Ankara



Tutte le conoscenze che l'uomo ha accumulato nel corso dei secoli su Ankara sono ora disponibili su Internet e noi le abbiamo raccolte e organizzate per voi nel modo più accessibile possibile. Vogliamo che possiate accedere a tutto ciò che volete sapere su Ankara in modo rapido ed efficiente, che la vostra esperienza sia piacevole e che sentiate di aver davvero trovato le informazioni su Ankara che stavate cercando.

Per raggiungere i nostri obiettivi ci siamo sforzati non solo di ottenere le informazioni più aggiornate, comprensibili e veritiere su Ankara, ma abbiamo anche fatto in modo che il design, la leggibilità, la velocità di caricamento e l'usabilità della pagina siano il più gradevoli possibile, in modo che possiate concentrarvi sull'essenziale, conoscendo tutti i dati e le informazioni disponibili su Ankara, senza dovervi preoccupare di nient'altro, ci abbiamo già pensato noi per voi. Speriamo di aver raggiunto il nostro scopo e che abbiate trovato le informazioni che cercavate su Ankara. Vi diamo quindi il benvenuto e vi incoraggiamo a continuare a godere dell'esperienza di utilizzo di scientiait.com .

Ankara
Söütözü
Atakule
Antkabir
Moschea di Kocatepe
Parco Gençlik
Castello di Ankara
Piazza Kzlay
In senso orario, dall'alto: skyline di Söütözü , Antkabir , Gençlik Park , Piazza Kzlay , Castello di Ankara , Moschea di Kocatepe , Atakule
Logo ufficiale di Ankara
Soprannome): 
Cuore di Turchia
Ankara si trova in Turchia
Ankara
Ankara
Posizione all'interno della Turchia
Ankara si trova in Asia
Ankara
Ankara
Ankara (Asia)
Coordinate: 39°55'48"N 32°51'00"E / 39,93000°N 32,85000°E / 39,93000; 32.85000 Coordinate : 39°55'48"N 32°51'00"E / 39,93000°N 32,85000°E / 39,93000; 32.85000
Nazione tacchino
Regione Anatolia centrale
Provincia Ankara
Governo
  Sindaco Mansur Yava ( CHP )
  Governatore Vasip ahin
La zona
  Totale 24.521 km 2 (9.468 miglia quadrate)
Elevazione
938 m (3.077 piedi)
Popolazione
 (2020)
  Totale 5.663.322
  Densità 230/km 2 (600/kmq)
Fuso orario UTC+3 ( TRT )
Codice Postale
06xxx
Prefisso(i) di zona 1
Patente di guida 06
PIL PPP US$ 105 miliardi
PIL PPP pro capite US$ 21.000
HDI (2018) 0,855 molto alto
Sito web www .ankara .bel .tr
www .ankara .gov .tr

Ankara ( / Æ k r / ANK --r , US anche / - / AHNK --r ; turca:  [akaa] ( ascolta )A proposito di questo suono ), storicamente conosciuta come Ancyra e angora , è la capitale della Turchia . Situato nella parte centrale della Anatolia , la città ha una popolazione di 4,5 milioni nel suo centro urbano e oltre 5,6 milioni in Provincia di Ankara , il che rende la Turchia seconda città più grande dopo Istanbul .

Servendo come capitale dell'antico stato celtico della Galazia (280-64 a.C.), e in seguito della provincia romana con lo stesso nome (25 a.C.-VII secolo), la città è molto antica con vari hattiani , ittiti , lidi , frigi , siti archeologici galati , greci , persiani , romani , bizantini e ottomani . Gli Ottomani fecero della città la capitale prima dell'Anatolia Eyalet (1393fine XV secolo), e poi dell'Angora Vilayet (18671922). Il centro storico di Ankara è una collina rocciosa che si erge a 150 m (500 piedi) sulla riva sinistra del fiume Ankara , un affluente del fiume Sakarya . La collina rimane coronata dalle rovine del castello di Ankara . Sebbene pochi dei suoi lavori esterni siano sopravvissuti, ci sono esempi ben conservati di architettura romana e ottomana in tutta la città, il più notevole è il Tempio di Augusto e Roma del 20 aC che vanta il Monumentum Ancyranum , l'iscrizione che registra le Res Gestae Divi Augusti .

Il 23 aprile 1920 fu istituita ad Ankara la Grande Assemblea Nazionale della Turchia , che divenne la sede del Movimento Nazionale Turco durante la Guerra d'Indipendenza turca . Ankara divenne la nuova capitale turca al momento dell'istituzione della Repubblica il 29 ottobre 1923, succedendo in questo ruolo all'ex capitale turca Istanbul dopo la caduta dell'Impero ottomano . Il governo è un importante datore di lavoro, ma Ankara è anche un'importante città commerciale e industriale, situata al centro delle reti stradali e ferroviarie della Turchia. La città ha dato il nome alla lana d'angora tosata dai conigli d'angora , alla capra d'angora a pelo lungo (la fonte del mohair ) e al gatto d'angora . La zona è nota anche per le pere, il miele e l' uva moscato . Pur situata in una delle regioni più aride della Turchia e circondata per lo più da vegetazione steppica (ad eccezione delle aree boschive della periferia meridionale), Ankara può essere considerata una città verde in termini di aree verdi per abitante, con i suoi 72 metri quadrati (775 metri quadrati piedi) a testa.

Etimologia

L'ortografia del nome Ankara è variata nel corso dei secoli. È stato identificato con il centro di culto ittita Ankuwa , anche se questo rimane oggetto di dibattito. Nell'antichità classica e durante il periodo medievale, la città era conosciuta come Ánkyra ( , illuminata  " ancora ") in greco e Ancyra in latino ; il nome celtico di Galazia era probabilmente una variante simile. Dopo la sua annessione da parte dei turchi selgiuchidi nel 1073, la città divenne nota in molte lingue europee come Angora ; era anche conosciuto in turco ottomano come Engürü . La forma "Angora" è conservata nei nomi delle razze di molti diversi tipi di animali e nei nomi di diverse località negli Stati Uniti (vedi Angora ).

Storia

La storia della regione può essere fatta risalire alla civiltà Hattica dell'età del bronzo , a cui successero nel II millennio a.C. gli Ittiti , nel X secolo a.C. dai Frigi e in seguito da Lidi , Persiani , Greci , Galati , Romani , Bizantini e Turchi (il Sultanato selgiuchide di Rûm , l' Impero Ottomano e infine la Turchia repubblicana ).

Storia antica

Gli stendardi in bronzo di Alaca Höyük sono una tomba pre-ittita risalente al terzo millennio a.C. Ancora oggi è considerato il simbolo della città.

I più antichi insediamenti all'interno e intorno al centro della città di Ankara appartenevano alla civiltà Hattica che esisteva durante l' età del bronzo e fu gradualmente assorbita c. 2000 1700 aC dagli Ittiti indoeuropei . La città crebbe notevolmente in dimensioni e importanza sotto i Frigi a partire dal 1000 a.C. circa, e conobbe una grande espansione in seguito alla migrazione di massa da Gordion , (la capitale della Frigia ), dopo un terremoto che danneggiò gravemente la città in quel periodo. Nella tradizione frigia, il re Mida era venerato come il fondatore di Ancira, ma Pausania afferma che la città era in realtà molto più antica, il che concorda con le attuali conoscenze archeologiche.

Al dominio frigio successe prima il dominio lidio e poi quello persiano , sebbene il carattere fortemente frigio dei contadini rimase, come testimoniano le lapidi del periodo romano molto successivo. La sovranità persiana durò fino alla sconfitta dei persiani per mano di Alessandro Magno che conquistò la città nel 333 aC. Alessandro venne da Gordion ad Ankara e rimase in città per un breve periodo. Dopo la sua morte a Babilonia nel 323 aC e la successiva divisione del suo impero tra i suoi generali, Ankara e i suoi dintorni caddero nella parte di Antigono .

Un'altra importante espansione ebbe luogo sotto i Greci di Pontos che vi giunsero intorno al 300 aC e svilupparono la città come centro commerciale per il commercio di merci tra i porti del Mar Nero e la Crimea a nord; Assiria, Cipro e Libano a sud; e Georgia, Armenia e Persia a est. A quel tempo la città prese anche il nome ( Ánkyra , che significa ancora in greco ) che, in forma leggermente modificata, fornisce il nome moderno di Ankara .

Storia celtica

Il Galata morente era una famosa statua commissionata tra il 230 e il 220 aC dal re Attalo I di Pergamo per onorare la sua vittoria sui Galati celtici in Anatolia . Copia romana in marmo di un'opera ellenistica della fine del III secolo a.C., ai Musei Capitolini , Roma.

