Leonardo Bonucci

Leonardo Bonucci
Bonucci in nazionale nel 2015
NazionalitàBandiera dell'Italia Italia
Altezza189 cm
Peso89 kg
Calcio
RuoloDifensore
Termine carriera1º luglio 2024
Carriera
Giovanili
1993-2000 Pianoscarano
2000-2002  Viterbese
2002-2004 Nuova Bagnaia
2004-2005  Viterbo
2005-2007  Inter
Squadre di club1
2005-2007  Inter1 (0)
2007-2009  Treviso40 (4)
2009  Pisa18 (1)
2009-2010  Bari38 (1)
2010-2017  Juventus227 (13)
2017-2018  Milan35 (2)
2018-2023  Juventus130 (14)
2023-2024  Union Berlino7 (1)
2024  Fenerbahçe8 (0)
Nazionale
2010-2023Bandiera dell'Italia Italia121 (8)
Palmarès
 Europei di calcio
ArgentoPolonia-Ucraina 2012
OroEuropa 2020
 Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA
ArgentoFinalissima 2022
 UEFA Nations League
BronzoItalia 2021
BronzoPaesi Bassi 2023
 Confederations Cup
BronzoBrasile 2013
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Leonardo Bonucci (Viterbo, 1º maggio 1987) è un ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Nella sua carriera ha vinto nove campionati di Serie A, di cui uno con l'Inter nel 2005-2006 e otto con la Juventus (sei consecutivi dal 2011-2012 al 2016-2017 e altri due nelle stagioni 2018-2019 e 2019-2020), club quest'ultimo a cui ha legato la maggior parte della carriera – fino a diventarne capitano – e con cui si è aggiudicato anche quattro Coppe Italia (tre consecutive dal 2014-15 al 2016-17 e ancora nel 2020-21) e cinque Supercoppe di Lega (2012, 2013, 2015, 2018 e 2020), disputando inoltre due finali di UEFA Champions League (2015 e 2017); in precedenza, con la squadra nerazzurra aveva incamerato, a livello giovanile, un Campionato Primavera (2006-07) e una Coppa Italia Primavera (2005-06).

Con la nazionale italiana ha vinto l'europeo itinerante di Europa 2020; tra gli altri piazzamenti, è stato finalista all'europeo di Polonia-Ucraina 2012 e terzo classificato sia alla Confederations Cup di Brasile 2013 sia alle edizioni 2020-2021 e 2022-2023 della UEFA Nations League. In azzurro ha inoltre preso parte ai mondiali di Sudafrica 2010 e Brasile 2014, all'europeo di Francia 2016 e alla Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA 2022.

Considerato tra i migliori difensori della sua generazione, a livello individuale è stato nominato miglior calciatore AIC nel 2016, oltre a essere stato inserito nel 2013-14 e nel 2017-18 nella squadra della stagione della UEFA Europa League, nel 2015, 2016, 2017 e 2020 nella squadra dell'anno AIC, nel 2016 nella formazione ideale dell'Équipe e nella squadra dell'anno UEFA, nel 2016-17 nella squadra della stagione della UEFA Champions League e nell'ESM Team of the Year, nel 2017 e nel 2021 nell'undici ideale del FIFA FIFPro World XI e nel 2021 nell'XI All Star Team dell'europeo. Nel 2021, inoltre, si è classificato 14º nella graduatoria del Pallone d'oro.

Biografia

Secondo di due figli, cresce a Viterbo nel quartiere Pianoscarano, uno dei rioni medioevali della città. Nel 2011 sposa Martina: la coppia ha tre figli. Suo fratello Riccardo, maggiore di cinque anni, è stato giocatore in Serie C1 con la Viterbese e, a livello dilettantistico, in squadre della provincia di Viterbo.

Nell'estate 2012 Bonucci viene deferito dalla Procura Federale della FIGC nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo Scommessopoli dell'anno precedente, col procuratore federale Stefano Palazzi che richiede per lui una squalifica di 3 anni e 6 mesi: nelle settimane seguenti il giocatore viene prosciolto dalla giustizia sportiva sia in primo sia in secondo grado. Per gli strascichi del caso nella giustizia ordinaria, nel luglio del 2013 è tra gli indagati a cui la Procura di Cremona invia un'informazione di garanzia circa un incidente probatorio atto alla ricerca di possibili combine: la posizione del calciatore viene archiviata nel febbraio 2015.

