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Matcham in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Matcham che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Matcham, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Matcham, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Matcham. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Francis Matcham (22 novembre 1854 17 maggio 1920) è stato un architetto inglese specializzato nella progettazione di teatri e sale da musica . Era meglio conosciuto per il suo lavoro a Londra sotto Moss Empires , che includeva i progetti dell'Ippodromo (1900), Hackney Empire (1901), Coliseum (1903), Palladium (1910) e Victoria Palace (1911). Durante i suoi 40 anni di carriera, è stato responsabile della progettazione e costruzione di oltre 90 teatri e della riprogettazione e ristrutturazione di altri 80 in tutto il Regno Unito.

Matcham è nato a Newton Abbot , nel Devon , dove all'età di 14 anni divenne apprendista dell'architetto George Soudon Bridgman . Matcham si trasferì a Londra, all'età di 21 anni, dove si unì allo studio di architettura di JT Robinson , che sarebbe diventato suo suocero. Sotto Robinson, Matcham completò il suo primo progetto da solista, l'Elephant and Castle Theatre, che aprì nel giugno 1879. Rilevò l'attività alla morte di Robinson e continuò i progetti di vari teatri provinciali. Ha formato il suo studio, Matcham & Co., nel 1880 e ha arruolato abili artigiani. La sua prima grande associazione arrivò nel 1880 quando fu impiegato per progettare e ristrutturare i teatri appartenenti alla famiglia Revill che a quel tempo possedeva molti dei teatri in tutto il Regno Unito.

Il periodo di maggior successo di Matcham fu tra il 1892 e il 1912, quando lavorò a lungo per Moss Empires, un'impresa di costruzione di teatri guidata da Edward Moss e gestita da Oswald Stoll . Sotto di loro, Matcham ha completato 21 teatri, di cui tre a Londra, mentre il resto si trovava in provincia. Sempre durante questo periodo, sebbene non con Moss Empires, completò i progetti per la Tower Ballroom a Blackpool Tower , Grand Theatre, Blackpool e il Theatre Royal, Norwich , tutti nel 1894, e il County Arcade , Leeds, nel 1900. L'autore Iain Mackintosh, scrivendo per il Dictionary of National Biography nel 1993, descrive gli interni del teatro di Matcham come superiori rispetto ai progetti esterni dell'edificio. L'uso di cantilever da parte di Matcham per le gallerie gli ha permesso di interrompere l'uso delle colonne, che altrimenti avrebbero ostruito la vista del pubblico sul palco. Le decorazioni dell'auditorium erano spesso mescolate con cinghie Tudor , dettagli Luigi XIV , motivi anglo-indiani, insegne navali e militari, pannelli rococò , statue classiche e colonne barocche .

Matcham si ritirò a Westcliff-on-Sea , Essex , poco prima della prima guerra mondiale, dove morì per un attacco di cuore, causato da un'infezione del sangue, nel 1920. Il suo biografo Brian Walker nota dagli archivi personali dell'architetto che era " un uomo di notevole vigore e con un entusiasmo per la vita ... possedeva una tranquillità mentale e un grande senso dell'umorismo e del divertimento."

Primi anni di vita

Francis Matcham è nato il 22 novembre 1854 a Newton Abbot , Devon . Era il secondo di nove figli e il figlio maggiore di Charles Matcham (18261888), un birraio, e di sua moglie, Elizabeth nata Lancaster (18301905). Nel 1857 Charles Matcham trasferì la sua famiglia da Newton Abbot a Union Street, Torquay , dove si assicurò un lavoro come direttore di una fabbrica di birra e di una malteria. Frank ha studiato alla Babbacombe School, a Babbacombe , Torquay.

Matcham ha mostrato un precoce interesse per l'architettura ed è diventato apprendista all'età di 14 anni presso George Soudon Bridgeman, un architetto locale. L'apprendistato è durato 18 mesi fino a quando Matcham è stato offerto un lavoro presso l' ufficio di un geometra a Londra intorno al 1868. Lavorare nella capitale ha permesso a Matcham di studiare con diversi professionisti dell'architettura. La sua formazione come geometra gli insegnò come elaborare preventivi di costo, interagire con gli imprenditori edili e lo introdusse a calcoli complessi, qualcosa che era improbabile che gli fosse stato insegnato a scuola. Ha anche imparato l'importanza di lavorare con orari stretti imposti da clienti esigenti.