Nel 278 aC la città, insieme al resto dell'Anatolia centrale, fu occupata da un gruppo celtico , i Galati , che per primi fecero di Ankara uno dei loro principali centri tribali, sede della tribù dei Tectosage . Altri centri erano Pessinus , l'odierna Ballhisar, per la tribù Trocmi , e Tavium , a est di Ankara, per la tribù Tolistobogii . La città era allora conosciuta come Ancyra . L'elemento celtico era probabilmente relativamente piccolo in numero; un'aristocrazia guerriera che regnava sui contadini di lingua frigia . Tuttavia, la lingua celtica continuò ad essere parlata in Galazia per molti secoli. Alla fine del IV secolo, San Girolamo , originario della Dalmazia, osservò che la lingua parlata intorno ad Ankara era molto simile a quella parlata nel nord-ovest del mondo romano vicino a Treviri .

Storia romana

Ancyra fu capitale del regno celtico di Galazia , e successivamente dell'omonima provincia romana , dopo la sua conquista da parte di Augusto nel 25 a.C.

La città passò successivamente sotto il controllo dell'Impero Romano . Nel 25 aC l'imperatore Augusto la elevò al rango di polis e ne fece la capitale della provincia romana della Galazia . Ankara è famosa per il Monumentum Ancyranum ( Tempio di Augusto e Roma ) che contiene il registro ufficiale degli Atti di Augusto , noto come Res Gestae Divi Augusti , un'iscrizione scolpita nel marmo sulle pareti di questo tempio. Le rovine di Ancyra forniscono ancora oggi pregevoli bassorilievi , iscrizioni e altri frammenti architettonici. Altri due centri tribali galati, Tavium vicino a Yozgat e Pessinus (Balhisar) a ovest, vicino a Sivrihisar, continuarono ad essere insediamenti ragionevolmente importanti nel periodo romano, ma fu Ancyra a diventare una grande metropoli.

La Res Gestae Divi Augusti è l'autobiografia autolaudativa completata nel 13 d.C., poco prima della sua morte, dal primo imperatore romano Augusto . La maggior parte del testo è conservata sulle pareti del Monumentum Ancyranum .
Le Terme Romane di Ankara furono costruite dall'imperatore romano Caracalla (212-217) in onore di Asclepio , il dio della Medicina, e costruite attorno a tre stanze principali: il caldarium (bagno caldo), il tepidarium (bagno caldo) e il frigidarium (bagno freddo) in un complesso classico di 80 x 120 metri (260 x 390 piedi).

Si stima che circa 200.000 persone vivessero ad Ancyra in tempi buoni durante l'Impero Romano, un numero molto maggiore di quello che sarebbe avvenuto da dopo la caduta dell'Impero Romano fino all'inizio del XX secolo. Il piccolo fiume Ankara attraversava il centro della città romana. Ora è stato coperto e deviato, ma ha costituito il confine settentrionale della città vecchia durante i periodi romano, bizantino e ottomano. Çankaya, il bordo della maestosa collina a sud dell'attuale centro cittadino, si trovava ben al di fuori della città romana, ma potrebbe essere stata una località di villeggiatura estiva. Nel XIX secolo, non lontano dall'attuale residenza presidenziale di Çankaya, si trovavano ancora i resti di almeno una villa romana o una grande casa. A ovest, la città romana si estendeva fino all'area del Parco Gençlik e della stazione ferroviaria, mentre sul lato meridionale della collina, potrebbe essersi estesa verso il basso fino al sito attualmente occupato dall'Università di Hacettepe . Era quindi una città considerevole da qualsiasi punto di vista e molto più grande delle città romane della Gallia o della Britannia .

L'importanza di Ancyra si basava sul fatto che era il punto di congiunzione in cui si intersecavano le strade dell'Anatolia settentrionale che correvano da nord a sud e da est a ovest, conferendole una grande importanza strategica per la frontiera orientale di Roma. La grande strada imperiale che correva verso est passava per Ankara e una serie di imperatori e i loro eserciti passavano da questa parte. Non erano gli unici ad utilizzare la rete autostradale romana, altrettanto comoda per gli invasori. Nella seconda metà del III secolo, Ancyra fu invasa in rapida successione dai Goti provenienti da ovest (che si spinsero fino al cuore della Cappadocia , prendendo schiavi e saccheggiando) e successivamente dagli Arabi . Per circa un decennio, la città fu uno degli avamposti occidentali di una delle imperatrice palmirea Zenobia nel deserto siriano , che approfittò di un periodo di debolezza e disordine nell'impero romano per creare un proprio stato di breve durata.

La città fu reincorporata nell'Impero Romano sotto l'imperatore Aureliano nel 272. La tetrarchia , un sistema di più (fino a quattro) imperatori introdotto da Diocleziano (284305), sembra essersi impegnato in un consistente programma di ricostruzione e di costruzione di strade da Ankara verso ovest fino a Germe e Dorylaeum (ora Eskiehir ).

Nel suo periodo di massimo splendore, l'Ankara romana era un grande mercato e centro commerciale, ma fungeva anche da importante capitale amministrativa, dove un alto funzionario governava dal pretorio della città, un grande palazzo amministrativo o ufficio. Durante il III secolo, la vita ad Ancyra, come in altre città anatoliche, sembra essere stata alquanto militarizzata in risposta alle invasioni e all'instabilità della città.

storia bizantina

La città è ben nota durante il IV secolo come centro di attività cristiana (vedi anche sotto ), a causa delle frequenti visite imperiali, e attraverso le lettere dello studioso pagano Libanio . Il vescovo Marcello di Ancira e Basilio di Ancira furono attivi nelle controversie teologiche del loro tempo, e la città fu sede di non meno di tre sinodi ecclesiastici nel 314 , 358 e 375, gli ultimi due a favore dell'arianesimo .

La città fu visitata dall'imperatore Costante I (r. 337-350) nel 347 e 350, Giuliano (r. 361-363) durante la sua campagna persiana nel 362 e il successore di Giuliano Gioviano (r. 363-364) nell'inverno 363/ 364 (entrato in consolato mentre era in città). Dopo la morte di Gioviano poco dopo, Valentiniano I (r. 364-375) fu acclamato imperatore ad Ancira, e l'anno successivo suo fratello Valente (r. 364-378) usò Ancyra come base contro l'usurpatore Procopio . Quando la provincia della Galazia fu divisa nel 396/99, Ancyra rimase la capitale civile della Galazia I, così come il suo centro ecclesiastico (sede metropolitana ). L'imperatore Arcadio (r. 383-408) usava spesso la città come sua residenza estiva, e alcune informazioni sugli affari ecclesiastici della città all'inizio del V secolo si trovano nelle opere di Palladio di Galazia e Nilo di Galazia.

Nel 479, il ribelle Marciano attaccò la città, senza riuscire a catturarla. Nel 610/11, Comentiolus , fratello dell'imperatore Foca (r. 602-610), lanciò la propria ribellione senza successo nella città contro Eraclio (r. 610-641). Dieci anni dopo, nel 620 o più probabilmente nel 622, fu catturato dai persiani sasanidi durante la guerra bizantino-sassanide del 602-628 . Sebbene la città sia tornata in mano bizantina dopo la fine della guerra, la presenza persiana ha lasciato tracce nell'archeologia della città, e probabilmente ha iniziato il processo di trasformazione da città tardoantica a insediamento fortificato medievale.

Nel 654, la città fu conquistata per la prima volta dagli arabi del califfato Rashidun , sotto Muawiyah , il futuro fondatore del califfato omayyade . All'incirca nello stesso periodo, i temi furono stabiliti in Anatolia e Ancyra divenne la capitale del Tema Opsician , che era il tema più grande e più importante fino a quando non fu diviso sotto l'imperatore Costantino V (r. 741-775); Ancyra divenne quindi la capitale del nuovo Tema Bucellariano . La città fu catturata almeno temporaneamente dal principe omayyade Maslama ibn Hisham nel 739/40, l'ultimo dei guadagni territoriali degli omayyadi dall'impero bizantino. Ancyra fu attaccata senza successo dalle forze abbaside nel 776 e nel 798/99. Nell'805, l'imperatore Niceforo I (r. 802-811) rafforzò le sue fortificazioni, un fatto che probabilmente lo salvò dal sacco durante l' invasione su larga scala dell'Anatolia da parte del califfo Harun al-Rashid nell'anno successivo. Fonti arabe riferiscono che Harun e il suo successore al-Ma'mun (r. 813-833) presero la città, ma questa informazione è un'invenzione successiva. Nell'838, tuttavia, durante la campagna di Amorium , gli eserciti del califfo al-Mu'tasim (r. 833-842) confluirono e si incontrarono nella città; abbandonata dai suoi abitanti, Ancara fu rasa al suolo, prima che gli eserciti arabi continuassero ad assediare e distruggere Amorium . Nell'859, l'imperatore Michele III (r. 842867) venne in città durante una campagna contro gli arabi e ordinò il ripristino delle sue fortificazioni. Nell'872, la città fu minacciata, ma non presa, dai Pauliciani sotto Chrysocheir . L'ultima incursione araba per raggiungere la città fu intrapresa nel 931, dal governatore abbaside di Tarso , Thamal al-Dulafi , ma la città di nuovo non fu catturata.