Caratteristiche tecniche

Bonucci (a sinistra) contrasta in elevazione l'inglese Welbeck nei quarti di finale del campionato d'Europa 2012: l'abilità nel gioco aereo – sia in fase difensiva sia offensiva – è una delle migliori qualità del difensore.

Nato come centrocampista centrale, in seguito è stato arretrato con successo da Carlo Perrone, suo tecnico nel settore giovanile della Viterbese, a difensore centrale. Nonostante l'iniziale ubicazione alla destra del blocco difensivo, in seguito è andato stabilmente a ricoprire compiti di «regista difensivo» – di fatto aggiornando lo storico ruolo di libero della squadra –; ciò principalmente in una difesa a tre, seppur abbia disponibilità a giocare anche in un reparto arretrato composto da quattro elementi.

Calciatore di grande personalità – caratteristica che porta estimatori e detrattori a dividersi nettamente circa il giudizio nei suoi confronti – nonché avvezzo ad assumersi responsabilità e ruoli da leader in campo, in fase difensiva eccelle nei contrasti e nel gioco aereo, mentre in fase offensiva ben si disimpegna nell'impostare l'azione, effettuare lanci lunghi per i compagni e, in seconda battuta, attaccare gli spazi delle retroguardie rivali. Dopo alcune difficoltà tecnico-tattiche in cui incappò nei primi anni in Serie A – che fecero nascere tra la stampa specializzata il neologismo di «bonucciata» per definire alcuni grossolani svarioni palla al piede, dettati spesso da troppa sicurezza e scarsa concentrazione –, ha raggiunto il suo massimo rendimento nelle stagioni alla Juventus, migliorando considerevolmente agli ordini di Antonio Conte prima e Massimiliano Allegri poi, affermandosi tra i punti fermi della rosa bianconera degli anni 2010 nonché tra i migliori difensori della sua epoca: tra gli altri, Josep Guardiola ne ha parlato come di uno dei suoi giocatori preferiti.

Nonostante il ruolo si è mostrato più volte avvezzo al gol nel corso della carriera, emergendo tra i difensori più prolifici della sua generazione; all'occorrenza si dimostra inoltre un efficace rigorista.

Assieme ad Andrea Barzagli e Giorgio Chiellini, nel corso degli anni 2010 compagni di squadra sia nella Juventus sia in nazionale, Bonucci ha formato un affiatato terzetto difensivo denominato «BBC» dalla stampa specializzata; la solidità del trio ha portato al paragone con la linea difensiva composta dai terzini Virginio Rosetta e Umberto Caligaris nonché dal centromediano Luis Monti, alla base dei successi di Juventus e nazionale negli anni 1930. Con il ritiro di Barzagli, il successivo asse Bonucci-Chiellini venutosi a creare è stato ritenuto, per longevità decennale e rendimento ad alti livelli, uno dei più solidi e complementari del calcio internazionale oltreché accostato a coppie del passato quali Beckenbauer-Schwarzenbeck, Scirea-Gentile o Baresi-Costacurta.

Carriera

Club

Gli esordi con Viterbese e Inter (2000-2007)

Tira i primi calci nel Pianoscarano, società del quartiere Carmine della natìa Viterbo, in cui compie tutta la trafila delle formazioni giovanili. Nel 2000 passa alla Viterbese disputando prima il campionato Giovanissimi Sperimentali e l'anno successivo quello Giovanissimi Nazionali. Nel 2002 si trasferisce temporaneamente alla Nuova Bagnaia, società dell'hinterland viterbese, per giocare il campionato Allievi, quindi nel 2004 torna alla base tra gli Allievi Nazionali allenati da Carlo Perrone. Durante la stagione 2004-05 colleziona qualche panchina con la prima squadra gialloblù, in Serie C2, e sostiene un provino con l'Inter; con le giovanili nerazzurre disputa in prova due tornei, ad Abu Dhabi e a Parma, al termine dei quali la società lombarda, l'11 luglio 2005, lo ingaggia per 40 000 euro inserendolo nella squadra Primavera.

