Frank Howard (baseball)



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Howard (baseball) sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Howard (baseball) in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Howard (baseball) che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Howard (baseball), ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Howard (baseball), senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Howard (baseball). Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Howard
Frank Howard 2009.jpg
Howard nel 2009
Esterno sinistro / Esterno destro / Prima base
Nato: 8 agosto 1936 Columbus, Ohio( 1936-08-08 )
Battuta: destra
Tiro: giusto
Debutto in MLB
10 settembre 1958, per i Los Angeles Dodgers
Ultima apparizione in MLB
30 settembre 1973, per i Detroit Tigers
Statistiche MLB
Media battuta .273
fuoricampo 382
Corre battuta dentro 1.119
Squadre
Come giocatore

Come manager

Come allenatore

Momenti salienti della carriera e riconoscimenti

Frank Oliver Howard (nato l'8 agosto 1936), soprannominato " Hondo ", " The Washington Monument " e " The Capitol Punisher ", è un ex giocatore, allenatore e manager americano della Major League Baseball che ha giocato gran parte della sua carriera per il Los Angeles Dodgers e Washington Senators / franchising Texas Rangers .

Secondo l'ex allenatore dei Senators/Rangers Bill Zeigler, uno dei giocatori più fisicamente intimidatori di questo sport, Howard da 6 piedi e 7 pollici (2,01 m) in genere fa pendere la bilancia tra le 275 e le 290 libbre. Howard è stato nominato il National League s' Rookie of the Year nel 1960 , ed ha continuato a condurre due volte la lega americana in funzionamenti domestici e basi totali e in percentuale slugging , funzionamenti hanno battuto dentro e cammina una volta. I suoi 382 fuoricampo in carriera furono gli ottavi per un battitore destro quando si ritirò; i suoi 237 fuoricampo e il totale del 1969 di 48 fuoricampo e 340 basi totali in uniforme di Washington sono un record per una qualsiasi delle numerose franchigie di quella città. Annotazioni di concessione Washington / Texas di Howard di 1.172 giochi, 4.120 ai blocchi , 246 fuoricampo, 1.141 visite , 701 RBI, 544 piste , 155 doppie , 2.074 basi totali e una percentuale slugging 0,503 da allora sono stati rotti.

Carriera

Los Angeles

An All-American nel basket a Ohio State , Howard è stato disegnato dal Philadelphia Warriors della NBA . Firmò invece con l'organizzazione dei Dodgers, e dopo una manciata di presenze nel 1958 e 1959 succedette a Carl Furillo come esterno destro del Los Angeles nel 1960; ha vinto lo Sporting News Minor League Player of the Year Award nel 1959 dopo aver battuto 43 homer nella Pacific Coast League . È stato nominato Rookie of the Year della NL dopo aver battuto .268 con 23 fuoricampo e 77 RBI, ed è stato soprannominato " Hondo " dai compagni di squadra dopo un film di John Wayne . Ha segnato 98 homer nelle quattro stagioni successive, soprattutto in una stagione del 1962 in cui ha battuto .296 con 31 fuoricampo e finì tra i primi cinque giocatori della NL in RBI (119) e slugging (.560). Ha vinto il premio NL Player of the Month a luglio con una media di 0,381, 12 fuoricampo e un incredibile 41 RBI. Come outfielder da 127 partite (completando solo 91), Howard è stato accreditato con 19 assist di outfield (il leader della lega, Johnny Callison, iniziando a 147 partite ne ha avute solo cinque in più). La stagione si concluse con i Dodgers ei San Francisco Giants alla pari per il primo posto, rendendo necessario un playoff del pennant di tre partite; Howard ha avuto solo un singolo in 11 at-bats e ha colpito tre volte contro Billy Pierce nella prima partita, inclusa l'eliminazione finale; ma ha avuto una corsa e un RBI nella seconda gara, una vittoria per 8-7. I Giants hanno vinto il pennant in tre partite, ma Howard sarebbe poi finito nono nella votazione di MVP .

