Frank Lockhart (pilota)



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Lockhart (pilota) sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Lockhart (pilota) in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Lockhart (pilota) che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Lockhart (pilota), ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Lockhart (pilota), senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Lockhart (pilota). Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Lockhart
Nato
Frank Stallworth Lockhart

( 1903-04-08 )8 aprile 1903
Morto 25 aprile 1928 (1928-04-25)(25 anni)
Causa di morte Incidente d'auto durante il tentativo di stabilire un nuovo record di velocità su terra
Occupazione Pilota da corsa
Conosciuto per Detentore del record di velocità su terra (1928)

Frank Stallworth Lockhart (nato 8 aprile, 1903 a Dayton, Ohio - 25 Aprile, 1928 Daytona Beach, Florida ) è stato un americano di automobili da corsa conducente attiva nel 1920, considerato da molti storici ad essere una leggenda nello sport alla pari con 1960 Il campione del mondo piloti britannico Jim Clark . Durante una carriera "notevole anche se troppo breve", Lockhart ha vinto numerose gare su sterrato , piste da tavolo , la 500 Miglia di Indianapolis del 1926 e ha stabilito un record mondiale di velocità su terra per una media di distanza. In tutto, ha avuto nove vittorie AAA e due vice-campionati in due anni di competizione.

Carriera agonistica

Lockhart è cresciuto nel sud della California . Divenne un famoso pilota di dirt track della West Coast. Lockhart aveva una forte capacità ingegneristica e di costruzione di motori che ha usato per costruire auto personalizzate durante la sua carriera.

1926

Lockhart ha iniziato la sua carriera nelle Ford preparate da Frontenac (Fronty Ford) in eventi di corse su pista , dove ha mostrato una notevole velocità contro i dominatori Duesenberg e Miller per due stagioni. La sua grande occasione arrivò quando fu firmato come pilota di soccorso per Miller a otto cilindri sovralimentato di Peter Kreis alla 500 Miglia di Indianapolis del 1926 . Ha convinto Kreis a permettergli di fare alcuni giri di "riscaldamento" e ha segnato tempi più veloci di Kreis (120.919 mph {194,59 km/h}). Ha stabilito un nuovo record della pista non ufficiale nel suo primo giro di qualifica ufficiale (una media di tre giri è stata utilizzata per stabilire un record della pista). Ha tagliato una gomma e si è schiantato al secondo giro di qualifica. Ha anche avuto problemi meccanici al secondo tentativo. Ha rallentato al suo terzo e ultimo tentativo, e si è qualificato 20 ° assoluto con una velocità di 95,780 mph (154,113 km/h). Il giorno della gara, è passato dal 20° al quinto al giro 5, dopo aver superato 14 vetture solo in quel giro. È salito al secondo posto al giro 16. Lockhart ha preso il comando di Dave Lewis poco dopo un ritardo di pioggia al giro 72. Lewis e Lockhart hanno combattuto per il comando per i successivi 20 giri, fino a quando Lewis ha abbandonato. Lockhart ha quasi allungato un vantaggio di due giri prima che la pioggia ponesse fine alla gara al giro 160, diventando il quarto rookie a vincere la 500 Miglia di Indianapolis.

Lockhart ha comprato la macchina. In seguito acquistò una seconda auto Miller e stabilì record di pista quasi ovunque andasse. Ha vinto altri quattro eventi del campionato AAA nel 1926, ed è arrivato secondo in classifica.

1927

L'auto di Lockhart è stata la prima auto dotata di intercooler . L'intercooler ha aggiunto 8 mph (13 km/h) alla sua velocità nella sua prima gara a Culver City a marzo.

Lockhart si qualificò in pole per la 500 Miglia di Indianapolis del 1927 con la sua Perfect Circle Miller. Lockhart ha condotto i primi 81 giri, e ben 107 prima che la sua auto rompesse una biella, stabilendo un record di leader sul giro di apertura che è rimasto in piedi per 64 anni. Ha vinto altri cinque eventi del campionato AAA nel 1927 e ha ripetuto il vice-campionato.

Riepilogo carriera agonistica

Nella sua carriera agonistica ha stabilito il record di velocità di tutti i tempi in qualifica ad Atlantic City, un record superato per la prima volta a Indianapolis nel 1960. Ha corso in 22 eventi su pista nella sua carriera, con otto vittorie e quattordici top 5, ed è 25esimo su la classifica dei giri di tutti i tempi a Indianapolis.

Indianapolis 500 risultati

Record di velocità su terra e morte

L'11 aprile 1927, Lockhart prese uno dei suoi minuscoli Miller da 91 pollici cubici (1491 cc) sovralimentati e intercooler presso il lago asciutto di Muroc e stabilì un record di velocità su terra di 160,01 mph (257,50 km/h) per una media a due vie nel miglio (1,6 km), con una velocità massima di 171 mph (275 km/h).

Sostenuta da Stutz Motor Company , Lockhart ha combinato due motori DOHC Miller da 91 ci (1,5 L) sovralimentati, producendo circa 380 CV (280 kW), l'auto di cilindrata più piccola che abbia mai tentato di stabilire un nuovo record di velocità su terra nella 122 183 pollici cubi (23 litri ) a Daytona Beach . Il 25 aprile 1928, lo Stutz Black Hawk Special streamliner di Lockhart (chiamato per la città dell'Indiana che ospitava la fabbrica di Stutz) ha compiuto una corsa di riscaldamento di 198,29 mph (319,1 km/h), con il suo primo passaggio ufficiale a 203,45 mph (327,40 km /h), ben al di sotto del segno di 207,552 mph (334,007 km/h) stabilito all'inizio dell'anno da Ray Keech nel suo Triplex Special da 81 litri (4178 ci) . Al passaggio di ritorno di Lockhart, il pneumatico posteriore destro del Black Hawk Special è esploso a causa di una vescica che si era formata durante il suo primo passaggio in velocità, è andato fuori controllo ed è caduto violentemente sulla sabbia, lanciando Lockhart dall'auto e uccidendolo all'istante.

Premi

Riferimenti

Opiniones de nuestros usuarios

Gina Palmieri

Mi ha colpito questo articolo sulla Frank Lockhart (pilota), è divertente come le parole siano ben misurate, è come... elegante, Finalmente un articolo sulla Frank Lockhart (pilota)

Rita Albanese

Avevo bisogno di trovare qualcosa di diverso sulla Frank Lockhart (pilota), non la tipica roba che si legge sempre su internet e mi è piaciuto questo articolo sulla Frank Lockhart (pilota), Ottimo post sulla Frank Lockhart (pilota)

Annamaria Ceccarelli

È un buon articolo sulla _variabilità. Dà le informazioni necessarie, senza eccessi