Storia ecclesiastica

I primi martiri cristiani di Ancira, di cui si sa poco, includevano Proklos e Hilarios che erano nativi del vicino villaggio altrimenti sconosciuto di Kallippi e subirono la repressione sotto l'imperatore Traiano (98-117). Negli anni 280 si sente parlare di Philumenos, un mercante di mais cristiano dell'Anatolia meridionale, catturato e martirizzato ad Ankara, ed Eustathius.

Come in altre città romane, il regno di Diocleziano segnò il culmine della persecuzione dei cristiani. Nel 303, Ancyra fu una delle città dove i co-imperatori Diocleziano e il suo vice Galerio lanciarono la loro persecuzione anticristiana. Ad Ancyra, il loro primo obiettivo fu il 38enne Vescovo della città, il cui nome era Clemente. La vita di Clemente descrive come fu portato a Roma, poi rimandato indietro, e costretto a subire molti interrogatori e difficoltà prima che lui, suo fratello e vari compagni fossero messi a morte. I resti della chiesa di San Clemente si trovano oggi in un edificio appena fuori Iklar Caddesi nel distretto di Ulus. Molto probabilmente questo segna il luogo in cui fu originariamente sepolto Clemente. Quattro anni dopo, anche un medico della città di nome Platone e suo fratello Antioco divennero celebri martiri sotto Galerio. Anche Teodoto di Ancira è venerato come santo.

Tuttavia, la persecuzione non ebbe successo e nel 314 Ancyra fu sede di un importante concilio della chiesa primitiva ; i suoi 25 canoni disciplinari costituiscono uno dei documenti più importanti nella prima storia dell'amministrazione del Sacramento della Penitenza . Il sinodo ha preso in considerazione anche la politica ecclesiastica per la ricostruzione della Chiesa cristiana dopo le persecuzioni, e in particolare il trattamento dei lapsi, cristiani che si erano arresi al paganesimo forzato (sacrifici) per evitare il martirio durante queste persecuzioni.

Sebbene il paganesimo fosse probabilmente vacillante ad Ancyra ai tempi di Clemente, potrebbe essere ancora la religione maggioritaria. Venti anni dopo, il cristianesimo e il monoteismo avevano preso il suo posto. Ancyra si trasformò rapidamente in una città cristiana, con una vita dominata da monaci e sacerdoti e controversie teologiche. Il consiglio comunale o senato lasciò il posto al vescovo come principale figura locale. Durante la metà del IV secolo, Ancyra fu coinvolta nelle complesse controversie teologiche sulla natura di Cristo, e sembra che lì abbia avuto origine una forma di arianesimo .

Nel 362-363, l'imperatore Giuliano attraversò Ancira sulla strada per una sfortunata campagna contro i Persiani e, secondo fonti cristiane, si impegnò nella persecuzione di vari uomini santi. Si può ancora vedere la base in pietra di una statua, con un'iscrizione che descrive Giuliano come "Signore del mondo intero dall'Oceano Britannico alle nazioni barbariche", costruita nel lato orientale del circuito interno delle mura del castello di Ankara. La Colonna di Giuliano che fu eretta in onore della visita dell'imperatore alla città nel 362 si trova ancora oggi. Nel 375, i vescovi ariani si incontrarono ad Ancira e deposero diversi vescovi, tra cui San Gregorio di Nissa .

Alla fine del IV secolo, Ancyra divenne una sorta di luogo di villeggiatura imperiale . Dopo che Costantinopoli divenne la capitale della Roma orientale , gli imperatori nel IV e V secolo si sarebbero ritirati dall'umido clima estivo sul Bosforo all'atmosfera montana più secca di Ancyra. Teodosio II (408-450) tenne la sua corte ad Ancyra durante l'estate. Le leggi emanate ad Ancyra testimoniano il tempo trascorso lì.

La metropoli di Ancira ha continuato ad essere una zona residenziale sede della Chiesa ortodossa orientale fino al 20 ° secolo, con circa 40.000 fedeli, per lo più di lingua turca, ma la situazione si è conclusa a seguito del 1923 convenzione riguardante lo scambio di popolazioni greche e turche . Il precedente genocidio armeno pose fine all'eparchia residenziale di Ancira della Chiesa cattolica armena , che era stata fondata nel 1850. È anche una metropoli titolare del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli .

Sia l'antico arcivescovado metropolitano bizantino che la "moderna" eparchia armena sono ora elencate dalla Chiesa cattolica come sedi titolari , con successioni apostoliche separate .

Storia selgiuchide e ottomana

Il presidente Mustafa Kemal Atatürk (al centro) e il primo ministro smet nönü (a sinistra) lasciano la Grande Assemblea nazionale della Turchia durante le celebrazioni del settimo anniversario della Repubblica turca nel 1930.
Una vista del vecchio edificio della direzione generale della Ziraat Bank . È stato progettato dall'architetto levantino italiano nato a Istanbul Giulio Mongeri e costruito tra il 1926 e il 1929.

Dopo la battaglia di Manzikert nel 1071, i turchi selgiuchidi invasero gran parte dell'Anatolia. Nel 1073, i coloni turchi avevano raggiunto le vicinanze di Ancyra, e la città fu catturata poco dopo, al più tardi al momento della ribellione di Niceforo Melissenos nel 1081. Nel 1101, quando arrivò la crociata guidata da Raimondo IV di Tolosa , il la città era sotto il controllo danese da un po' di tempo. I crociati catturarono la città e la consegnarono all'imperatore bizantino Alessio I Comneno (r. 1081-1118). Il dominio bizantino non durò a lungo e la città fu catturata dal Sultanato selgiuchide di Rum in un punto sconosciuto; nel 1127 tornò sotto il controllo danese fino al 1143, quando i Selgiuchidi di Rum la ripresero.

Dopo la battaglia di Köse Da nel 1243, in cui i mongoli sconfissero i selgiuchidi, gran parte dell'Anatolia divenne parte del dominio dei mongoli. Approfittando del declino selgiuchide, un cast semi-religiosa di artigiani e persone commerciali di nome Ahiler scelto angora come la loro città-stato indipendente nel 1290. Orhan I , il secondo Bey del dell'Impero Ottomano , catturato la città nel 1356. Timur sconfitto Bayezid I nella battaglia di Ankara nel 1402 e prese la città, ma nel 1403 Angora fu di nuovo sotto il controllo ottomano.

La Compagnia del Levante mantenne una fabbrica nella città dal 1639 al 1768. Nel XIX secolo, la sua popolazione era stimata tra 20.000 e 60.000. Fu saccheggiata dagli egiziani sotto Ibrahim Pasha nel 1832.

Dal 1867 al 1922, la città fu la capitale dell'Angora Vilayet , che comprendeva la maggior parte dell'antica Galazia.

Prima della prima guerra mondiale , la città aveva un consolato britannico e una popolazione di circa 28.000 abitanti, di cui circa 1 3 cristiani.

capitale repubblicana turca

Antkabir , il mausoleo di Mustafa Kemal Atatürk ad Ankara, è visitato da grandi folle ogni anno durante le festività nazionali come la Festa della Repubblica il 29 ottobre.

In seguito alla sconfitta ottomana nella prima guerra mondiale , la capitale ottomana Costantinopoli (moderna Istanbul) e gran parte dell'Anatolia furono occupate dagli Alleati, che progettarono di condividere queste terre tra Armenia , Francia , Grecia , Italia e Regno Unito , partendo per i turchi il pezzo di terra centrale nell'Anatolia centrale. In risposta, il leader del movimento nazionalista turco, Mustafa Kemal Atatürk , stabilì la sede del suo movimento di resistenza ad Angora nel 1920. Dopo la vittoria della guerra d'indipendenza turca e il Trattato di Sèvres sostituito dal Trattato di Losanna (1923) , i nazionalisti turchi sostituirono l'Impero ottomano con la Repubblica di Turchia il 29 ottobre 1923. Pochi giorni prima, Angora aveva ufficialmente sostituito Costantinopoli come nuova capitale turca, il 13 ottobre 1923, e funzionari repubblicani dichiararono che il nome della città è Ankara .