Fotografia in bianco e nero di un grande edificio con un tetto a cupola situato su un appezzamento d'angolo in una trafficata strada di Londra.
Il Gaiety Theatre nello Strand , un edificio da cui Matcham ha preso ispirazione da studente

Nel suo tempo libero, Matcham ha visitato molti degli edifici di Londra, ma ha avuto una particolare simpatia per i teatri e le sale da musica. Un edificio di particolare interesse per lui era il Gaiety Theatre nello Strand , appena completato , progettato da Charles J. Phipps . Matcham è rimasto impressionato dalla capacità di Phipps di costruire un teatro di dimensioni normali su un piccolo e scomodo appezzamento, ed è probabile che Matcham abbia tratto ispirazione dal Gaiety in alcuni dei suoi edifici successivi, anch'essi costruiti su appezzamenti di terreno ristretti. Non è noto quanto tempo Matcham abbia trascorso a Londra, anche se non era raro che un architetto impiegasse fino a sei anni per ottenere la qualifica. Lo storico del teatro Görel Garlick stima che Matcham abbia trascorso tre anni nella capitale durante questo periodo, il che sembrerebbe probabile poiché nel 1871 Matcham era tornato a Torquay e di nuovo sotto la guida di Bridgeman, questa volta come suo assistente principale. Bridgeman era ansioso di sfruttare l'esperienza di Matcham a Londra e gli ha chiesto di aiutare nella riprogettazione del Lyceum Theatre di Torquay.

Isaac Singer , l'uomo d'affari americano, si trasferì dalla Francia nel Devon alla fine del 1871. La sua intenzione era quella di acquistare una grande proprietà nella campagna inglese per la sua famiglia. Il suo tentativo di acquisto Isambard Kingdom Brunel s' immobiliare ha avuto successo e, invece, ha acquistato il Fernham Estate, a Torbay , sulla quale Oldway Mansion finalmente è stato costruito. Singer incaricò l'ufficio di Bridgeman di occuparsi del progetto e ordinò di costruire un teatro all'interno della casa, da tempo demolita. In un'edizione di The Builder , datata 1873, Matcham è stato nominato nella sezione richiesta di offerta come la parte accettata per lavorare al fianco di Bridgeman sul progetto Oldway Mansion. Garlick considera del tutto possibile che Matcham sia stato incaricato della progettazione del teatro a causa delle sue esperienze educative a Londra. Singer non ha badato a spese in termini di costruzione di Oldway Mansion; si è procurato i migliori materiali da tutto il mondo e ha incaricato Bridgeman di progettare gli interni in un esuberante stile francese. Garlick nota che era molto probabile che l'esuberanza di Singer avrebbe influenzato qualcuno architettonicamente impressionabile come Matcham, i cui teatri successivi usarono anche decorazioni stravaganti.

Ingresso nell'azienda della famiglia Robinson Robinson

Intorno al 1875, subito dopo il completamento della casa di Singer, Matcham si assicurò un lavoro nell'ufficio di JT Robinson a Londra. L'impiego ha permesso a Matcham di acquisire maggiore familiarità con ciò che il biografo di Matcham, Brian Mercer Walker, chiama "progetto teatrale di alto livello". Il tempo di Matcham sotto Robinson è stato breve; Robinson morì inaspettatamente nella casa di famiglia a Bloomsbury Square , Londra, nel 1877, poco dopo il matrimonio di Matcham con la figlia di Robinson, Maria, il 9 luglio. Matcham è stato incaricato dalla famiglia di continuare con i progetti di Robinson che includevano la ristrutturazione dell'Elephant and Castle Theatre, nonché le modifiche al Cambridge Music Hall a Shoreditch .

A metà degli anni 1870 nel Regno Unito erano stati segnalati circa 137 incendi di teatri, il che spinse il parlamento a creare il Metropolis Management and Building Act (1878) che stabiliva regole di sicurezza a cui gli sviluppatori dovevano aderire. Matcham ha trovato le regole problematiche; a causa loro, il progetto del Teatro dell'Elefante e del Castello ha dovuto essere prorogato di sei mesi.

