Frank Costello



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Costello sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Costello in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Costello che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Costello, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Costello, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Costello. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Costello
Frank Costello - Comitato Kefauver.jpg
Costello testimonia davanti al Comitato Kefauver
Nato
Francesco Castiglia

( 1891-01-26 )26 gennaio 1891
Morto 18 febbraio 1973 (1973-02-18)(82 anni)
New York City , Stati Uniti d'America
Luogo di riposo Cimitero di San Michele , Queens, New York
Occupazione Contrabbandiere , boss del crimine , gangster , racket
Coniugi
Lauretta Geigerman
( m.  1918)
Fedeltà Luciano famiglia criminale
Condanna/i Disprezzo (1951)
Evasione fiscale (1952)
sanzione penale 18 mesi di reclusione
Cinque anni di reclusione

Frank Costello ( italiano:  [kostllo] ; nato Francesco Castiglia ;[frantesko kastia] ; 26 gennaio 1891 18 febbraio 1973) è stato un boss della criminalità italo-americana della famiglia criminale Luciano . Nel 1957, Costello sopravvisse a un tentativo di assassinio ordinato da Vito Genovese e condotto da Vincent Gigante . Tuttavia, l'alterco persuase Costello a cedere il potere a Genovese e ritirarsi. Costello morì il 18 febbraio 1973.

Primi anni di vita

Costello è nato il 26 gennaio 1891 a Lauropoli , una frazione del comune di Cassano allo Ionio in provincia di Cosenza nella regione Calabria , Italia . Nel 1895, si imbarcò su una nave per lo Stati Uniti con la madre e il fratello Edward a unirsi alla loro padre, che si era trasferito a New York City 's East Harlem diversi anni prima e ha aperto un piccolo quartiere negozio di alimentari italiani.

Mentre Costello era ancora un ragazzo, suo fratello lo introdusse alle attività delle bande. A 13 anni era diventato un membro di una banda locale e aveva iniziato a usare il nome Frankie. Costello commise piccoli crimini e andò in prigione per aggressione e rapina nel 1908, 1912 e 1917. Nel 1918 sposò Lauretta Geigerman, una donna ebrea che era la sorella di un caro amico. Nello stesso anno, Costello ha scontato dieci mesi di carcere per aver portato un'arma nascosta .

Alleanza con Luciano

Mentre si lavora per la banda Morello, Costello ha incontrato Charlie "Lucky" Luciano , la siciliana leader del Manhattan 's Lower East Side banda. I due italiani diventarono subito amici e soci. Diversi membri più anziani della famiglia di Luciano disapprovavano questa collaborazione in crescita. Erano per lo più mafiosi della vecchia scuola che non erano disposti a lavorare con chi non era italiano, e nel migliore dei casi scettici sul lavoro con i non siciliani. Con grande sorpresa di Luciano, lo misero in guardia dal lavorare con Costello, che chiamarono "lo sporco calabrese ".

Insieme ai soci italoamericani Vito Genovese e Tommy "Three-Finger Brown" Lucchese , e ai soci ebrei Meyer Lansky e Benjamin "Bugsy" Siegel , la banda fu coinvolta in rapine, furti , estorsioni , gioco d'azzardo e narcotici . L'alleanza Luciano-Costello-Lansky-Siegel prosperò ulteriormente con il passaggio del proibizionismo nel 1920. La banda iniziò a contrabbandare , sostenuta dal finanziere criminale Arnold "il cervello" Rothstein .

Il successo dei giovani italiani ha permesso loro di concludere affari con i principali criminali ebrei e irlandesi dell'epoca, tra cui l' olandese Schultz , Owney "the Killer" Madden e William "Big Bill" Dwyer . Rothstein divenne un mentore per Costello, Luciano, Lansky e Siegel mentre conducevano affari di contrabbando con il barone della birra del Bronx Schultz. Nel 1922, Costello, Luciano e i loro più stretti collaboratori italiani si unirono alla famiglia criminale siciliana guidata da Joe "the Boss" Masseria , uno dei migliori boss della malavita italiana . Nel 1924, Costello era diventato uno stretto collaboratore dei boss criminali irlandesi di Hell's Kitchen Dwyer e Madden. Fu coinvolto nelle loro operazioni di gestione del rum , conosciute come " The Combine "; questo potrebbe averlo spinto a cambiare il suo cognome in irlandese "Costello".