Dopo che Ankara divenne la capitale della neonata Repubblica di Turchia, il nuovo sviluppo divise la città in una vecchia sezione, chiamata Ulus , e una nuova sezione, chiamata Yeniehir . Antichi edifici che riflettono la storia romana, bizantina e ottomana e strade strette e tortuose segnano la parte vecchia. La nuova sezione, ora incentrata su piazza Kzlay , ha le caratteristiche di una città più moderna: strade larghe, hotel, teatri, centri commerciali e grattacieli.

Nella nuova sezione si trovano anche gli uffici governativi e le ambasciate estere. Ankara ha conosciuto una crescita fenomenale da quando è stata nominata capitale della Turchia nel 1923, quando era "una piccola città senza importanza". Nel 1924, l'anno successivo al trasferimento del governo, Ankara contava circa 35.000 abitanti. Nel 1927 c'erano 44.553 residenti e nel 1950 la popolazione era cresciuta fino a 286.781. Ankara ha continuato a crescere rapidamente durante la seconda metà del XX secolo e alla fine ha superato Izmir come seconda città più grande della Turchia, dopo Istanbul . La popolazione urbana di Ankara ha raggiunto i 4.587.558 nel 2014, mentre la popolazione della provincia di Ankara ha raggiunto i 5.150.072 nel 2015.

Dopo il 1930, divenne ufficialmente noto nelle lingue occidentali come Ankara. Dopo la fine degli anni '30 il pubblico smise di usare il nome "Angora".

Economia e infrastrutture

Söütözü quartiere degli affari e dello shopping

La città ha esportato a livello internazionale per secoli mohair (dalla capra d'angora ) e lana d'angora (dal coniglio d'angora ). Nel 19° secolo, la città esportava anche notevoli quantità di pelli di capra e gatto, gomma , cera , miele , bacche e radice di robbia . Era collegata a Istanbul tramite ferrovia prima della prima guerra mondiale , continuando ad esportare mohair, lana, bacche e grano .

La regione dell'Anatolia centrale è uno dei principali luoghi di produzione di uva e vino in Turchia e Ankara è particolarmente famosa per le sue uve Kalecik Karas e Moscato ; e il suo vino Kavakldere , che viene prodotto nel quartiere di Kavakldere nel distretto di Çankaya della città. Ankara è anche famosa per le sue pere. Un altro rinomato prodotto naturale di Ankara è il suo tipo autoctono di miele ( Ankara Bal ), noto per il suo colore chiaro, prodotto principalmente dalla fattoria e zoo forestale Atatürk nel distretto di Gazi e da altre strutture a Elmada, Çubuk e Beypazar quartieri. Le dighe ubuk-1 e Çubuk-2 sul torrente Çubuk ad Ankara sono state tra le prime dighe costruite nella Repubblica turca.

Ankara è il centro delle aziende statali e private della difesa e aerospaziale turche , dove si trovano gli impianti industriali e le sedi delle industrie aerospaziali turche , MKE , ASELSAN , HAVELSAN , ROKETSAN , FNSS , Nurol Makina e numerose altre aziende. Le esportazioni verso l'estero di queste aziende della difesa e dell'aerospaziale sono aumentate costantemente negli ultimi decenni. L' IDEF di Ankara è una delle più grandi esposizioni internazionali dell'industria mondiale degli armamenti . Numerose aziende automobilistiche globali hanno anche stabilimenti di produzione ad Ankara, come il produttore tedesco di autobus e camion MAN SE . Ankara ospita la zona industriale OSTIM , il più grande parco industriale della Turchia .

Una grande percentuale del complicato impiego ad Ankara è fornita dalle istituzioni statali; come i ministeri , i sottoministri e altri organi amministrativi del governo turco. Molti sono anche i cittadini stranieri che lavorano come diplomatici o impiegati nelle ambasciate dei rispettivi paesi.

Geografia

Ankara e la sua provincia si trovano nella regione dell'Anatolia centrale in Turchia. Il torrente Çubuk scorre attraverso il centro della città di Ankara. È collegato nella periferia occidentale della città al fiume Ankara , che è un affluente del fiume Sakarya .

Clima

Ankara ha un clima freddo semi-arido ( classificazione climatica Köppen : BSk ). Secondo la classificazione climatica di Trewartha , Ankara ha un clima continentale temperato ( Dc ). A causa della sua altitudine e della sua posizione nell'entroterra, Ankara ha inverni freddi e nevosi ed estati calde e secche. Le precipitazioni si verificano principalmente durante la primavera e l'autunno. La città si trova nella zona 7b di Hardiness USDA e la sua precipitazione media annuale è piuttosto bassa a 414 millimetri (16 pollici), tuttavia le precipitazioni possono essere osservate durante tutto l'anno. Le temperature medie mensili variano da 0,9 ° C (33,6 ° F) a gennaio a 24,3 ° C (75,7 ° F) a luglio, con una media annuale di 12,6 ° C (54,7 ° F).

Dati climatici per Ankara (Turkish State Meteorological Service Compound, Keçiören), 19912020, estremi 19272020
Mese Jan febbraio Mar aprile Maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre Anno
Registra alto °C (°F) 16,6
(61,9)
21,3
(70,3)
27,8
(82,0)
31,6
(88,9)
34,4
(93,9)
37,0
(98,6)
41,0
(105.8)
40,4
(104,7)
39,1
(102,4)
33,3
(91,9)
24,7
(76,5)
20,4
(68,7)
41,0
(105.8)
Media alta °C (°F) 4,7
(40,5)
7,4
(45.3)
12,2
(54,0)
17,5
(63,5)
22,8
(73,0)
27,3
(81,1)
31,0
(87,8)
31,0
(87,8)
26,5
(79,7)
20,3
(68,5)
13,0
(55,4)
6,7
(44,1)
18,4
(65,1)
Media giornaliera °C (°F) 0,9
(33,6)
2,7
(36,9)
6,7
(44,1)
11,5
(52,7)
16,5
(61,7)
20,6
(69,1)
24,2
(75,6)
24,3
(75,7)
19,6
(67,3)
13,9
(57,0)
7.3
(45.1)
2,8
(37,0)
12,6
(54,7)
Medio basso °C (°F) -2,2
(28,0)
-1,2
(29,8)
1,9
(35,4)
6,0
(42.8)
10,5
(50,9)
14,1
(57,4)
17,2
(63,0)
17,4
(63,3)
13,1
(55,6)
8,4
(47,1)
2,7
(36,9)
-0,3
(31,5)
7.3
(45.1)
Registra °C (°F) basso 24,9
(12,8)
24,2
(11,6)
-19,2
(-2,6)
-7,2
(19,0)
1,6
(29,1)
3,8
(38,8)
4.5
(40.1)
5,5
(41,9)
1,5
(29,3)
-9,8
(14,4)
-17,5
(0,5)
24,2
(11,6)
24,9
(12,8)
Precipitazioni medie mm (pollici) 38,6
(1,52)
36,6
(1,44)
46,9
(1,85)
44,5
(1,75)
51,0
(2,01)
40,2
(1,58)
14,8
(0,58)
14,6
(0,57)
17,9
(0,70)
33,4
(1,31)
31,9
(1,26)
43.2
(1.70)
413.6
(16.28)
Giorni medi di precipitazioni 13.60 12.67 13.87 13.40 14.53 11.47 4.60 5.10 5.50 9.23 8.93 14.00 126.9
Media umidità relativa (%) 79 75 65 58 57 51 43 41 46 56 70 78 60
Ore di sole mensili medie 68.2 101,7 148.8 189.0 238.7 279.0 328.6 316,2 264.0 195.3 129.0 74,4 2,332.9
Ore di sole giornaliere medie 2.2 3.6 4.8 6.3 7.7 9.3 10.6 10.2 8.8 6.3 4.3 2.4 6.4
Fonte 1: Servizio meteorologico statale turco
Fonte 2: Deutscher Wetterdienst (umidità 1931-1960)

Dati demografici

Ankara aveva una popolazione di 75.000 abitanti nel 1927. A partire dal 2019, la provincia di Ankara ha una popolazione di 5.639.076 abitanti.

Quando Ankara divenne la capitale della Repubblica di Turchia nel 1923, fu designata come città pianificata per 500.000 futuri abitanti. Durante gli anni '20, '30 e '40, la città è cresciuta in modo pianificato e ordinato. Tuttavia, dagli anni '50 in poi, la città è cresciuta molto più velocemente di quanto previsto, perché la disoccupazione e la povertà hanno costretto le persone a migrare dalle campagne in città per cercare un tenore di vita migliore. Di conseguenza, molte case illegali chiamate gecekondu sono state costruite intorno alla città, causando il paesaggio urbano non pianificato e incontrollato di Ankara, poiché non è stato possibile costruire abbastanza velocemente alloggi pianificati. Sebbene costruite in modo precario, la stragrande maggioranza di esse dispone di elettricità, acqua corrente e moderni servizi domestici.