I progetti di Matcham per il Grand Theatre, Islington
Il palco con una visuale libera
Disposizione interna
Sezione trasversale

Nel 1882 Matcham ha assunto la riprogettazione del Grand Theatre di Islington . Fu un progetto importante per lui: fu il primo ad essere progettato utilizzando una visuale senza ostacoli sul palco e si distingueva per la sua capacità di contenimento e la rapidità di costruzione, cosa per cui negli ultimi tempi divenne noto negli ambienti architettonici. Il Grand era rivoluzionario nel suo design; è stato utilizzato come oggetto didattico per architetti dilettanti ed è stato spesso visitato e commentato da critici e giornalisti di architettura. In uno dei tre volumi, intitolato Modern Opera Houses and Theatres , pubblicati tra il 1896 e il 1898, l'autore Edwin Sachs ha fatto riferimento alla "buona visione e acustica dell'auditorium, economia di spazio e di costo, e rapidità di esecuzione" del Grand. ". Il miglioramento della visuale di Matcham è stato il risultato del suo uso di acciaio a sbalzo. Questo nuovo design ha permesso ai balconi di sporgere nell'auditorium senza l'uso dei pilastri di supporto che hanno aumentato la capacità di posti a sedere e hanno dato al pubblico una migliore vista del palco. Era un design che Matcham ha brevettato e incorporato in tutti i suoi futuri progetti teatrali.

Il Paragon a Mile End , East London, nel 1882, fu il successivo grande progetto di Matcham. Il progetto era importante, secondo Walker, in quanto mostrava una grande enfasi sul sistema di ventilazione, il primo del suo genere, che utilizzava un bruciatore solare nel tetto e condotti per l'aria calda, a 1,8 metri dal livello del suolo. , che emetteva correnti d'aria. I costruttori del teatro, Crowder e Payne, pubblicizzarono la sede come "il teatro meglio ventilato di Londra". Ha aperto nel maggio dell'anno successivo con molti elogi per i suoi risultati nel comfort del pubblico. Il successo del Paragon permise a Matcham di aprire il proprio ufficio a Belfast nel 1884.

Lavora sotto i Revill

Al di fuori di Londra, e prima del 1886, Matcham aveva avuto solo due progetti commissionati: il Grand Cirque di Hengler e il Royalty Theatre , entrambi a Glasgow . Nel 1879 iniziò a lavorare alla riprogettazione del Royalty, un teatro originariamente progettato da James Thomson e uno che era stato costruito al primo piano di un edificio di quattro piani. Il layout era problematico e Matcham ha dovuto fare una serie di aggiustamenti. Per compensare, progettò un sistema di ventilazione che prevedeva l'installazione di un condotto di scarico sopra la luce del gas dell'auditorium che provocava l'aumento del calore dei bruciatori e creava un movimento d'aria attraverso il teatro. Era un disegno che usò anche sul Gaiety, il secondo teatro di Glasgow di Matcham. La Royalty ha richiesto solo quattro settimane per essere completata ed era relativamente poco costosa, due fattori che hanno contribuito a migliorare la sua reputazione.

Matcham incontrò l'attore e manager teatrale James Elliston nel 1886. Elliston, originario di Edimburgo , aveva sentito parlare dell'architetto attraverso il suo lavoro a Glasgow e gli commissionò la ricostruzione dei palchi laterali e della galleria e di migliorare l'acustica e il sistema di ventilazione del suo teatro , il Theatre Royal, Blackburn . Attraverso Elliston, Matcham è stato presentato a William J. Revill, il proprietario del People's Temperance Hall a Stockport . La famiglia Revill era influente nei circoli teatrali con il loro legame con il palcoscenico che risale al XVIII secolo.

Revill incaricò Matcham di elaborare i progetti per un nuovo edificio dopo che la sala fu distrutta da un incendio nel 1887. Il nuovo edificio, come la maggior parte dei teatri della famiglia Revill, doveva essere chiamato Theatre Royal e Opera House; è stato completato per programmare l'anno successivo. La struttura finita è stata considerata all'avanguardia dai magistrati della città che hanno concesso una licenza per spettacoli quel giugno. L'Era considerava il nuovo edificio "senza dubbio uno dei più bei teatri del paese". Secondo il biografo Michael Sell, il rapporto di Matcham con Elliston ha aiutato il giovane architetto a diventare un nome riconoscibile a livello nazionale nell'architettura teatrale e lo ha portato in prima linea nella sua professione.