Nel 1925, Costello divenne cittadino americano.

Il 19 novembre 1926, Costello e Dwyer furono incriminati con l'accusa di contrabbando federale. Sono stati accusati di aver corrotto due guardie costiere statunitensi , presumibilmente in modo che non disturbassero lo scarico di liquori dalle barche nel porto di New York . La più grande barca della flotta Combine poteva trasportare 20.000 casse di liquori. Nel gennaio 1927, la giuria si trovò in un punto morto sulle accuse di contrabbando per Dwyer e Costello.

Nel 1926, Dwyer fu condannato per aver corrotto un ufficiale della Guardia Costiera e condannato a due anni di carcere. Dopo che Dwyer fu imprigionato, Costello rilevò le operazioni del Combine con Madden. Ciò causò attrito tra Madden e un alto tenente di Dwyer, Charles "Vannie" Higgins , che credeva che avrebbe dovuto dirigere il Combine invece di Costello. Così, la "Manhattan Beer Wars" iniziò tra Higgins da una parte e Costello, Madden e Schultz dall'altra. A quel tempo, Schultz aveva anche problemi con i gangster Jack "Legs" Diamond e Vincent "Mad Dog" Coll , che avevano iniziato a rivaleggiare con Schultz e i suoi partner con l'aiuto di Higgins. Alla fine, l'alleanza Costello-Madden-Schultz fu distrutta dalla malavita di New York.

Alla fine degli anni '20, Johnny Torrio aiutò a organizzare un cartello sciolto di contrabbandieri della East Coast, i Big Seven , in cui un certo numero di gangster di spicco, tra cui Costello, Luciano, Longy Zwillman , Joe Adonis e Meyer Lansky , ebbero un ruolo. Torrio ha anche sostenuto la creazione di un organismo nazionale che avrebbe impedito il tipo di guerre per il territorio tra bande scoppiate a Chicago e New York. La sua idea è stata ben accolta e una conferenza è stata ospitata ad Atlantic City da Torrio, Lansky, Luciano e Costello nel maggio 1929; fu creato il National Crime Syndicate .

Guerra Castellammarese

All'inizio del 1931 scoppiò la Guerra Castellammarese tra Masseria e Salvatore Maranzano . In un accordo segreto con Maranzano, Luciano accettò di organizzare la morte del suo capo, Masseria, in cambio di ricevere le racchette di Masseria e diventare il secondo in comando di Maranzano. Il 15 aprile 1931, Luciano aveva attirato Masseria a un incontro dove era stato assassinato in un ristorante chiamato Nuova Villa Tammaro a Coney Island . Mentre giocavano a carte, Luciano si sarebbe scusato in bagno, con gli uomini armati che sarebbero stati Genovese, Albert Anastasia , Joe Adonis e Benjamin "Bugsy" Siegel ; Ciro "Il re dei carciofi" Terranova guidava l'auto per la fuga, ma la leggenda narra che fosse troppo scosso per andarsene e dovette essere spinto fuori dal posto di guida da Siegel. Luciano ha assunto la famiglia di Masseria, con Genovese come suo underboss.

Nel settembre 1931 Luciano e Genovese pianificarono l'omicidio di Maranzano. Luciano aveva saputo che Maranzano aveva intenzione di uccidere lui e Genovese, e aveva preparato una squadra d'assalto per uccidere prima Maranzano. Il 10 settembre 1931, quando Maranzano convocò Luciano, Genovese e Costello per un incontro nel suo ufficio, sapevano che Maranzano li avrebbe uccisi lì. Invece, Luciano mandò nell'ufficio di Maranzano quattro gangster ebrei i cui volti erano sconosciuti alla gente di Maranzano. Erano stati assicurati con l'aiuto di Lansky e Siegel. Dopo aver assassinato Maranzano, Luciano ha successivamente creato la Commissione per fungere da organo di governo della criminalità organizzata.