Nel 1963 la sua produzione scese a una media di 0,273, 28 homer e 64 RBI; ma i Dodgers vinsero il pennant, e il suo fuoricampo da solo nel piano superiore contro Whitey Ford ruppe un pareggio a reti inviolate nel quinto inning di gara 4 delle World Series , aiutando Los Angeles a vincere per 2-1 e spazzare via il New York Yankee . Colpì di nuovo oltre 20 fuoricampo nel 1964 , e il 4 giugno il suo fuoricampo da tre punti nel settimo inning fornì tutte le segnature nella terza no-hitter di Sandy Koufax , una sconfitta per 3-0 sui Philadelphia Phillies ; Howard aveva anche segnato in casa per la corsa finale nel primo no-hitter di Koufax il 30 giugno di due anni prima, una vittoria per 5-0 sui New York Mets . Ma il trasferimento della squadra nel 1962 al Dodger Stadium, amico dei lanciatori, ha danneggiato i battitori potenti e gli esterni più veloci come Willie Davis sono stati visti come più in linea con il futuro del club; La media battuta di .226 di Howard nel 1964, combinata con i totali di strikeout regolarmente alti, ha portato al suo trasferimento a Washington in un contratto di dicembre per sette giocatori che ha portato il futuro titolare dell'All-Star Claude Osteen a Los Angeles. Nel 2005 Howard ha ricordato di aver accolto il commercio nonostante fosse passato da un contendente al gagliardetto a una debole squadra di espansione, osservando: "Ero essenzialmente un quarto outfielder a Los Angeles, colpendo 25 fuoricampo all'anno nel più grande parco di baseball in America e facendolo su 400 a -pipistrelli." Ha aggiunto: "Cosa potrei fare se ottengo 550 at-bats Ho avuto i miei anni migliori qui".

Washington

Spostato al campo sinistro a Washington, Howard è stato senza dubbio il centro dell'attacco, guidando la squadra in homers e RBI in ciascuna delle sue sette stagioni lì. Ma sotto i manager Gil Hodges , Jim Lemon e Ted Williams , i Senators erano un gruppo infelice, ottenendo solo una stagione vincente in quel periodo. Nel 1967 raggiunse 36 homer, terzo nell'AL dietro Harmon Killebrew e Carl Yastrzemski , entrando negli anni di punta della sua carriera. Durante un incredibile periodo di una settimana nella primavera del 1968 (12-18 maggio), Howard ha battuto 10 fuoricampo su 20 ai pipistrelli, con almeno uno su sei partite consecutive; i suoi 10 fuoricampo sono anche i più alti in una settimana. In seguito avrebbe segnato 13 homers in 16 partite, un punteggio che ancora resiste, eguagliato solo da Albert Belle nel 1995 . Howard terminò la stagione in testa all'AL con 44 fuoricampo, una percentuale di slugging di 0,552 e 330 basi totali, e fu secondo a Ken Harrelson con 106 RBI; ha fatto la sua prima delle quattro squadre consecutive All-Star quell'anno (in particolare, all'età piuttosto tardiva di 31 anni dopo aver vinto il titolo di Rookie of the Year con i Dodgers all'età di 23 anni otto stagioni prima) e si è piazzato ottavo nella classifica Votazione MVP, anche se i Senators finirono al decimo (ultimo) posto con un record di 65-96. I suoi successi nel 1968 sono stati tanto più impressionanti, considerando che il lancio ha dominato quell'anno; Il 1968 è stato spesso definito "l'anno del lanciatore".

