Frank Cavaliere



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Frank Cavaliere sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Frank Cavaliere in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Frank Cavaliere che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Frank Cavaliere, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Frank Cavaliere, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Frank Cavaliere. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Frank Knight
Nato
Frank Hyneman Knight

( 1885-11-07 )7 novembre 1885
Morto 15 aprile 1972 (1972-04-15)(all'età di 86 anni)
Istituzione Cornell University
Università di Chicago
Università dell'Iowa
Campo Teoria del rischio Teoria del
profitto Teoria del
valore
Scuola o
tradizione
Chicago School of Economics
Alma mater Milligan College
Università del Tennessee
Cornell University

Consulente di dottorato
Allyn A. Young
Alvin S. Johnson
dottorato
studenti
Milton Friedman
George Stigler
Charles E. Lindblom
James M. Buchanan
Influssi Clarence Edwin Ayres
John Bates Clark
Herbert J. Davenport
Contributi Incertezza cavalleresca
Premi Medaglia Francis A. Walker (1957)

Frank Hyneman Knight (7 novembre 1885 15 aprile 1972) è stato un economista americano che ha trascorso gran parte della sua carriera all'Università di Chicago , dove è diventato uno dei fondatori della Chicago School . I premi Nobel Milton Friedman , George Stigler e James M. Buchanan erano tutti studenti di Knight a Chicago. Ronald Coase ha detto che Knight, senza insegnargli, ha avuto una grande influenza sul suo pensiero. FA Hayek considerava Knight una delle maggiori figure nel preservare e promuovere il pensiero liberale classico nel ventesimo secolo. Paul Samuelson nominò Knight (insieme a Harry Gunnison Brown , Allyn Abbott Young , Henry Ludwell Moore , Wesley Clair Mitchell , Jacob Viner e Henry Schultz ) come uno dei tanti "santi americani dell'economia " nati dopo il 1860.

Vita e carriera

Knight (BA, Milligan College, 1911; BS e AM, Tennessee, 1913; Ph.D., Cornell, 1916) nacque nel 1885 nella contea di McLean, Illinois , figlio di Julia Ann (Hyneman) e Winton Cyrus Knight. Dopo i suoi primi studi presso l' Università del Tennessee , la maggior parte della sua carriera accademica è stata trascorsa presso l' Università di Chicago , dove è stato il Morton D. Hall Distinguished Service Professor di Scienze Sociali e Filosofia. Knight è stato uno dei principali economisti del mondo, avendo dato contributi significativi a molti problemi sia della teoria economica che della filosofia sociale. È noto soprattutto per il suo Risk, Uncertainty and Profit , uno studio monumentale sul ruolo dell'imprenditore nella vita economica. Nel 1950 fu presidente dell'American Economic Association e nel 1957 ricevette il suo ambito Francis A. Walker Award, assegnato "non più di una volta ogni cinque anni all'economista vivente (americano) che a giudizio dell'ente aggiudicatore ha durante la sua carriera ha dato il maggior contributo all'economia." Le sue ceneri sono sepolte nella cripta della First Unitarian Church di Chicago .

Knight è meglio conosciuto come l'autore del libro Risk, Uncertainty and Profit (1921), basato sul suo dottorato di ricerca. tesi di laurea alla Cornell University . In quel libro, ha accuratamente distinto tra rischio economico e incertezza . Le situazioni con rischio erano quelle in cui i risultati erano sconosciuti ma governati da distribuzioni di probabilità note all'inizio. Sosteneva che queste situazioni, in cui possono essere applicate regole decisionali come la massimizzazione dell'utilità attesa, differiscono profondamente da quelle "incerte", in cui non solo i risultati, ma anche i modelli probabilistici che li governavano, erano sconosciuti. Knight ha sostenuto che l'incertezza ha dato origine a profitti economici che la concorrenza perfetta non poteva eliminare.

Sebbene la maggior parte degli economisti ora riconosca la distinzione di Knight tra rischio e incertezza, la distinzione non ha prodotto molti modelli teorici o lavoro empirico. Tuttavia, il concetto cavalleresco di incertezza è stato riconosciuto in una varietà di opere: John Maynard Keynes ne ha discusso a lungo nel suo Treatise on Probability; Armen Alchian ha fatto affidamento su di esso per discutere il comportamento del mercato nel suo documento seminale Uncertainty, Evolution and Economic Theory; Paul Davidson lo incorporò come un elemento essenziale nella scuola di economia postkeynesiana da lui co-fondata; e GLS Shackle ha esplorato le conseguenze metodologiche dell'incertezza fondamentale di Knight e Keynes nel suo Epistemics and Economics. Un contributo più orientato al modello è il modello "Markets from Networks" sviluppato dal sociologo Harrison White dal 2002.