Tuttavia, molti di questi gecekondus sono stati sostituiti da enormi progetti di edilizia popolare sotto forma di edifici a torre come Elvankent, Eryaman e Güzelkent ; e anche come complessi abitativi di massa per alloggi di servizio militare e civile. Sebbene rimangano ancora molti gecekondus, anch'essi vengono gradualmente sostituiti da complessi abitativi di massa, poiché i terreni vuoti nella città di Ankara per nuovi progetti di costruzione stanno diventando impossibili da trovare.

Çorum e Yozgat, che si trovano nell'Anatolia centrale e la cui popolazione è in diminuzione, sono le province con la più alta migrazione netta verso Ankara. Circa un terzo della popolazione dell'Anatolia centrale di 15.608.868 persone risiede ad Ankara.

La popolazione di Ankara ha un livello di istruzione superiore alla media del Paese. Secondo i dati del 2008, un tasso di alfabetizzazione di 15 anni più alto crea l'88% della popolazione provinciale totale (91% negli uomini e 86% nelle donne). Questo rapporto era dell'83% per la Turchia (88% maschi, 79% femmine). Questa differenza è particolarmente evidente nella fascia di popolazione con istruzione universitaria. Il rapporto tra laureati e diplomati rispetto alla popolazione totale è del 10,6% ad Ankara, mentre in Turchia è del 5,4%.

Trasporti

La stazione ferroviaria di Ankara è un hub per i treni convenzionali.

La direzione generale dell'elettricità, del gas e degli autobus (EGO) gestisce la metropolitana di Ankara e altre forme di trasporto pubblico. Ankara è servita da una ferrovia suburbana denominata Ankaray (A1) e da tre linee della metropolitana (M1, M2, M3) della metropolitana di Ankara con circa 300.000 pendolari giornalieri totali, mentre è in costruzione un'ulteriore linea della metropolitana (M4). Una cabinovia lunga 3,2 km (2,0 miglia) con quattro stazioni collega il distretto di entepe alla stazione della metropolitana Yenimahalle .

La stazione centrale di Ankara è un importante snodo ferroviario in Turchia. Le Ferrovie dello Stato turche effettuano un servizio di treni passeggeri da Ankara ad altre grandi città, come: Istanbul , Eskiehir , Balkesir , Kütahya , zmir , Kayseri , Adana , Kars , Elâz , Malatya , Diyarbakr , Karabük , Zonguldak e Sivas . La ferrovia per pendolari corre anche tra le stazioni di Sincan e Kaya . Il 13 marzo 2009 è entrato in funzione il nuovo servizio ferroviario ad alta velocità Yüksek Hzl Tren (YHT) tra Ankara ed Eskiehir. Il 23 agosto 2011, un'altra linea ad alta velocità YHT ha iniziato commercialmente il suo servizio tra Ankara e Konya . Il 25 luglio 2014 è entrata in servizio la linea ad alta velocità Ankara-Istanbul della YHT.

L'aeroporto internazionale di Esenboa , situato nel nord-est della città, è il principale aeroporto di Ankara.

Statistiche sui trasporti pubblici di Ankara

La quantità media di tempo che le persone trascorrono in viaggio sui mezzi pubblici ad Ankara in un giorno feriale è di 71 minuti. Il 17% dei passeggeri del trasporto pubblico viaggia per più di due ore al giorno. Il tempo medio di attesa a una fermata o stazione del trasporto pubblico è di sedici minuti, mentre il 28% degli utenti attende in media più di venti minuti ogni giorno. La distanza media che le persone percorrono di solito in un singolo viaggio con i mezzi pubblici è di 9,9 km (6,2 mi), mentre il 27% percorre più di 12 km (7,5 mi) in una sola direzione.

Politica

Mansur Yava del CHP è il sindaco di Ankara, eletto nel 2019 .

Dall'8 aprile 2019, il sindaco di Ankara è Mansur Yava del Partito popolare repubblicano (CHP) , che ha vinto le elezioni a sindaco nel 2019 .

Ankara è politicamente un triplice campo di battaglia tra il partito conservatore Giustizia e Sviluppo (AKP), l'opposizione kemalista di centro-sinistra Republican People's Party (CHP) e il nazionalista di estrema destra Nationalist Movement Party (MHP). La provincia di Ankara è divisa in 25 distretti. La principale e quasi unica roccaforte politica del CHP ad Ankara si trova nell'area centrale di Çankaya , che è il distretto più popoloso della città. Mentre il CHP ha sempre ottenuto tra il 60 e il 70% dei voti a Çankaya dal 2002, il sostegno politico altrove in tutta Ankara è minimo. L'elevata popolazione all'interno di Çankaya, così come in una certa misura Yenimahalle , ha permesso al CHP di prendere il secondo posto generale dietro l'AKP nelle elezioni locali e generali, con l'MHP al terzo posto, nonostante il fatto che l'MHP sia politicamente più forte di il CHP in quasi tutti gli altri distretti. Nel complesso, l'AKP gode del maggior sostegno in tutta la città. L'elettorato di Ankara tende quindi a votare a favore della destra politica, molto più delle altre principali città di Istanbul e Smirne . In retrospettiva, le proteste del 2013-14 contro il governo dell'AKP sono state particolarmente forti ad Ankara, rivelandosi fatali in più occasioni.

Distretto di Ankara Comuni
Elezioni locali, 2019
AKP
19 / 25
CHP
3 / 25
MHP
3 / 25

La città ha subito una serie di attacchi terroristici nel 2015 e nel 2016, in particolare il 10 ottobre 2015 ; 17 febbraio 2016 ; 13 marzo 2016 ; e 15 luglio 2016 .

Melih Gökçek è stato sindaco metropolitano di Ankara dal 1994 al 2017. Inizialmente eletto alle elezioni locali del 1994 , è stato rieletto nel 1999 , 2004 e 2009 . Nelle elezioni locali del 2014 Gökçek si è candidato per un quinto mandato. Il candidato sindaco metropolitano del MHP per le elezioni locali del 2009, Mansur Yava , si è presentato come candidato del CHP contro Gökçek nel 2014. In un'elezione molto controversa, Gökçek è stato dichiarato vincitore di appena l'1% davanti a Yava tra le accuse di frode elettorale sistematica. Con il Consiglio elettorale supremo e i tribunali che hanno respinto i suoi ricorsi, Yava ha dichiarato la sua intenzione di portare le irregolarità alla Corte europea dei diritti dell'uomo . Sebbene Gökçek sia stato inaugurato per un quinto mandato, la maggior parte degli osservatori elettorali ritiene che Yava sia stato il vincitore delle elezioni. Gökçek si è dimesso il 28 ottobre 2017 ed è stato sostituito dall'ex sindaco del distretto di Sincan , Mustafa Tuna ; al quale è succeduto Mansur Yava del CHP , attuale sindaco di Ankara, eletto nel 2019 .

Attrazioni principali

Siti antichi/archeologici

Al Monumentum Ancyranum ( Tempio di Augusto e Roma ) a Ulus, sopravvive la prima copia intatta delle Res Gestae scritta dal primo imperatore romano Augusto .

Cittadella di Ankara

Le fondamenta del castello e della cittadella di Ankara furono poste dai Galati su un prominente affioramento di lava ( 39,941°N 32,864°E ), e il resto fu completato dai Romani. I bizantini e i selgiuchidi fecero ulteriori restauri e aggiunte. L'area intorno e all'interno della cittadella, essendo la parte più antica di Ankara, contiene molti begli esempi di architettura tradizionale. Ci sono anche aree ricreative per rilassarsi. Molte case tradizionali turche restaurate all'interno dell'area della cittadella hanno trovato nuova vita come ristoranti che servono cucina locale. 39°5628N 32°5150E / / 39,941; 32.864

La cittadella è stata raffigurata in varie banconote turche durante il 1927-1952 e il 1983-1989.

Teatro Romano

All'esterno del castello sono visibili i resti, il palcoscenico e il retroscena del teatro romano . Le statue romane qui rinvenute sono esposte nel Museo delle Civiltà Anatoliche . L'area salotto è ancora in fase di scavo.

Tempio di Augusto e Roma

L'Augusteum, ora noto come Tempio di Augusto e di Roma, fu costruito 25  x  20 aC in seguito alla conquista dell'Anatolia centrale da parte dell'Impero Romano . Ancira quindi costituì la capitale della nuova provincia della Galazia . Dopo la morte di Augusto nel 14 d.C., una copia del testo delle Res Gestae Divi Augusti (il Monumentum Ancyranum ) fu iscritta all'interno del pronao del tempio in latino e una traduzione greca su una parete esterna della cella . Il tempio sull'antica acropoli di Ancira fu ampliato nel II secolo e trasformato in chiesa nel V secolo. Si trova nel quartiere Ulus della città. Fu successivamente pubblicizzato dall'ambasciatore austriaco Ogier Ghiselin de Busbecq nel XVI secolo.