La stagione 2005-06 vede Bonucci vincere con la formazione giovanile interista la Coppa Italia Primavera, agli ordini di Daniele Bernazzani (benché non scenda in campo nella doppia finale contro i concittadini del Milan). Intanto il 14 maggio 2006 Roberto Mancini, tecnico della prima squadra, lo fa esordire in Serie A, facendolo subentrare al 90' a Solari nella sfida dell'ultima giornata di campionato a San Siro contro il Cagliari (2-2): con tale presenza, a posteriori rientra ufficialmente nella rosa campione d'Italia dopo l'assegnazione d'ufficio dello scudetto ai nerazzurri, nelle settimane seguenti, per effetto delle sentenze di Calciopoli. Nell'annata seguente rimane nei ranghi della Primavera, perdendo la supercoppa di categoria contro la Juventus (in cui subentra nel corso della finale) ma emergendo poi nel corso della stagione, insieme ad altri promettenti elementi quali Balotelli e Biabiany, tra i maggiori artefici della vittoria del titolo di categoria: «già da ragazzo si intravedeva quanto fosse un vincente, tanto che fu uno dei protagonisti del nostro scudetto», ricorderà a posteriori il tecnico di quella formazione, Vincenzo Esposito. Mancini gli concede inoltre 3 nuove presenze con la prima squadra, tutte in Coppa Italia, tra cui la semifinale di ritorno giocata da titolare contro la Sampdoria (0-0).

Le esperienze a Treviso, Pisa e Bari (2007-2010) Bonucci in azione al Bari nel 2009

Nell'estate 2007, a 20 anni, è ceduto in prestito al Treviso, in Serie B, con cui rimane un anno e mezzo totalizzando 40 gare e 4 reti. La prima stagione in Veneto, agli ordini di Giuseppe Pillon, è molto positiva per Bonucci il quale, alla sua prima esperienza da professionista, riesce a diventare titolare nel corso del campionato trovando anche i primi gol: «era un ragazzo giovane, ma fin dai primi allenamenti mi fece una gran bella impressione, specialmente per la sua personalità», ricorderà in seguito lo stesso Pillon; negativo è invece l'epilogo della sua avventura in maglia biancoceleste, nel primo semestre dell'annata 2008-09, poiché il nuovo tecnico Luca Gotti gli preferisce elementi più esperti come Scurto e Šmit. Il 15 gennaio 2009 passa quindi in prestito ai pari categoria del Pisa allenati da Gian Piero Ventura, dove nella seconda parte della stagione colleziona da titolare 18 presenze e 1 gol. Nonostante la retrocessione del club toscano, il difensore inizia a emergere tra le più valide promesse italiane nel ruolo; ciò anche grazie allo stile di gioco di Ventura, volto a favorire la costruzione dell'azione fin dalle retrovie, e che ben si addice a un calciatore quale Bonucci, un «difensore che pensa come un centrocampista».

Tornato all'Inter al termine di questo biennio di prestiti, il 29 giugno 2009 è acquistato definitivamente dal Genoa nell'ambito della trattativa che porta Milito e Thiago Motta a Milano, venendo valutato 4 milioni di euro. Non ha tuttavia modo di vestire la maglia rossoblù, poiché il successivo 9 luglio è prelevato in compartecipazione dal Bari, neopromosso in Serie A e sulla cui panchina è nel frattempo arrivato proprio Ventura, il quale sollecita la società biancorossa a puntare sul giocatore.