Matcham fu incaricato nel 1888 dal figlio di Revill, il direttore teatrale Wallace Revill, di progettare un nuovo teatro su un terreno che aveva acquistato a St Helens , nel Lancashire . Il nuovo teatro fu chiamato Theatre Royal e Opera House. Era costruito in mattoni con rivestimenti in pietra e comprendeva una fossa per l'orchestra, stalli, un cerchio di tre file, un cerchio superiore, che aveva l'insolita caratteristica delle sue stanze private, e una galleria molto grande che consentiva una vista libera. La facciata d'ingresso è stata realizzata in stile classico con tre ampie campate di lesene giganti . La sera dell'inaugurazione del teatro l'anno successivo, Elliston definì l'edificio "uno dei teatri più belli che [lui] avesse mai visto".

I due teatri del re di Matcham
King's Theatre, Glasgow (1904) costruito per Howard & Wyndham.
King's Theatre, Southsea (1907), l'ultimo edificio di Matcham per la famiglia Revill.

Oltre al teatro Stockport sotto Revill, Matcham ricevette un'altra commissione da Elliston, questa volta per ricostruire il Theatre Royal e l'Opera House, a Bolton , che avevano preso fuoco il 4 gennaio 1888. L'unico requisito di Elliston era che l'edificio fosse completato entro un periodo di 20 settimane, che Matcham ha onorato. La prima pietra è stata posata dall'attore Henry Irving il 17 ottobre, un mese prima della sua apertura. A causa del gran numero di persone morte in un simile incendio in un teatro a Exeter l'anno precedente, Matcham ha migliorato le caratteristiche di sicurezza, come l'ignifugazione dei soffitti e delle pareti; allargare e raddrizzare le scale; usando porte che si aprono verso l'esterno; installazione di idranti su ogni piano; e appendere un sipario automatico ignifugo nell'auditorium. L'interno era decorato con tinte terracotta e oro e i sedili rivestiti con tappezzeria cremisi.

Seguirono altri teatri per la famiglia Revill che aveva ormai impiegato Matcham a tempo pieno per lavorare ai loro progetti. Bury e Rochdale , allora entrambi nel Lancashire, avrebbero dovuto ottenere il proprio Theatre Royal e Opera House con l'edificio di Rochdale come ristrutturazione di un edificio esistente. Il teatro Bury ha aperto il 26 dicembre 1889 con una produzione pantomima . Il teatro mancava di decorazioni interne poiché Matcham era in ritardo. Ha fatto una rara apparizione, sul palco, quella notte, e ha assicurato al pubblico che durante la chiusura di quindici giorni avrebbe completato i disegni. Per compensare il ritardo, ha preso l'insolito passo di subappaltare le opere d'arte dell'auditorium a uno scultore londinese.

L'anno successivo Matcham fu incaricato da Frederick Purcell, un membro della famiglia allargata Revill, di intraprendere i lavori di ristrutturazione del suo teatro che aveva preso fuoco l'anno prima. A Matcham è stato concesso il vantaggio di poter utilizzare l'edificio esistente, il che ha aumentato la sua possibilità di finire il progetto in tempo. Lo stesso anno, The Grand Cirque and Amphitheatre ha aperto a Bolton. Il design di Matcham ha permesso di utilizzarlo come circo e teatro e di cambiare la sede tra i due in poche ore. Era decorato in stile italiano e poteva ospitare 3.200 persone. L'anello del circo alla fine è caduto in disgrazia con il pubblico ed è stato coperto.

Purcell ha rilevato l'azienda di famiglia nel 1899 dopo la morte di quattro dei suoi membri, ma ha commissionato solo pochi edifici nel decennio successivo, tra cui l'Alexandra Theatre, Stoke Newington . Matcham continuò a lavorare con Purcell fino al 1908 circa, quando quest'ultimo decise di chiudere l'attività. L'ultimo progetto di Matcham per la famiglia, secondo lo storico Michael Sell, fu il King's Theatre, Southsea , nel 1907. Lo storico dell'architettura Nikolaus Pevsner definì il King's Theatre "splendido" e descrisse il teatro come dotato di una "prominente torre esagonale con colonne ioniche". e terminali a forma di leone attorno a un'ampia sommità a forma di guglia coronata da una cupola con una replica della statua di Aurora. L'interno è affascinante e riccamente dettagliato, sfruttando appieno lo spazio ristretto. Figure e modanature in gesso nel pieno barocco di Matcham.

Matcham & Co.

