Frank Howes



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Howes sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Howes in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Howes che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Howes, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Howes, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Howes. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Stewart Howes (2 aprile 1891 28 settembre 1974) è stato un critico musicale inglese. Dal 1943 al 1960 è stato capo critico musicale del Times . Dai suoi giorni da studente Howes gravitò verso la critica come sua specializzazione musicale, guidato dai consigli del direttore d'orchestra e professore Sir Hugh Allen e dal critico HC Colles .

Howes era noto per la sua affinità con la musica inglese nella tradizione del " Rinascimento musicale inglese "; dopo il 1945 trovò non congeniale la natura meno nazionalista e più cosmopolita dei compositori del dopoguerra.

Oltre al suo lavoro per The Times , Howes ha scritto quindici libri e ha fatto parte di molti comitati musicali per enti tra cui la BBC e l' Arts Council .

Vita e carriera

Howes è nato a Oxford , ed è stato educato alla Oxford High School e al St John's College , dove il suo amore per la musica si è sviluppato sotto la guida di Sir Hugh Allen . Dopo la prima guerra mondiale, in cui fu arruolato nel Corpo Non Combattente , fu ammesso al Royal College of Music , dove, guidato da HC Colles , si specializzò in critica musicale.

Nel 1925 Colles, che era capo critico musicale del Times , reclutò Howes nel suo staff. Nel 1938 Howes assunse le funzioni aggiuntive di docente presso il Royal College, e in seguito fu docente extramurale alle Università di Oxford e Glasgow . Quando Colles morì nel 1943, Howes fu nominato suo successore.

Tra gli entusiasmi di Howes c'era la musica popolare inglese e, dal 1927 al 1945, diresse il giornale della English Folk Dance and Song Society . Sostenne la teoria secondo cui Hubert Parry e Charles Villiers Stanford guidarono un " Rinascimento musicale inglese " tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, da cui erano esclusi i compositori non appartenenti all'élite del Royal College. Il suo necrologio su The Times ha considerato quello dei 15 libri di Howes, è stato The English Musical Renaissance del 1996 che ha significato di più per lui. Secondo il suo collega critico Martin Cooper, l'affinità di Howes con la musica nella tradizione del "Rinascimento inglese" lo ha lasciato fuori dalla simpatia per la prospettiva sempre più cosmopolita di quei compositori britannici emersi solo dopo la seconda guerra mondiale.

Tra gli altri libri di Howes c'erano studi su William Byrd , Ralph Vaughan Williams e William Walton . Oltre alla sua scrittura, fu attivo nel lavoro musicale dietro le quinte, come presidente della Royal Musical Association (1947-1958), presidente del Musicians' Benevolent Fund (1936-1955); e membro di comitati consultivi musicali per la BBC , l' Arts Council e il British Council .

Howes sposò Barbara Tidd Pratt nel 1928; la coppia ebbe un figlio e tre figlie. Morì a Standlake , nell'Oxfordshire, all'età di 83 anni.

Libri di Howes

  • Il confine tra musica e psicologia (1926)
  • Apprezzamento della musica (1928)
  • William Byrd (1928)
  • Una chiave per l'arte della musica (1935)
  • Una chiave per l'opera (1939, con Philip Hope-Wallace )
  • Orchestra completa (1942)
  • Uomo, mente e musica (1948)
  • Musica, 194550 (1951)
  • La musica di Ralph Vaughan Williams (1954)
  • La musica e i suoi significati (1958)
  • Il festival di Cheltenham (1965)
  • La musica di William Walton (1965)
  • Il Rinascimento musicale inglese (1966)
  • Musica popolare della Gran Bretagna - e oltre (1969)
  • Concerti di Oxford: un record per il giubileo (1969)
Fonte: Grove Online.
Inedito
  • Dal nostro critico musicale: un'autobiografia (1972): manoscritto, conservato dalla British Library, MS Mus. 283

Appunti

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Giuliano Magni

Mio padre mi ha sfidato a fare i miei compiti senza usare affatto Wikipedia, gli ho detto che potevo farlo cercando in molti altri siti. Per mia fortuna ho trovato questo sito e questo articolo su Frank Howes mi ha aiutato a completare il mio compito. Ero quasi tentato di entrare in Wikipedia, dato che non riuscivo a trovare nulla su Frank Howes, ma per fortuna l'ho trovato qui, perché poi mio padre ha controllato la mia cronologia di navigazione per vedere dove ero stato. Ti immagini se entrassi in Wikipedia? Per fortuna ho trovato questo sito e l'articolo su Frank Howes qui. Ecco perché vi do le mie cinque stelle

Simona Marra

Questo post su Frank Howes mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., L'informazione su Frank Howes mi ha fatto vincere una scommessa, cosa meno per lasciare un buon punteggio per esso., Corretto

Giorgio Costa

È sempre bene imparare. Grazie per l'articolo su Frank Howes

Luciano Giannini

Trovo molto interessante il modo in cui è scritto questo post sulla Frank Howes, mi ricorda i miei anni di scuola. Che bei tempi, grazie per avermi riportato lì