Knight ha anche discusso notoriamente di AC Pigou sui costi sociali . Ha anche contribuito alla discussione per le strade a pedaggio . Ha detto che piuttosto che la congestione che giustifichi il pedaggio delle strade del governo, le strade di proprietà privata imposterebbero pedaggi per ridurre la congestione al suo livello efficiente. In particolare, ha sviluppato l'argomento che sta alla base dell'analisi dell'equilibrio del traffico, che da allora è diventato noto come Principio di Wardrop :

Supponiamo che tra due punti vi siano due autostrade, di cui una sufficientemente ampia da accogliere senza affollare tutto il traffico che può interessarsene, ma è scarsamente asfaltata e asfaltata; mentre l'altra è una strada molto migliore, ma stretta e di capacità piuttosto limitata. Se un gran numero di camion opera tra i due capolinea e sono liberi di scegliere uno dei due percorsi, tenderanno a distribuirsi tra le strade in proporzioni tali che il costo per unità di trasporto, o effettivi ritorni per unità di investimento, sarà lo stesso per ogni camion su entrambi i percorsi. Man mano che più camion utilizzano la strada più stretta e migliore, la congestione aumenta, fino a quando a un certo punto diventa ugualmente redditizio utilizzare l'autostrada più ampia ma più povera.

Knight è stato cofondatore e vicepresidente della Mont Pelerin Society di economisti che la pensano allo stesso modo.

Knight fu cresciuto come cristiano, ma in seguito divenne ateo.