La data di costituzione di Matcham & Co. non è chiara; potrebbe provenire da quando Matcham stabilì il suo ufficio a Belfast nel 1884 dopo il successo del Paragon Theatre a Mile End, o potrebbe essere una ridenominazione dell'attività di Robinson che Matcham assunse più di un decennio prima del 1880. Quello che è noto è che ha operato in tre uffici a Holborn in momenti diversi. Il primo fu a Bedford Row, tra il 1880 e il 1886, dopo di che si trasferì a 3 Great James Street. L'azienda vi rimase fino al 1893, quando si trasferì nuovamente, questa volta al 9 Warwick Court, dove rimase fino alla morte di Matcham. Non è noto il numero di dipendenti impiegati da Matcham; ha lavorato con una squadra regolare di assistenti e artigiani, tra cui Felix De Jong, esperto nella lavorazione del gesso fibroso; Jonas Binns, un decoratore specializzato; e Albert Dean, un maestro arredatore. Durante il loro periodo di attività, Matcham & Co. ha completato circa 170 progetti di teatri. Matcham è stato assistito nei suoi progetti e nella gestione dell'attività dall'ingegnere RA Briggs e dal Cancelliere FGM, un architetto. Poco si sa del rapporto di lavoro tra i tre uomini, solo che fu prospero.

Anni del boom del teatro: 18921912

Prima del teatro di varietà, le sale da musica erano l'intrattenimento preferito delle comunità della classe operaia, a Londra e nelle province. Atti tra cui George Robey e Marie Lloyd sono stati considerati "troppo audaci", secondo The Stage , con i principali teatri che li vietavano nell'interesse della decenza. Le restrizioni furono brevi, principalmente a causa dell'effetto negativo che tale censura stava avendo sul numero di spettatori. Nel 1880 la maggior parte delle sale da musica erano gestite da sindacati dilettanti che erano più entusiasti dell'attività teatrale che dei profitti, o ricchi uomini d'affari che non erano interessati all'aspetto dell'intrattenimento e più concentrati sui soldi generati dai teatri. La sicurezza, in entrambi i casi, è stata spesso compromessa in quanto costosa e le ristrutturazioni sono state spesso ignorate. Le sale da musica erano state, per molti anni, un'attività estremamente redditizia, ma erano diventate oggetto di rigide normative e controlli di sicurezza. Nel 1880 erano in corso ispezioni segrete da parte delle autorità locali per garantire che i proprietari rispettassero i requisiti di sicurezza; le regole erano così rigide che molti dei vecchi padiglioni, in particolare quelli i cui proprietari avevano pochi soldi, furono costretti a chiudere. Coloro che sono rimasti aperti sono stati incaricati di migliorare e rinnovare i loro locali per soddisfare le aspettative. Il boom richiedeva architetti competenti che sapessero come funzionavano i teatri.

Moss Empires e Oswald Stoll

Dal 1898 al 1910 Oswald Stoll era stato amministratore delegato di Moss Empires , un circuito di intrattenimento teatrale guidato dall'impresario Edward Moss , che al suo apice era responsabile di 33 teatri in tutta la Gran Bretagna. Matcham lavorò per la prima volta per Moss Empires nel 1892 all'Empire Palace , Edimburgo . Moss è rimasto così colpito dal lavoro di Matcham che gli ha commissionato la progettazione di altri teatri provinciali nei successivi sette anni. Il lavoro di Matcham a Londra sotto gli impresari includeva l' Impero a Hackney e i teatri Coliseum e Hippodrome , entrambi a Westminster . In totale, Matcham è stato responsabile della progettazione di 21 teatri per Moss e Stoll in un periodo di 20 anni che si è concluso con il Wood Green Empire, nel 1912.

Colosseo di Londra
Vista interna del tetto a cupola che ha contribuito a migliorare il suono
Le balconate, inclinate verso i lati dell'auditorium per migliorare la visuale

Stoll intendeva che l'Impero di Hackney fosse il suo quartier generale a Londra, ma il piano cambiò a metà della costruzione quando decise di posizionare i suoi uffici più nel centro di Londra: ciò causò una drastica riduzione del budget dell'Impero per consentire finanziamenti extra per la nuova sede al Colosseo . Matcham mise insieme un progetto secondario e più economico della facciata dell'Impero e lo presentò a Stoll su un pezzo di carta da lucido. L'esterno dell'Impero era un design che Matcham ha sempre odiato ma, secondo lo storico Michael Sell, ha dimostrato "l'apparentemente infinito potere di invenzione" dell'architetto e uno che "rimarrà per sempre un punto di riferimento". L'auditorium è notato da Historic England come "uno degli interni Matcham più esuberanti in Gran Bretagna", mentre lo storico Brian Walker ha definito l'interno dell'Impero "l'interno Matcham più perfetto nella Grande Londra". Pevsner considerava l'Impero "splendidamente fiducioso" e "tra i migliori teatri di varietà edoardiani sopravvissuti".