Howard ha indossato il numero 9 dal momento in cui si è unito ai Senators fino al 1968. Quando il nuovo proprietario Bob Short ha firmato lo slugger in pensione Williams per dirigere il club, Howard ha felicemente ceduto il numero 9 in modo che l'Hall of Famer potesse indossarlo ancora una volta; Howard ha indossato il numero 33 per l'inizio della stagione 1969. Williams ha giocato un ruolo importante nell'insegnargli ad essere più paziente al piatto, chiedendo al picchiatore: "Puoi dirmi come un ragazzo può colpire 44 fuoricampo e ottenere solo 48 basi su palle" Ha incoraggiato Howard a licenziare la prima palla veloce che ha visto e a far lavorare i lanciatori più a fondo nel conteggio, consiglio che ha portato il totale di Howard a quasi raddoppiare. A partire dal 1968, è apparso semi-regolarmente in prima base al fine di limitare l'usura del gioco quotidiano in campo esterno. Contro gli Orioles il 13 aprile 1969, Howard ebbe una prestazione atipicamente scadente al piatto, segnando sei volte nel corso di un doubleheader, di cui quattro contro Jim Palmer nella prima partita. Ha sfogato la sua frustrazione rompendo una mazza sul ginocchio. Nel 1969 ottenne i massimi in carriera con 48 homer (uno dietro il vantaggio in campionato di Killebrew), 111 punti (secondo nell'AL a Reggie Jackson ), una media battuta di 0,296 e un punteggio di slugging di 0,574. Sulle spalle larghe di Howard, i Senators ebbero il loro miglior anno di sempre, 8676, ma finirono comunque molto indietro rispetto ai Baltimore Orioles nella Eastern Division. Di nuovo guidò l'AL con 340 basi totali, il massimo mai registrato da un giocatore di Washington, e aggiunse 111 RBI; il suo quarto posto nel voto MVP è stato il più alto della sua carriera. Nel 1970 guidò l'AL sia negli home run (44) che nell'RBI (126); le sue 132 passeggiate in quell'anno hanno anche superato la lega e rimangono un record di franchigia. Il 2 settembre, ha ricevuto tre passeggiate intenzionali dal mancino lanciafiamme Sam McDowell, due delle quali per iniziare un inning. Arrivò quinto nella gara di MVP del 1970 e ricevette un voto per il primo posto.

Howard colpì l'ultimo fuoricampo della stagione regolare per i Senators all'RFK Stadium nella sua finale alla battuta il 30 settembre 1971 contro il lanciatore degli Yankees Mike Kekich . Dopo aver salutato i fan in festa, Howard ha lanciato la fodera del casco sugli spalti e dopo la partita ha detto "Questa è un'utopia per me".

Anni dopo

I Senators si trasferirono a Dallas/Fort Worth nel 1972 , diventando i Texas Rangers . Howard ha battuto solo 0,244 con 9 fuoricampo in 95 partite prima che il suo contratto fosse venduto ai Detroit Tigers ad agosto; ha avuto solo un fuoricampo in 33 partite per Detroit, e non è apparso nella postseason per i campioni della divisione. Concluse la sua carriera in major league nel 1973 con una media di 0,256 e 12 fuoricampo per i Tigers, giocando come battitore designato . Incapace di trovare un lavoro nelle major, nel 1974 Howard firmò per giocare nella Pacific League giapponese per i Taiheiyo Club Lions . Nel suo primo in battuta per la sua nuova squadra, ha oscillato potentemente e si è fatto male alla schiena; non ha mai più suonato in Giappone.

In 16 stagioni, Howard è stato un battitore di .273 in carriera con una percentuale di slugging di .499, 382 fuoricampo e 1.119 RBI in 1.895 partite . I suoi voti a vita includevano 864 punti, 1.774 valide, 245 doppi, 35 tripli , otto basi rubate e una percentuale di .352 su basi ; i suoi 1.460 strikeout sono stati quindi il quinto più alto totale nella storia della major league. Jim Sundberg ha superato i suoi totali in franchigia Senators/Rangers per partite in carriera, in battuta e in doppio nel 1982 e nel 1983 ; Toby Harrah ha battuto i suoi voti per run e successi nel 1985 e nel 1986 ; e Juan González ha battuto i suoi record di fuoricampo, RBI, basi totali e percentuale di slugging nel 1997 e 1998 .

Come manager e allenatore

Dopo il suo ritiro da giocatore, Howard ha allenato per i Milwaukee Brewers dal 1977 al 1980 prima di essere nominato allenatore dei San Diego Padres del 1981 . La squadra finì all'ultimo posto in entrambe le metà di quella stagione segnata dallo sciopero e Howard fu lasciato andare. Prendendo piede come allenatore dei Mets nel 1982, ha assunto la carica di allenatore per le ultime 116 partite nel 1983 dopo le dimissioni di George Bamberger , ma ancora una volta è finito all'ultimo posto.

In tutto, ha registrato un record di carriera manageriale di 93-133. Howard ha anche allenato di nuovo per i Brewers (198586), Mets (199496), Seattle Mariners (198788), Yankees (1989, 199193) e Tampa Bay Devil Rays (199899). Dal 2000 ha lavorato per gli Yankees come istruttore per lo sviluppo dei giocatori.