Anni da consigliere

Nel 1931, dopo gli omicidi Masseria e Maranzano, Luciano divenne il capo della nuova famiglia criminale di Luciano, con Genovese come underboss e Costello come consigliere . Costello divenne rapidamente uno dei maggiori guadagni per la famiglia Luciano e iniziò a ritagliarsi la propria nicchia nel mondo sotterraneo. Ha controllato le operazioni di slot machine e bookmaking per la famiglia con il socio Philip "Dandy Phil" Kastel. Costello ha piazzato circa 25.000 slot machine in bar, ristoranti, caffè, farmacie, stazioni di servizio e fermate degli autobus in tutta New York. Nel 1934, il sindaco Fiorello La Guardia confiscò migliaia di slot machine di Costello, le caricò su una chiatta e le gettò nel fiume. La mossa successiva di Costello è stata quella di accettare la proposta del governatore della Louisiana Huey Long di mettere le slot machine in tutta la Louisiana per il 10% dell'incasso. Costello nominò Kastel sovrintendente delle operazioni di slot della Louisiana. Kastel ha avuto l'assistenza del mafioso di New Orleans Carlos "Little Man" Marcello . Costello ha portato milioni di dollari di profitto dalle slot machine e dal bookmaking alla famiglia Luciano.

Capo e prigione

Nel 1936, Luciano fu condannato per conduzione di un giro di prostituzione e condannato a 30-50 anni di prigione di stato. Ha tentato di governare la famiglia criminale dalla prigione con l'aiuto di Costello e Lansky, ma lo ha trovato troppo difficile. Con la prigionia di Luciano, Genovese divenne ad interim il capo della famiglia criminale Luciano. Nel 1937, Genovese fu incriminato per un omicidio del 1934 e fuggì in Italia per evitare il processo. Luciano ha quindi nominato Costello come capo ad interim. Il suo underboss era suo cugino Willie Moretti .

Dal maggio 1950 al maggio 1951, il Senato degli Stati Uniti condusse un'indagine su vasta scala sulla criminalità organizzata, comunemente nota come Kefauver Hearings , presieduta dal senatore Estes Kefauver del Tennessee . Costello è stato condannato per oltraggio al Senato e condannato a 18 mesi di carcere. Il senatore Kefauver ha concluso che il politico Carmine DeSapio stava assistendo le attività di Costello e che Costello era diventato influente nelle decisioni prese dal consiglio di Tammany Hall . DeSapio ha ammesso di aver incontrato Costello diverse volte, ma ha insistito sul fatto che "di politica non si è mai discusso". Nel 1952, il governo iniziò un procedimento per privare Costello della sua cittadinanza statunitense e fu incriminato per evasione di $ 73.417 in imposte sul reddito tra il 1946 e il 1949. Fu condannato a cinque anni di carcere e multato di $ 20.000. Nel 1954, Costello fece appello alla condanna e fu rilasciato su cauzione di $ 50.000; dal 1952 al 1961 è entrato e uscito da una mezza dozzina di carceri e prigioni federali e locali, il suo confino interrotto da periodi in cui era fuori su cauzione in attesa della determinazione dei ricorsi.

Tentativo di omicidio e conseguenze

Vito Genovese foto segnaletica s'

Nel 1956, Adonis, un potente alleato di Costello, scelse la deportazione in Italia per una lunga pena detentiva. La sua partenza lasciò Costello indebolito, ma Genovese doveva ancora neutralizzare un altro potente alleato di Costello, Anastasia, che aveva rilevato la famiglia criminale Mangano dopo la scomparsa del boss Vincent Mangano e l'omicidio del fratello Philip Mangano il 14 aprile 1951.