Per il Colosseo, Matcham ha riscontrato un problema; Stoll voleva che il teatro fosse il più grande e sontuoso di Londra. Matcham era preoccupato che le grandi dimensioni avrebbero causato una riduzione della qualità del suono e della vista sul palco; di conseguenza, prestò particolare attenzione all'acustica del teatro e progettò i balconi in modo che fossero inclinati verso i lati della cavea, piuttosto che il metodo più tradizionale di essere sostenuti da pilotis ; Matcham ha aperto la strada all'uso dell'acciaio a sbalzo nei suoi progetti e ha ottenuto brevetti per proteggere il suo lavoro. Il teatro era caratterizzato da un palcoscenico girevole, il primo del suo genere a Londra, che consentiva idee fantasiose, comprese le stravaganti celebrazioni del teatro del Derby Day , con fantini ospiti che cavalcavano veri cavalli, al galoppo contro la rotazione in movimento. Dietro le quinte c'erano, secondo Pevsner, "telefoni box-to-box" e "spogliatoi in modo che l'abito da sera potesse essere indossato sul posto". La costruzione del Colosseo è costata £ 250.000.

Una grande stanza con pavimento rosso e decorazioni rosse e dorate alle pareti.  C'è un palco sul retro dell'immagine con posti a sedere ai lati.
Tower Ballroom, Blackpool , per la quale Matcham disegnò la decorazione nel 1894
Che stanza. La tavolozza è ricca crema, oro e marrone. Il boccascena è incorniciato da gloriose scatole a torretta sormontate da cupole a cipolla, mentre la sommità è coronata da enormi figure che rappresentano le Tre Grazie. L'organo Wurlitzer si affaccia sullo sfondo di una romantica scena balneare (del tutto diversa da Blackpool).

Nikolaus Pevsner che descrive la Tower Ballroom, Blackpool, nel Lancashire: North , 2009.

Walker lo ha definito il "frutto di una stretta collaborazione e comprensione tra cliente e architetto". Ha inoltre osservato: "L'abilità spesso notata di Matcham nella pianificazione è qui abbinata a un diverso tipo di magia. Pochi dei suoi contemporanei avrebbero potuto fare un'affermazione architettonica così memorabile su una facciata così breve in un'arteria così senza pretese. È molto più impressionante di , per esempio, il vicino Garrick Theatre del 1889" Secondo la rivista teatrale The Stage , il design di Matcham prevedeva "una bella scalinata in marmo, la torre simbolo sormontata da un globo girevole e un'impressionante gamma di servizi, tra cui spaziose sale da tè su ogni piano, ascensori per i piani superiori del teatro, stanze riservate riccamente decorate, un giardino pensile con tetto a cupola di vetro e un ufficio informazioni da cui inviare messaggi e telegrammi e dove i medici possono registrarsi in caso di emergenza".

Altri lavori

Matcham si avventurava raramente lontano dai teatri, ma lo faceva occasionalmente. È stato incaricato dalla Blackpool Tower Company, una Standard Contract & Debenture Corporation, di progettare la decorazione per la sala da ballo, che faceva parte del loro complesso di intrattenimento a Blackpool , nel Lancashire . L'interno della sala da ballo era l'unico progetto di Matcham per il complesso, sebbene Historic England ritenga probabile che sia stato anche responsabile del rimodellamento del circo, anche all'interno del complesso, nel 1900. Pevsner considerava il circo come "il teatro più grande ed elaborato del suo genere in Inghilterra" e ha fornito al Regno Unito un "ambiente permanente per un circo non disponibile in nessun altro resort". Il complesso è stato inaugurato nel 1894. Lo stesso anno ha completato i progetti per il Grand Theatre, Blackpool e il Theatre Royal, Norwich .