Nel 1972 Howard aveva pensato che prima che fosse passato molto tempo, un altro presidente avrebbe pronunciato il lancio del giorno di apertura nella capitale. Il 14 aprile 2005, il baseball è tornato a Washington. Riflettendo sulla sua partenza nel '71 ha osservato: "Pensavo che entro cinque anni sarebbe tornato. Bene, 34 anni dopo, eccoci qui". Durante le cerimonie pre-partita prima della partita Washington Nationals - Arizona Diamondbacks all'RFK Stadium, in cui erano presenti giocatori di entrambi gli ex club dei Senators, Howard è uscito sul campo sinistro ed è stato accolto da una fragorosa ovazione. All'età di 68 anni, ha scherzato: "So che andrò a sinistra - se riesco ad arrivare così lontano senza avere una coronaria! Ero in grado di fare uno sprint là fuori, ma non so nemmeno se lo farò essere in grado di fare jogging. Ho detto (ex senatore Ed) Brinkman , 'Per i brividi, chiama il 911 se ho uno scoppio nel campo sinistro.'"

Howard ora aiuta a raccogliere fondi per il St. Jude Children's Research Hospital.

Guarda anche

Riferimenti

link esterno


Posizioni sportive
Preceduto da
Sandy Koufax
Giocatore del mese della Major League
luglio 1962
Succeduto da
Jack Sanford
Preceduto da
Harvey Kuenn
Milwaukee Brewers colpisce l'allenatore
1977
Succeduto da
Harvey Kuenn
Preceduto da
Harvey Kuenn
Milwaukee Brewers primo allenatore di base
19781980
Succeduto da
Ron Hansen
Preceduto da
Chuck Cottier
Allenatore della terza base dei New York Mets
19821983
Succeduto da
Bobby Valentine
Preceduto da
New York Mets primo allenatore di base
1984
Succeduto da
Bill Robinson
Preceduto da
Milwaukee Brewers colpisce l'allenatore
1985-1986
Succeduto da
Tony Muser
Preceduto da
Tom Trebelhorn
Milwaukee Brewers First Base Coach
19851986
Succeduto da
Dave Hilton
Preceduto da
Seattle Mariners First Base Coach
19871988
Succeduto da
Rusty Kuntz
Preceduto da
Chris Chambliss
New York Yankees colpisce l'allenatore
1989
Succeduto da
Champ Summers
Preceduto da
Darrell Evans
New York Yankees colpendo allenatore
1991-1992
Riuscito da
Rick Down
Preceduto da
Ed Napoleon
Allenatore della prima base dei New York Yankees
1993
Succeduto da
Brian Butterfield
Preceduto da
Tom McCraw
Allenatore della prima base dei New York Mets
19941996
Succeduto da
Rafael Landestoy
Preceduto da
Chino Cadahia
Allenatore della Gulf Coast League Braves
1997
Riuscito da
Rick Albert
Preceduto dal
primo Allenatore di panchina
Tampa Bay Devil Rays Allenatore della panchina
19981999
Succeduto da
Bill Russell
Preceduto da
Brian Butterfield
Columbus Clippers Manager
2002
Succeduto da
Stump Merrill

Opiniones de nuestros usuarios

Bruno Rossini

Ho trovato le informazioni che ho trovato su Frank Howard (baseball) molto utili e piacevoli. Se dovessi mettere un 'ma' forse sarebbe che non è abbastanza inclusivo nella sua formulazione, ma per il resto, è ottimo, L'articolo sulla Frank Howard (baseball) è molto utile e piacevole

Leonardo Venturini

Per quelli come me che cercano informazioni su Frank Howard (baseball), questa è un'ottima scelta

Alfonso Gallo

Pensavo di sapere già tutto sulla Frank Howard (baseball), ma in questo articolo ho scoperto che alcuni dei dettagli che pensavo fossero buoni non erano così buoni. Grazie per le informazioni

Annunziata Frigerio

L'articolo sulla Frank Howard (baseball) è completo e ben spiegato. Non toglierei o aggiungerei una virgola, L'articolo su Frank Howard (baseball) è completo e ben spiegato