Terme Romane

Le Terme Romane di Ankara hanno tutte le caratteristiche tipiche di un complesso termale romano classico : un frigidarium (stanza fredda), un tepidarium (stanza calda) e un caldarium (stanza calda). Le terme furono costruite durante il regno dell'imperatore romano Caracalla all'inizio del III secolo per onorare Asclepio , il dio della medicina. Oggi rimangono solo il seminterrato e il primo piano. Si trova nel quartiere Ulus.

Strada Romana

La Strada Romana di Ankara o Cardo Maximus è stata trovata nel 1995 dall'archeologo turco Cevdet Bayburtluolu. È lungo 216 metri (709 piedi) e largo 6,7 metri (22,0 piedi). Molti reperti antichi sono stati scoperti durante gli scavi lungo la strada e la maggior parte di essi è esposta al Museo delle Civiltà Anatoliche .

Colonna di Giuliana

La Colonna di Giuliano o Giuliano, ora nel distretto di Ulus, fu eretta in onore della visita dell'imperatore romano Giuliano l'Apostata ad Ancira nel 362.

moschee

Moschea di Kocatepe

In alto: Moschea di Kocatepe (1987)
In basso: Moschea di Ahmet Hamdi Akseki (2013)

La Moschea di Kocatepe è la più grande moschea della città. Situato nel quartiere di Kocatepe, è stato costruito tra il 1967 e il 1987 in classico stile ottomano con quattro minareti. Le sue dimensioni e la posizione prominente ne hanno fatto un punto di riferimento per la città.

Moschea di Ahmet Hamdi Akseki

La moschea Ahmet Hamdi Akseki si trova vicino alla Presidenza degli affari religiosi sulla strada Eskiehir . Costruita in stile neoclassico turco, è una delle nuove moschee più grandi della città, completata e inaugurata nel 2013. Può ospitare 6mila persone durante le preghiere generali e fino a 30mila persone durante le preghiere funebri. La moschea era decorata con motivi in stile selgiuchide anatolico .

Moschea Yeni (Cenab Ahmet)

È la più grande moschea ottomana di Ankara ed è stata costruita dal famoso architetto Sinan nel XVI secolo. Il mimber (pulpito) e il mihrap (nicchia di preghiera) sono di marmo bianco e la moschea stessa è di pietra di Ankara, un esempio di pregevole fattura.

Moschea Hac Bayram

Questa moschea, nel quartiere Ulus vicino al Tempio di Augusto , fu costruita all'inizio del XV secolo in stile selgiuchide da un architetto sconosciuto. Fu successivamente restaurato dall'architetto Mimar Sinan nel XVI secolo, con l'aggiunta di piastrelle Kütahya nel XVIII secolo. La moschea fu costruita in onore di Hac Bayram- Veli , la cui tomba si trova accanto alla moschea, due anni prima della sua morte (1427-28). Lo spazio utilizzabile all'interno di questa moschea è di 437 m 2 (4.704 piedi quadrati) al primo piano e 263 m 2 (2.831 piedi quadrati) al secondo piano.

Moschea Ahi Elvan

Fu fondata nel quartiere di Ulus vicino alla cittadella di Ankara e fu costruita dalla confraternita Ahi tra la fine del XIV e l'inizio del XV secolo. Di particolare interesse il mimber (pulpito) in noce finemente intagliato.

Moschea di Alâeddin

La Moschea di Alâeddin è la più antica moschea di Ankara. Ha un mimber scolpito in noce , l'iscrizione su cui si registra che la moschea fu completata all'inizio del 574 AH (che corrisponde all'estate del 1178 d.C.) e fu costruita dal principe selgiuchide Muhiddin Mesud ah (morto nel 1204), il Bey di Ankara , che era il figlio del sultano anatolico selgiuchide Klç Arslan II (regnò 11561192).

Monumenti moderni

Monumento alla Vittoria

In alto: Monumento alla Vittoria (1927)
In basso: Monumento Hittite Sun Course (1978)

Il Monumento alla Vittoria ( turco : Zafer Ant ) è stato realizzato dallo scultore austriaco Heinrich Krippel nel 1925 ed è stato eretto nel 1927 in piazza Ulus . Il monumento è realizzato in marmo e bronzo e presenta una statua equestre di Mustafa Kemal Atatürk , che indossa un'uniforme militare moderna dell'era repubblicana, con il grado di Feldmaresciallo .

Statua di Atatürk

Situata in Piazza Zafer (Vittoria) (in turco : Zafer Meydan ), la statua in marmo e bronzo è stata realizzata dal famoso scultore italiano Pietro Canonica nel 1927 e raffigura un Atatürk in piedi che indossa un'uniforme militare moderna dell'era repubblicana, con il grado di feldmaresciallo .

Monumento a un futuro sicuro e fiducioso

Questo monumento, situato nel Parco Güven vicino a Piazza Kzlay, fu eretto nel 1935 e porta il consiglio di Atatürk al suo popolo: "Turco! Sii orgoglioso, lavora sodo e credi in te stesso".

Il monumento è stato raffigurato sul retro della banconota da 5 lire turche del 1937-1952 e delle banconote da 1000 lire del 1939-1946.

Monumento Hatti

Eretto nel 1978 in piazza Shhiye , questo imponente monumento simboleggia il Disco solare di Hatti (che in seguito fu adottato dagli Ittiti ) e commemora la prima civiltà conosciuta dell'Anatolia. L'Hatti Sun Disc è stato utilizzato nel precedente logo della municipalità metropolitana di Ankara. È stato utilizzato anche nel precedente logo del Ministero della Cultura e del Turismo.

locande

suluhan

Il cortile del museo Çengelhan Rahmi Koç è stato coperto con un tetto di vetro.

Suluhan è una locanda storica ad Ankara. È anche chiamato Hasanpaa Han . Si trova a circa 400 metri (1.300 piedi) a sud-est di Piazza Ulus e si trova nel quartiere di Hacdoan. Secondo il vakfiye (iscrizione) dell'edificio, l' han dell'era ottomana fu commissionato da Hasan Pasha, un beylerbey regionale , e fu costruito tra il 1508 e il 1511, durante gli ultimi anni del regno del sultano Bayezid II . Ci sono 102 stanze (ora negozi) che si affacciano sui due cortili. In ogni stanza c'è una finestra, una nicchia e un camino.

Museo Çengelhan Rahmi Koç

Il Museo Çengelhan Rahmi Koç è un museo di tecnologia industriale situato a Çengel Han , una locanda di epoca ottomana che fu completata nel 1523, durante i primi anni del regno del sultano Solimano il Magnifico . Le mostre includono manufatti industriali/tecnologici dal 1850 in poi. Ci sono anche sezioni su Mustafa Kemal Atatürk, il fondatore della moderna Turchia; Vehbi Koç, padre di Rahmi Koç e uno dei primi industriali della Turchia, e città di Ankara.

Shopping

I visitatori stranieri ad Ankara di solito amano visitare i vecchi negozi in Çkrkçlar Yokuu (Strada dei tessitori) vicino a Ulus, dove si possono trovare una miriade di cose che vanno dai tessuti tradizionali, ai tappeti tessuti a mano e ai prodotti in pelle a prezzi stracciati. Bakrclar Çars (Bazar dei fabbri) è particolarmente popolare e qui si possono trovare molti oggetti interessanti, non solo di rame, come gioielli, tappeti, costumi, oggetti d'antiquariato e ricami. Su per la collina fino al cancello del castello, ci sono molti negozi che vendono un'enorme e fresca collezione di spezie, frutta secca , noci e altri prodotti.

Le aree commerciali moderne si trovano principalmente a Kzlay o su Tunal Hilmi Avenue, compreso il moderno centro commerciale di Karum (dal nome delle antiche colonie mercantili assire chiamate Kârum che furono stabilite nell'Anatolia centrale all'inizio del II millennio a.C. ) che si trova verso la fine del viale; ea Çankaya , il quartiere con la più alta elevazione della città. La Torre Atakule accanto all'Atrium Mall a Çankaya offre viste su Ankara e ha anche un ristorante girevole in cima. Il simbolo del centro commerciale Armada è un'ancora , e all'ingresso c'è un grande monumento a forma di ancora, in riferimento all'antico nome greco della città, (Ánkyra), che significa ancora. Allo stesso modo, il monumento all'ancora è anche correlato al nome spagnolo del centro commerciale, Armada, che significa flotta navale .