La rigenerazione di Briggate nel 1890, una delle strade più antiche di Leeds , ha incluso la costruzione di una serie di centri commerciali per accompagnare l'esistente Thorntons Arcade, completata nel 1878. Matcham progettò le Cross and County Arcades per la Leeds Estate Company, tra 1898 e 1900, nella parte più settentrionale della strada. Contemporaneamente al suo lavoro sul County Arcade, progettò l'Empire Palace, per Moss, che si trovava più in basso Briggate, e 49-51 Vicar Lane; 2-24 King Edward Street e 115-120, Briggate, che consisteva di negozi e uffici all'interno dello sviluppo della contea di Arcade.

I costi di costruzione della County Arcade superarono le 300.000 sterline. Secondo Walker, il biografo di Matcham, l'architetto ha assunto i progetti per la County Arcade sia a causa del calo della necessità di nuovi teatri, sia per il tentativo di provare qualcosa di diverso. Ad ogni modo, Walker considerava il progetto completamente fuori dal comune per Matcham che in precedenza aveva mostrato tanta energia ed entusiasmo per tutti i suoi progetti.

Insieme ad alcuni locali pubblici a Londra, le altre commissioni non teatrali di Matcham includono una nuova ala per il Benevolent Fund dei Royal Variety Artistes a Brinsworth House e una tipografia a Southwark .

Pensionamento e morte

Nel 1910 il London Palladium fu completato e inaugurato il 26 dicembre. I progetti per il Victoria Palace Theatre erano già in corso; ha aperto il novembre successivo. Durante la fase di progettazione del Palazzo, Matcham stava anche lavorando al fianco di Bertie Crewe per un nuovo Ippodromo a Bristol che sarebbe diventato l'ultimo grande progetto di Matcham. Il periodo tra le due guerre fu lento per architetti e costruttori teatrali, principalmente a causa dell'introduzione del cinema, e molti dei teatri che erano stati progettati nell'ufficio di Matcham stavano ora diventando case cinematografiche. I progetti di Matcham & Co. avevano iniziato a rallentare nel 1913; quell'anno, l'unica impresa teatrale fu il Palace Theatre, a Leicester .

Matcham si ritirò a Westcliff-on-Sea con sua moglie poco prima della prima guerra mondiale e lasciò la gestione dell'attività al Cancelliere e Briggs. Morì nella sua casa, 28 Westcliff Parade, il 17 maggio 1920. La sua morte fu attribuita ad avvelenamento del sangue, causato dal taglio delle unghie troppo corte. Il funerale ebbe luogo nella chiesa di St. Paul, Finchley , prima della sua sepoltura nella tomba di famiglia nel cimitero di Highgate . Ha lasciato una proprietà del valore di £ 86.389 (£ 3.500.000 nel 2019 rettificato per l'inflazione). Matcham lasciò in eredità la sua compagnia, allo stesso modo, a Briggs e al Cancelliere. Un giornalista del quotidiano The Architect ha predetto che l'attività sarebbe continuata, cosa che ha fatto, anche se non ha mai ottenuto lo stesso successo che ha avuto sotto Matcham. Allo scoppio della seconda guerra mondiale, il cancelliere si ritirò e si trasferì in campagna, dove morì nel 1941. Briggs tenne l'attività in uno stato dormiente fino a dopo la guerra, quando fu venduta a un'agenzia immobiliare a Covent Garden . Continuò, su piccola scala, fino alla fine degli anni '70.

Vita privata

Matcham era un marito e padre devoto anche se spesso assente. Sposò Maria Robinson, la figlia del suo tutore, JT Robinson, il 9 luglio 1877 nella chiesa di St. James , Pentonville . Ebbero due figlie; Eveline, nata nel 1878, e Constance, nel 1884. In un'intervista a Vanity Fair , Matcham ha elencato un interesse per la musica ma ha ammesso che sebbene possedesse un violino Stradivari , "non era particolarmente bravo con esso". Un altro hobby era la drammaturgia amatoriale e, a volte, i Matcham mettevano in scena pezzi minori, per l'intrattenimento dei loro vicini, quando vivevano in Dollis Avenue, Finchley. Da una revisione degli archivi personali di Matcham, Walker conclude che l'architetto era "un uomo di notevole vigore ed entusiasmo per la vita ... possedeva una tranquillità mentale e un grande senso dell'umorismo e del divertimento".