In Puglia è titolare sin dalla prima giornata della stagione 2009-10, un pareggio 1-1 nella trasferta contro la sua ex squadra dell'Inter, e dov'è suo malgrado autore di un fallo da rigore su Milito; ciò nonostante, nel prosieguo dell'annata è protagonista di prestazioni di livello, giocando tutte le 38 partite di un campionato in cui il 30 gennaio 2010 trova il suo primo gol in massima categoria, in semirovesciata nella vittoria interna 4-2 sul Palermo, e che il 3 marzo lo portano a vestire per la prima volta la maglia azzurra. A Bari fa coppia al centro della retroguardia dei galletti con un altro promettente elemento, Ranocchia, formando un giovane ma solido e affiatato duo difensivo che presto emerge tra i migliori del campionato; seppur all'epoca, è proprio il compagno di reparto ad attirare su di sé le maggiori attenzioni degli addetti ai lavori. Al termine dell'unico suo anno in biancorosso, nel giugno 2010 la comproprietà tra Bari e Genoa è risolta prima di arrivare alle buste: il giocatore è riscattato dai pugliesi con la complicità della Juventus, che ne acquisterà successivamente il cartellino.

Juventus Dalle «bonucciate» all'affermazione (2010-2012) Bonucci (a sinistra) alla Juventus nel 2010, mentre contrasta Rudņevs nella trasferta di UEFA Europa League contro il Lech Poznań

Il 1º luglio 2010 il difensore approda alla Juventus per una valutazione, tra contanti e contropartite, di circa 15,5 milioni di euro. Esordisce in competizioni ufficiali il 29 dello stesso mese, nella gara di andata del terzo turno preliminare di UEFA Europa League, giocata in Irlanda contro lo Shamrock Rovers e vinta 2-0 dai bianconeri; nella stessa competizione, il 19 agosto realizza il suo primo gol in maglia juventina, portando la squadra in vantaggio nella partita di andata dei play-off vinta 2-1 contro gli austriaci dello Sturm Graz. L'esordio in campionato arriva dieci giorni dopo, nella trasferta persa contro la sua ex squadra del Bari (1-0). In bianconero va ad agire ancora come centrale di difesa, formando la coppia titolare assieme a Chiellini, tuttavia nella sua prima stagione a Torino incontra varie difficoltà: da una parte per l'impostazione difensiva adottata dall'allenatore Luigi Delneri, il quale lo inquadra in un rigido 4-4-2 che finisce per svilirne le qualità in fase di costruzione del gioco, e dall'altra per «un misto di supponenza e poca concentrazione» che lo porta a cadere in vari errori tecnici, le cosiddette «bonucciate». Tutto ciò ne fa tra i calciatori più contestati della rosa juventina 2010-11 che chiude il campionato con un deludente settimo posto, fallendo dopo vent'anni la qualificazione alle coppe europee.

Una situazione che si ribalta nella stagione 2011-12, quando alla guida dei piemontesi arriva Antonio Conte. Seppur relegato in panchina durante le prime settimane della nuova gestione tecnica, a favore della coppia Barzagli-Chiellini, sul finire del 2011 Bonucci ritrova la titolarità grazie alla nuova retroguardia a tre elementi studiata da Conte, che lo vede playmaker difensivo con i due succitati compagni di squadra ai lati: è la nascita della cosiddetta «BBC», la linea difensiva alla base dei successi juventini negli anni seguenti. Il 7 aprile 2012 segna un gol nella vittoriosa trasferta al Barbera con il Palermo (2-0), contribuendo al sorpasso in testa alla classifica dei bianconeri ai danni del Milan, culminato il 6 maggio seguente nella conquista dello scudetto, il primo in maglia juventina per Bonucci, arrivato grazie al 2-0 in campo neutro a Trieste sul Cagliari.

Gli anni della «BBC» (2012-2016) Bonucci in maglia bianconera nell'estate 2014, in amichevole a Singapore contro una selezione locale

Artefice in questo periodo di una costante crescita sul piano tecnico e soprattutto mentale, la stagione 2012-13 inizia con la vittoria della Supercoppa di Lega a Pechino, grazie al 4-2 sul Napoli maturato ai supplementari. Il 2 ottobre 2012 Bonucci realizza la sua prima rete in UEFA Champions League, nel match terminato 1-1 contro gli ucraini dello Šachtar. Il 5 maggio 2013, grazie alla vittoria casalinga per 1-0 sul Palermo, vince il secondo scudetto consecutivo. Chiude la stagione da bianconero con più presenze in assoluto (48), alla pari con il collega di reparto Barzagli. Apre la stagione 2013-14 con la conquista, il 18 agosto, della sua seconda Supercoppa di Lega, battendo a Roma per 4-0 la Lazio. Il 3 aprile 2014 va a segno per la prima volta in UEFA Europa League, decidendo la sfida di andata dei quarti di finale sul campo dei francesi dell'Olympique Lione (0-1). Il 4 maggio, a seguito della sconfitta 1-4 della Roma a Catania, senza scendere in campo vince il suo terzo scudetto consecutivo con la Juventus.