Quando Ankara iniziò ad espandersi verso ovest negli anni '70, diversi sviluppi e mini città moderni in stile suburbano iniziarono a sorgere lungo l'autostrada occidentale, nota anche come Eskiehir Road. I centri commerciali Armada , CEPA e Kentpark sull'autostrada, la Galleria , Arcadium e Gordion a Ümitköy e un enorme centro commerciale, Real a Bilkent Center, offrono opportunità di shopping in stile nordamericano ed europeo (questi luoghi possono essere raggiunti attraverso l'autostrada Eskiehir). C'è anche il nuovo ANKAmall in periferia, sull'autostrada di Istanbul, che ospita la maggior parte dei noti marchi internazionali. Questo centro commerciale è il più grande di tutta la regione di Ankara. Nel 2014 sono stati aperti altri centri commerciali ad Ankara. Sono Next Level e Taurus sul Boulevard of Mevlana (noto anche come Konya Road).

Cultura

Le arti

La Biblioteca presidenziale è la più grande biblioteca in Turchia, con una collezione di oltre quattro milioni di libri.

Turkish State Opera and Ballet , la direzione nazionale delle compagnie di opera e balletto della Turchia, ha sede ad Ankara e serve la città con tre sedi:

  • Il Teatro dell'Opera di Ankara ( Opera Sahnesi , noto anche come Büyük Tiyatro ) è il più grande dei tre luoghi per l'opera e il balletto di Ankara.

Musica

Ankara ospita cinque orchestre di musica classica:

Ci sono quattro sale da concerto in città:

La città ha ospitato numerosi festival annuali di teatro, musica e cinema:

Ankara ha anche una serie di sale da concerto come Eskiyeni , IF Performance Hall , Jolly Joker , Kite , Nefes Bar , Noxus Pub , Passage Pub e Route , che ospitano spettacoli dal vivo ed eventi di musicisti famosi.

Teatro

Anche i teatri di stato turchi hanno la loro sede ad Ankara e gestiscono i seguenti palchi nella città:

Inoltre, la città è servita da diverse compagnie teatrali private, tra cui Ankara Sanat Tiyatrosu , che ha un proprio palcoscenico nel centro della città, è un notevole esempio.

Musei

Ci sono circa 50 musei in città.

Museo delle Civiltà Anatoliche

Il Museo delle Civiltà Anatoliche ( Anadolu Medeniyetleri Müzesi ) si trova all'ingresso del Castello di Ankara . Si tratta di un antico bedesten (bazar coperto) del XV secolo che è stato restaurato e ora ospita una collezione di opere paleolitiche , neolitiche , hatti , ittite , frigie , urartiane e romane , nonché un'importante sezione dedicata ai tesori della Lidia .

Antkabir

Mausoleo di Atatürk . È la vista più popolare di Ankara.

Antkabir si trova su un'imponente collina, che forma il quartiere Anttepe della città, dove sorge il mausoleo di Mustafa Kemal Atatürk , fondatore della Repubblica di Turchia. Completato nel 1953, è un'impressionante fusione di stili architettonici antichi e moderni. Un museo adiacente ospita una statua di cera di Atatürk, i suoi scritti, lettere e oggetti personali, oltre a una mostra di fotografie che registrano momenti importanti della sua vita e durante l'instaurazione della Repubblica. Antkabir è aperto tutti i giorni, mentre il museo adiacente è aperto tutti i giorni tranne il lunedì.

Museo Etnografico di Ankara

Il Museo Etnografico di Ankara ( Etnorafya Müzesi ) si trova di fronte al Teatro dell'Opera di Ankara sul Boulevard Talat Paa, nel distretto di Ulus. C'è una bella collezione di oggetti folcloristici, così come manufatti dei periodi selgiuchide e ottomano. Di fronte all'edificio del museo, c'è una statua equestre in marmo e bronzo di Mustafa Kemal Atatürk (che indossa un'uniforme militare moderna dell'era repubblicana, con il grado di Feldmaresciallo ) che è stata realizzata nel 1927 dal famoso scultore italiano Pietro Canonica .

Museo statale di arte e scultura

Il Museo statale di arte e scultura ( Resim-Heykel Müzesi ) aperto al pubblico nel 1980 è vicino al Museo etnografico e ospita una ricca collezione di arte turca dalla fine del XIX secolo ai giorni nostri. Ci sono anche gallerie che ospitano mostre ospiti.

Cer Modern

Cer Modern è il museo d'arte moderna di Ankara, inaugurato il 1 aprile 2010. Si trova nell'edificio ristrutturato dello storico TCDD Cer Atölyeleri, ex officina delle Ferrovie dello Stato turche . Il museo incorpora la più grande sala espositiva in Turchia. Il museo ospita mostre periodiche di arte moderna e contemporanea, oltre ad ospitare altri eventi di arte contemporanea.

Museo della Guerra d'Indipendenza

Il Museo della Guerra d'Indipendenza ( Kurtulu Sava Müzesi ) si trova in Piazza Ulus . In origine era il primo edificio del Parlamento (TBMM) della Repubblica di Turchia. La Guerra d'Indipendenza è stata pianificata e diretta qui come registrata in varie fotografie e oggetti attualmente in mostra. In un'altra esposizione sono esposte le statue di cera degli ex presidenti della Repubblica di Turchia.

Biblioteca del Museo della Letteratura Mehmet Akif

La Biblioteca del Museo della letteratura di Mehmet Akif è un importante museo e archivio letterario aperto nel 2011 e dedicato a Mehmet Akif Ersoy (1873-1936), il poeta dell'inno nazionale turco .

Museo delle locomotive a vapore all'aperto TCDD

Il TCDD Open Air Steam Locomotive Museum è un museo a cielo aperto che ripercorre la storia delle locomotive a vapore .

Museo dell'aviazione di Ankara

Il Museo dell'Aviazione di Ankara ( Hava Kuvvetleri Müzesi Komutanl ) si trova vicino a Istanbul Road a Etimesgut. Il museo è stato aperto al pubblico nel settembre 1998. Ospita vari missili, avionica, materiali aeronautici e aerei che hanno prestato servizio nell'aeronautica turca (ad es. aerei da combattimento come F-86 Sabre , F-100 Super Saber , F -102 Delta Dagger , F-104 Starfighter , F-5 Freedom Fighter , F-4 Phantom e aerei cargo come il Transall C-160 .) Anche un MiG-21 ungherese , un MiG-19 pakistano e un MiG bulgaro -17 sono in mostra al museo.

Museo della Scienza e della Tecnologia METU

Il Museo della Scienza e della Tecnologia METU ( ODTÜ Bilim ve Teknoloji Müzesi ) si trova all'interno del campus della Middle East Technical University .

Gli sport

Come in tutte le altre città della Turchia, il calcio è lo sport più popolare ad Ankara. La città ha due squadre di calcio che partecipano alla Süper Lig turca : l' Ankaragücü , fondato nel 1910, è il club più antico di Ankara ed è associato alla società di produzione di arsenali militari di Ankara MKE . Sono stati i vincitori della Coppa di Turchia nel 1972 e 1981. Gençlerbirlii , fondata nel 1923, è conosciuta come Ankara Gale o Poppies per via dei loro colori: rosso e nero. Sono stati i vincitori della Coppa di Turchia nel 1987 e nel 2001. La squadra B del Gençlerbirlii, Hacettepe SK (precedentemente nota come Gençlerbirlii OFTA) ha giocato nella Süper Lig ma attualmente gioca nella TFF Second League . Una quarta squadra, il Büyükehir Belediye Ankaraspor , ha giocato in Süper Lig fino al 2010, quando è stata espulsa. Il club è stato ricostituito nel 2014 come Osmanlspor, ma da allora è tornato alla sua vecchia identità di Ankaraspor . L'Ankaraspor attualmente gioca nella TFF First League allo stadio Osmanl nel distretto Sincan di Yenikent, fuori dal centro città. Keçiörengücü attualmente gioca anche nella TFF First League .

Ankara ha un gran numero di squadre minori, che giocano a livello regionale. Nella Seconda Lega TFF : Mamak FK a Mamak, Ankara Demirspor a Çankaya, Etimesgut Belediyespor a Etimesgut; nella Terza Lega TFF : Çankaya FK a Keçiören; Altndaspor ad Altnda; nel campionato dilettanti : Turanspor a Etimesgut, Türk Telekomspor di proprietà della compagnia telefonica a Yenimahalle, Çubukspor a Çubuk e Balumspor a Keçiören.

Nella Turkish Basketball League , Ankara è rappresentata da Türk Telekom , la cui sede è l' Ankara Arena , e CASA TED Kolejliler , la cui sede è la TOBB Sports Hall.