Degli otto fratelli di Matcham, due erano notevoli: Charles Matcham (1862-1911) si trasferì in America nel 1881 e divenne un uomo d'affari milionario nel settore dell'ingegneria civile. I suoi primi lavori per l' American Bell Telephone Company includevano la costruzione delle prime centrali telefoniche in Europa e l'introduzione del telefono a San Pietroburgo e Riga, dove installò personalmente il sistema telefonico di Alessandro II di Russia . Attraverso il suo lavoro successivo, ha fondato diverse aziende produttrici di calcestruzzo e ha inventato un polverizzatore per pietre di cemento di cui possedeva il brevetto . Sydney Matcham (1868-1957) si trasferì ad Allentown , in Pennsylvania , dove fondò il Matcham Travel Bureau, la prima agenzia di viaggi della città.

Legacy

I teatri di Matcham sono stati spesso derisi dagli architetti durante i cinque decenni successivi alla sua morte, e le autorità locali hanno prestato poca attenzione alla loro conservazione durante i programmi di rigenerazione dell'area negli anni '60. Fu solo dopo il 1970 che i suoi edifici furono presi sul serio e, secondo Mackintosh, il suo genio fu ampiamente riconosciuto. Nel 1995 il Museo del Teatro ha acquisito oltre 7000 disegni di Matcham. Di questi, circa 500 sono altamente rifiniti e rappresentano oltre settantacinque teatri o cinema e circa un sesto della sua produzione totale.

Una targa circolare verde scuro con le parole "Frank Matcham (1854-1920) Theatre Architect Designed this theatre The Frank Matcham Society" in caratteri dorati.
Targa al London Coliseum , svelata dalla Frank Matcham Society nel 2014

Il numero totale di teatri progettati da Matcham è sconosciuto ed è stato oggetto di molte speculazioni. L'architetto Victor Glasstone stimò che il lavoro dell'architetto comprendesse 66 nuovi teatri e la ristrutturazione e il restauro di altri 58, tra il 1879 e il 1910; Il biografo di Matcham Brian Walker lo elenca davanti ai suoi contemporanei e conta 92 progetti, con il più vicino a lui Charles J. Phipps, con 72. Secondo gli storici del teatro John Earl e Michael Sell, Matcham fu l'architetto originale per metà dei 48 teatri sopravvissuti a lui associati, e il resto ha restaurato, alterato o rimodellato da edifici esistenti. Altri 111 dei suoi teatri furono bombardati durante le guerre, distrutti da un incendio o demoliti nell'ambito della rigenerazione dell'area, soprattutto negli anni '60.

Dall'inizio del 1900 Crewe e WGR Sprague avevano iniziato a farsi un nome nei circoli architettonici. È stato suggerito da varie riviste di architettura che Crewe e Sprague fossero allievi di Matcham, e sebbene Glasstone fosse scettico su questo nel suo libro del 1975 Victorian and Edwardian Theatres , l'autore Iain Mackintosh ha notato una chiara influenza Matcham nei progetti di Sprague e Crewe; descrive il primo come più gentile rispetto a Matcham, mentre Crewe, sebbene condividesse molta dell'esuberanza di Matcham, era "più lucido" a causa della sua precedente formazione a Parigi. Sir Alfred Butt, scrivendo su The Era , considerava: "Frank Matcham ha vissuto per il suo lavoro, ed è stato senza dubbio preminente come architetto di teatri e music hall". Secondo gli storici Roger Dixon e Stefan Muthesius, Matcham era "l'architetto più coerente e prolifico delle sale da musica successive... i suoi edifici, per lo più nelle province e nei sobborghi di Londra, [erano] uguali o superavano in splendore [ rispetto a] i teatri metropolitani e i teatri d'opera."

Il 22 novembre 2007 Matcham è stato commemorato da English Heritage quando una targa blu è stata svelata dall'attore Timothy West e dall'attrice Prunella Scales nell'ex casa londinese di Matcham, 10 Haslemere Road, Hornsey .

Note e riferimenti

Appunti

Riferimenti

fonti

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Gennaro Basile

Questo post su Frank Matcham mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Frank Matcham mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto

Aldo Piccolo

Il linguaggio sembra vecchio, ma le informazioni sono affidabili e in generale tutto ciò che è scritto su Frank Matcham dà molta fiducia, Ho trovato questo articolo su Frank Matcham molto interessante

Sara Zanetti

Sono stato felice di trovare questo articolo su Frank Matcham, Sono stato felice di trovare questo articolo su Frank Matcham

Antonino Napolitano

Mi piace il sito, e l'articolo sulla Frank Matcham è quello che stavo cercando