Dal Fahrenheit al Celsius: le scale termometriche della fisica

Antropologia

Dal Fahrenheit al Celsius: le scale termometriche della fisica

Nella fisica, la temperatura è una grandezza fondamentale che descrive lo stato termico di un sistema. Esistono diverse scale termometriche, tra cui le più note sono la scala Fahrenheit e la scala Celsius. In questo articolo esploreremo le due scale termometriche, le loro differenze e i loro usi nella fisica.

La scala Fahrenheit

La scala Fahrenheit è stata inventata nel 1724 da Daniel Gabriel Fahrenheit, un fisico tedesco. Essa si basa sulla divisione dell'intervallo tra il punto di congelamento dell'acqua (32 gradi Fahrenheit) e il punto di ebollizione dell'acqua (212 gradi Fahrenheit) in 180 parti uguali, chiamate gradi Fahrenheit. In questa scala, l'acqua ghiacciata ha una temperatura di 32 gradi Fahrenheit e l'acqua in ebollizione ha una temperatura di 212 gradi Fahrenheit.

La scala Celsius

La scala Celsius, anche chiamata scala centigrada, è stata inventata nel 1742 da Anders Celsius, un astronomo svedese. La scala Celsius si basa sulla divisione dell'intervallo tra il punto di congelamento dell'acqua (0 gradi Celsius) e il punto di ebollizione dell'acqua (100 gradi Celsius) in 100 parti uguali, chiamate gradi Celsius. In questa scala, l'acqua ghiacciata ha una temperatura di 0 gradi Celsius e l'acqua in ebollizione ha una temperatura di 100 gradi Celsius.

Differenze tra le due scale termometriche

La scala Celsius è stata adottata come scala standard in tutto il mondo, mentre la scala Fahrenheit è usata principalmente negli Stati Uniti. La principale differenza tra le due scale è la posizione dei loro punti di riferimento - la scala Celsius ha come punto di riferimento il punto di congelamento e di ebollizione dell'acqua, mentre la scala Fahrenheit ha come punto di riferimento due valori arbitralmente scelti.

Inoltre, l'intervallo di variazione della scala Fahrenheit è maggiore di quello della scala Celsius. In effetti, un grado Celsius corrisponde a 1,8 gradi Fahrenheit. Questo significa che una variazione di un grado Celsius corrisponde a una variazione di 1,8 gradi Fahrenheit.

Usi delle due scale termometriche

La scala Celsius è largamente usata nella scienza e nella tecnologia, mentre la scala Fahrenheit viene ancora usata negli Stati Uniti per scopi informali. In fisica, la scala Celsius è la più comunemente usata, in particolare per le misure di temperatura in laboratorio.

La temperatura ha molte importanti applicazioni nella vita quotidiana, dalla regolazione della temperatura ambientale ai processi di cottura e di refrigerazione degli alimenti. La temperatura è anche un parametro importante in molti processi industriali, come ad esempio nelle industrie chimiche, farmaceutiche e alimentari.

Conclusioni

Le scale termometriche sono uno strumento fondamentale per la fisica e per tutte le scienze che coinvolgono la temperatura. La scala Celsius è considerata la scala standard a livello globale, grazie alla connessione diretta con il punto di congelamento e di ebollizione dell'acqua. La scala Fahrenheit è ancora usata negli Stati Uniti per scopi informali, ma la sua importanza in campo scientifico è diminuita. In ogni caso, la conoscenza delle due scale termometriche è fondamentale per la comprensione di molti fenomeni fisici e per la loro applicazione nella vita quotidiana.