Halkbank Ankara è la principale potenza nazionale nella pallavolo maschile, avendo vinto molti campionati e coppe nella lega di pallavolo maschile turca e persino la Coppa CEV nel 2013.

Ankara Buz Pateni Saray è il luogo in cui si svolgono le gare di pattinaggio e hockey su ghiaccio della città.

Ci sono molti luoghi popolari per lo skateboard che sono attivi in città dagli anni '80. I pattinatori ad Ankara di solito si incontrano nel parco vicino alla Grande Assemblea Nazionale della Turchia .

Il palazzetto dello sport THF, costruito nel 2012, ospita le partite della Handball Super League e della Women's Handball Super League in programma ad Ankara.

Parchi

Gençlik Park (Parco della Gioventù)

Ankara ha molti parchi e spazi aperti principalmente stabiliti nei primi anni della Repubblica e ben mantenuti e ampliati in seguito. I più importanti di questi parchi sono: Gençlik Park (ospita un parco divertimenti con un grande stagno per il canottaggio), il Giardino Botanico , il Parco Semenler, il Parco Anayasa , il Parco Kuulu (famoso per i cigni ricevuti in dono dal governo cinese ), Abdi pekçi Park, Esertepe Park , Güven Park (vedi sopra per il monumento), Kurtulu Park (ha una pista di pattinaggio sul ghiaccio), Altnpark (anche un'importante area espositiva/fiera), Harikalar Diyar (ha affermato di essere il più grande parco d'Europa all'interno confini della città) e il Parco Göksu. Dikmen Vadisi (Valle di Dikmen) è un parco di 70 ettari (170 acri) e un'area ricreativa situata nel distretto di Çankaya.

Gençlik Park è stato raffigurato sul retro delle banconote da 100 lire turche del 1952-1976.

Atatürk Forest Farm and Zoo ( Atatürk Orman Çiftlii ) è un'ampia area agricola ricreativa che ospita uno zoo , diverse piccole fattorie agricole, serre , ristoranti, un caseificio e una fabbrica di birra. È un luogo piacevole dove trascorrere una giornata con la famiglia, che si tratti di fare picnic, fare escursioni, andare in bicicletta o semplicemente godersi il buon cibo e la natura. Esiste anche una replica esatta della casa in cui Atatürk nacque nel 1881, a Salonicco , in Grecia. I visitatori della "Çiftlik" (fattoria), come viene affettuosamente chiamata dagli Ancarani, possono assaggiare i famosi prodotti della fattoria come birra e gelato all'antica , latticini freschi e involtini di carne/kebaps fatti alla brace, in un tradizionale ristorante ( Merkez Lokantas , Ristorante Centrale), bar e altri locali sparsi per la fattoria.

Formazione scolastica

università

Ankara è nota, in Turchia, per la moltitudine di università che ospita. Questi includono quanto segue, molti dei quali sono tra i più rinomati del paese:

Fauna

gatto d'angora

Gatto d'angora con occhi strani (eterocromia), che è comune tra gli Angora

Ankara è la patria di una razza di gatti domestici famosi in tutto il mondo : l' Angora turco , chiamato Ankara kedisi (gatto di Ankara) in turco. L'angora turca è una delle antiche razze di gatti naturali, originaria di Ankara e della regione circostante nell'Anatolia centrale.

Hanno per lo più un mantello bianco, setoso, di lunghezza medio-lunga, senza sottopelo e una struttura ossea fine. Sembra esserci una connessione tra i gatti d'angora ei persiani , e l'angora turca è anche un lontano cugino del furgone turco . Sebbene siano noti per il loro mantello bianco scintillante, ci sono più di venti varietà tra cui pelliccia nera, blu e rossastra. Vengono in tabby e tabby-white, insieme alle varietà di fumo, e sono in tutti i colori diversi da quelli appuntiti, lavanda e cannella (tutti i quali indicherebbero l'allevamento a un outcross).

Gli occhi possono essere blu, verdi o ambra, o anche uno blu e uno ambra o verde. Il gene W che è responsabile del camice bianco e dell'occhio azzurro è strettamente correlato alla capacità uditiva e la presenza di un occhio azzurro può indicare che il gatto è sordo dal lato in cui si trova l'occhio azzurro. Tuttavia, moltissimi gatti bianchi blu e con gli occhi strani hanno un udito normale e anche i gatti sordi conducono una vita molto normale se tenuti in casa.

Le orecchie sono appuntite e grandi, gli occhi sono a mandorla e la testa è massiccia con un profilo a due piani. Un'altra caratteristica è la coda, che spesso viene tenuta parallela al dorso.

capra d'angora

La capra d'angora (in turco : Ankara keçisi ) è una razza di capra domestica originaria di Ankara e della regione circostante nell'Anatolia centrale.

Questa razza è stata menzionata per la prima volta al tempo di Mosè , all'incirca nel 1500 aC. Le prime capre d'angora furono portate in Europa da Carlo V, imperatore del Sacro Romano Impero , intorno al 1554, ma, come le importazioni successive, non ebbero molto successo. Le capre d'angora furono introdotte per la prima volta negli Stati Uniti nel 1849 dal Dr. James P. Davis. Sette capre adulte sono state un dono del sultano Abdülmecid I in segno di apprezzamento per i suoi servizi e consigli sull'allevamento del cotone.

Il vello prelevato da una capra d'angora si chiama mohair . Una singola capra produce tra i cinque e gli otto chilogrammi (11 e 18 libbre ) di pelo all'anno. Le angora vengono tosate due volte l'anno, a differenza delle pecore , che vengono tosate solo una volta. Le angora hanno elevate esigenze nutrizionali a causa della loro rapida crescita dei capelli. Una dieta di scarsa qualità ridurrà lo sviluppo del mohair. Gli Stati Uniti, la Turchia e il Sudafrica sono i principali produttori di mohair.

Per molto tempo le capre d'angora sono state allevate per il loro manto bianco. Nel 1998 è stata costituita la Coloured Angora Goat Breeders Association per promuovere l'allevamento di angora colorate. Oggi le capre d'angora producono fibre bianche, nere (dal nero profondo al grigio e argento), rosse (il colore sbiadisce notevolmente man mano che la capra invecchia) e marrone.

Le capre d'angora erano raffigurate sul retro delle banconote da 50 lire turche del 1938-1952.

Coniglio d'angora

Il coniglio d'angora ( turco : Ankara tavan ) è una varietà di coniglio domestico allevato per i suoi capelli lunghi e morbidi. L'Angora è uno dei più antichi tipi di coniglio domestico, originario di Ankara e della regione circostante nell'Anatolia centrale, insieme al gatto d' angora e alla capra d'angora . I conigli erano animali domestici popolari tra i reali francesi a metà del XVIII secolo e si diffusero in altre parti d'Europa entro la fine del secolo. Sono apparsi per la prima volta negli Stati Uniti all'inizio del XX secolo. Sono allevati in gran parte per la loro lunga lana d'angora , che può essere rimossa tosando , pettinando o spennando (tirando delicatamente la lana sciolta).

Le angora sono allevate principalmente per la loro lana perché è setosa e morbida. Hanno un aspetto umoristico, poiché assomigliano stranamente a una palla di pelo. La maggior parte sono calmi e docili, ma dovrebbero essere maneggiati con attenzione. La toelettatura è necessaria per evitare che la fibra si infeltrisca e si infeltrisca sul coniglio. Una condizione chiamata "blocco di lana" è comune nei conigli d'angora e dovrebbe essere trattata rapidamente. A volte vengono tosati in estate poiché la lunga pelliccia può causare il surriscaldamento dei conigli.

Relazioni internazionali

Città gemellate e città gemellate

Ankara è gemellata con:

Città partner

Guarda anche

Appunti

Riferimenti

43. iliki durumu evli izle

attribuzione

Ulteriori letture

link esterno

Opiniones de nuestros usuarios

Santa Mele

Grazie per questa voce su Ankara, è proprio quello che mi serviva, Grazie per questa voce su Ankara, è proprio quello che mi serviva

Antonino Vitale

Questo post su Ankara era proprio quello che volevo trovare

Silvio De Rosa

L'informazione su Ankara è molto interessante e affidabile, come il resto degli articoli che ho letto finora, che sono già molti, perché sto aspettando da quasi un'ora il mio appuntamento su Tinder e lui non si presenta, quindi penso che mi abbia dato buca. Colgo l'occasione per lasciare qualche stella per la compagnia e per cagare sulla mia fottuta vita

Vincenza Ferretti

Trovo molto interessante il modo in cui è scritto questo post sulla Ankara, mi ricorda i miei anni di scuola. Che bei tempi, grazie per avermi riportato lì