Principali pubblicazioni

  • "Il concetto di prezzo normale in valore e distribuzione", 1917, QJE .
  • "Cassel's Theoretische Sozialökonomie", 1921, JPE .
  • "Rischio, incertezza e profitto", 1921
  • "Etica e interpretazione economica", 1922, QJE (ripr. nel 1999, I)
  • "L'etica della concorrenza", 1923, QJE (ripr. nel 1999, I)
  • " Gestione aziendale: scienza o arte ", 1923 Journal of Business .
  • "Alcune fallacie nell'interpretazione del costo sociale", 1924, QJE (ripr. nel 1999, I)
  • "The Limitations of Scientific Method in Economics", 1924, in Tugwell, editore, Trend of Economics (ripr. nel 1999, I)
  • "Fatto e metafisica in psicologia economica", 1925, AER (ripr. nel 1999, I)
  • "Una nota sull'illustrazione della produttività marginale del professor Clark", 1925, JPE .
  • "Psicologia economica e problema del valore", 1925, QJE .
  • "Economia al suo meglio: recensione di Pigou", 1926, AER .
  • "Questioni storiche e teoriche nel problema del capitalismo moderno", 1928, Journal of Econ & Business History (riprese nel 1956 e nel 1999, I)
  • "Un suggerimento per semplificare la dichiarazione della teoria generale del prezzo", 1928, JPE .
  • "Libertà come fatto e criterio", 1929, Int J of Ethics
  • "Statica e dinamica: alcuni quesiti sull'analogia meccanica in economia", 1930, ZfN ( ripr . nel 1956 e 1999, I)
  • "Teoria dell'interesse del professor Fisher: un esempio calzante", 1931, JPE .
  • "Società economica moderna ulteriormente considerata", 1932, JPE .
  • "The Newer Economics and the Control of Economic Activity", 1932, JPE (ripr. nel 1999, I)
  • L'organizzazione economica , 1933.
  • "Produzione capitalistica, tempo e tasso di rendimento", 1933, in Saggi in onore di Gustav Cassel (ripr. nel 1999, I)
  • "La natura della scienza economica in alcune recenti discussioni", 1934, AER .
  • "Scienze sociali e tendenza politica", 1934, Univ of Toronto Quarterly
  • "Buon senso dell'economia politica: Wicksteed ristampato", 1934, JPE (riproduzione nel 1956)
  • L'etica della concorrenza e altri saggi , 1935.
  • "The Ricardian Theory of Production and Distribution", 1935, Canadian JE (ripr. nel 1956 e 1999, I)
  • "Un commento su Machlup", 1935, JPE .
  • "Il professor Hayek e la teoria degli investimenti", 1935, EJ .
  • "La teoria dell'investimento ancora una volta: il signor Boulding e gli austriaci", 1935, QJE .
  • "Alcune questioni nell'economia degli stati stazionari", 1936, AER .
  • "Il posto dell'economia marginale in un sistema collettivista", 1936, AER .
  • "La quantità di capitale e il tasso di interesse", 1936, JPE (ripr. nel 1999, I)
  • "Pragtismo e azione sociale: revisione di Dewey", 1936, Int J of Ethics
  • "Nota sulla teoria dell'interesse del Dr. Lange", 1937, RES .
  • "Disoccupazione: e la rivoluzione di Keynes nella teoria economica", 1937, Canadian JE (ripr. nel 1999, I)
  • "Sulla teoria del capitale: in risposta al sig. Kaldor", 1938, Econometrica .
  • "Bertrand Russell sul potere", 1939, Etica .
  • "L'etica del liberalismo", 1939, Economica .
  • "Socialismo: la natura del problema", 1940, Etica (ripr. nel 1999, II)
  • "'What is Truth' in Economics", 1940, JPE (ripr. nel 1956 e 1999, I)
  • "Il significato e i postulati di base dell'economia: una controreplica", 1941, JPE
  • "Religione ed etica nella civiltà moderna", 1941, J of Liberal Religion
  • "Il significato della democrazia: la sua struttura e i suoi ideali politico-economici", 1941, J of Negro Education
  • "Scienze sociali", 1941, Etica (ripr. nel 1956)
  • "Il ciclo economico, l'interesse e la moneta: un approccio metodologico", 1941, REStat ( ripr . nel 1956 e 1999, II)
  • "Il professor Mises e la teoria del capitale", 1941, Economica .
  • "Il ruolo dell'individuo nel mondo economico del futuro", 1941, JPE .
  • "Antropologia ed economia" , 1941, JPE .
  • "Scienza, filosofia e procedura sociale", 1942, Etica
  • "Fatto e valore nelle scienze sociali", 1942, in Anshen, editore, Science and Man
  • "Alcune note sull'interpretazione economica della storia", 1942, Studi di storia della cultura (ripr. nel 1999, II)
  • "Causa sociale", 1943, American Journal of Sociology (riproduzione nel 1956)
  • "Rendimenti decrescenti degli investimenti", 1944, JPE .
  • "Realismo e rilevanza nella teoria della domanda", 1944, JPE (ripr. nel 1999, II)
  • "I diritti dell'uomo e il diritto naturale", 1944, Etica (ripr. nel 1999, II)
  • "Natura umana e democrazia mondiale", 1944, American J of Sociology .
  • "Economia, Scienze Politiche ed Educazione", 1944, AER
  • L'ordine economico e la religione , con TW Merriam, 1945.
  • "Diritto immutabile in economia: realtà e limiti", 1946, AER .
  • "La malattia della società liberale", 1946, Etica (ripr. nel 1999, II)
  • "Salvezza per scienza: Il vangelo secondo il professor Lundberg", 1947, JPE (ripr. nel 1956)
  • Libertà e riforma: Saggi di economia e filosofia sociale , 1947.
  • "Libera società: la sua natura fondamentale e problema", 1948, Philosophical Review (riproduzione nel 1956)
  • "Il ruolo dei principi nell'economia e nella politica", 1951, AER (ripr. nel 1956 e 1999, II)
  • "Istituzionalismo ed empirismo in economia", 1952, AER .
  • Sulla storia e sui metodi dell'economia: saggi selezionati , 1956, ISBN  978-0-226-44689-9 .
  • Intelligenza e azione democratica , 1960.
  • "Metodologia in Economia", 1961, Southern EJ
  • "L'economia astratta come etica assoluta", 1966, Etica .
  • "Laissez Faire: Pro e contro", 1967, JPE (ripr. nel 1999, II)
  • "Il caso per il comunismo: dal punto di vista di un ex-liberale". (pubblicato postumo) in Research in the History of Economic Thought and Methodology , a cura di Warren J. Samuels, supplemento archivistico 2 (1991): 57-108.
  • Saggi selezionati di Frank H. Knight, Volume 1: "Cos'è la verità" in economia , (a cura di Ross B. Emmett), 1999, ISBN  978-0-226-44695-0
  • Saggi selezionati di Frank H. Knight, Volume 2: Laissez Faire: Pro and Con , (a cura di Ross B. Emmett), 1999, ISBN  978-0-226-44697-4

Premi

Riferimenti

Fonti

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Calogero D'amico

Pensavo di sapere già tutto sulla Frank Cavaliere, ma in questo articolo ho scoperto che alcuni dei dettagli che pensavo fossero buoni non erano così buoni. Grazie per le informazioni

Graziella Pagano

Ho trovato le informazioni che ho trovato su Frank Cavaliere molto utili e piacevoli. Se dovessi mettere un 'ma' forse sarebbe che non è abbastanza inclusivo nella sua formulazione, ma per il resto, è ottimo, L'articolo sulla Frank Cavaliere è molto utile e piacevole