All'inizio del 1957, Genovese decise di trasferirsi su Costello. Genovese ordinò a Vincent Gigante di uccidere Costello e il 2 maggio 1957 Gigante sparò e ferì Costello fuori dal suo condominio. L'alterco persuase Costello a cedere il potere a Genovese ea ritirarsi. Genovese allora controllava quella che oggi è chiamata la famiglia criminale genovese . Un portiere identificò Gigante come l'uomo armato, ma nel 1958 Costello testimoniò di non essere stato in grado di riconoscere il suo aggressore; Gigante è stato assolto dall'accusa di tentato omicidio.

Il 25 ottobre 1957, Anastasia fu uccisa nel negozio di barbiere del Park Sheraton Hotel tra 56th Street e 7th Avenue a Manhattan . Carlo Gambino doveva essere proclamato capo della famiglia di Anastasia all'Apalachin Meeting Genovese convocato il 14 novembre 1957 per discutere del futuro di Cosa Nostra alla luce della sua acquisizione. Quando la polizia ha fatto irruzione nell'incontro, a scapito della reputazione di Genovese, la nomina di Gambino è stata rinviata a un successivo incontro a New York City. Nel 1959 Genovese fu condannato per aver venduto una grande quantità di eroina. Il 17 aprile 1959, Genovese fu condannato a 15 anni nel penitenziario federale di Atlanta, in Georgia .

Pensionamento e morte

Durante il suo ritiro, Costello era ancora conosciuto come "Il Primo Ministro degli Inferi". Mantenne ancora il potere e l'influenza nella mafia di New York e rimase impegnato durante i suoi ultimi anni. I capi di Cosa Nostra e vecchi soci come Gambino e Lucchese facevano ancora visita a Costello nel suo attico Waldorf Astoria , in cerca di consigli su importanti affari mafiosi. Anche il vecchio amico di Costello, Meyer Lansky, si è tenuto in contatto. Costello si dedicò al giardinaggio e mostrò alcuni dei suoi fiori agli spettacoli di orticoltura locali.

Il 20 febbraio 1961, la Corte Suprema degli Stati Uniti ha confermato un ordine del tribunale inferiore che ha privato Costello della sua cittadinanza statunitense. Ma il 17 febbraio 1964, lo stesso tribunale annullò un ordine di espulsione per Costello, adducendo un cavillo legale.

All'inizio di febbraio 1973, Costello ha subito un attacco di cuore nella sua casa di Manhattan ed è stato ricoverato al Doctors Hospital di Manhattan, dove è morto il 18 febbraio. Il tranquillo servizio commemorativo di Costello in un'impresa di pompe funebri di Manhattan ha visto la partecipazione di 50 parenti, amici e forze dell'ordine agenti. Costello è sepolto in un mausoleo privato nel cimitero di St. Michael a East Elmhurst, nel Queens . Nel 1974, dopo che il suo nemico Carmine Galante fu scarcerato, avrebbe ordinato di bombardare le porte del mausoleo di Costello.

Cultura popolare

Note a piè di pagina

Riferimenti

link esterno

mafia americana
Preceduto da
Sconosciuto
Famiglia criminale genovese
Consigliere

1931-1937
Succeduto da
"Sandino"
Preceduto da
Vito Genovese
Famiglia criminale genovese
Capo ad

interim 19371946
Riuscito vicino
stesso
come capo
Preceduto da
Lucky Luciano

Capo della famiglia criminale genovese

19461957
Succeduto da
Vito Genovese
Preceduto da
Vincent Mangano
come capo dei capi
Capo di tutti capi
Presidente della Commissione

19511957
Succeduto da
Vito Genovese
come capo dei capi

Opiniones de nuestros usuarios

Enzo Bernardini

Corretto. Fornisce le informazioni necessarie su Frank Costello., Corretto

Luciano Calabrese

Ho trovato le informazioni che ho trovato su Frank Costello molto utili e piacevoli. Se dovessi mettere un 'ma' forse sarebbe che non è abbastanza inclusivo nella sua formulazione, ma per il resto, è ottimo, L'articolo sulla Frank Costello è molto utile e piacevole