Con la squadra torinese passata nell'annata 2014-15 agli ordini di Massimiliano Allegri, il 5 ottobre decide la sfida di cartello con la Roma segnando il gol del definitivo 3-2. Il 7 aprile 2015, in occasione della semifinale di ritorno di Coppa Italia, mette a segno il primo gol in carriera nella manifestazione, chiudendo le marcature nello 0-3 dell'Artemio Franchi ai danni della Fiorentina, risultato che permette alla squadra torinese di raggiungere la finale, rendendo così ininfluente la sconfitta 1-2 della gara di andata. La stagione culmina con il double composto dalla vittoria del quarto scudetto consecutivo in bianconero, arrivato il 2 maggio dopo la vittoria 1-0 sul campo della Sampdoria, assieme alla Coppa Italia, vinta il 20 dello stesso mese con un 2-1 ai supplementari sulla Lazio; il 6 giugno gioca inoltre la sua prima finale di UEFA Champions League, persa 1-3 a Berlino contro gli spagnoli del Barcellona.

Da destra, in divisa nera: Barzagli, Bonucci e Chiellini, ovvero la linea difensiva «BBC» della Juventus pluriscudettata negli anni 2010, qui sul campo del Frosinone nella sfida di Serie A del 7 febbraio 2016

Ormai divenuto tra i leader dello spogliatoio juventino, l'8 agosto apre la nuova annata 2015-16 con la conquista della terza Supercoppa nazionale della carriera, superando per 2-0 la Lazio sul campo di Shanghai; inoltre il 23 settembre, in occasione della sfida casalinga di campionato pareggiata 1-1 con il Frosinone, per la prima volta scende in campo dal 1' con la fascia di capitano della squadra. Il 2 marzo 2016, nonostante la sconfitta 0-3 rimediata a Milano contro l'Inter, ai tiri di rigore realizza il decisivo penalty che porta i bianconeri alla seconda finale consecutiva di Coppa Italia, poi vinta il 21 maggio a Roma contro un Milan superato 1-0 al termine dei supplementari. Il 25 aprile, a coronamento di una rimonta-record, si aggiudica matematicamente il quinto scudetto consecutivo contribuendo così a far bissare al club il double dell'anno precedente.

Il primo addio (2016-2017)

La settima stagione a Torino, seppur globalmente positiva come risultati di squadra, è negativa sotto l'aspetto personale, con Bonucci reo di comportamenti che a lungo andare logorano il rapporto con l'ambiente bianconero: una situazione deflagrata già nel mese di febbraio e poi trascinatasi per il resto dell'annata.

Già sul piano fisico, la stagione non è tra le più fortunate della sua carriera: nel novembre 2016, pochi giorni dopo aver contribuito con un gol al Siviglia alla qualificazione alla fase a eliminazione diretta di UEFA Champions League, subisce infatti un infortunio al bicipite femorale della coscia sinistra durante la sconfitta esterna 3-1 in campionato contro il Genoa, che lo costringe a restare lontano dai campi fino all'inizio del 2017. Una volta ristabilitosi, il 17 febbraio tocca le 300 presenze con la formazione torinese, in occasione della vittoria 4-1 allo Stadium sul Palermo: nella circostanza, tuttavia, un pubblico alterco a bordocampo con Allegri gli costa l'esclusione dalla successiva trasferta di Champions League contro il Porto, prima avvisaglia dell'addìo che si consumerà a fine stagione.

Frattanto il 17 maggio mette in bacheca la Coppa Italia, primo trofeo stagionale nonché terzo consecutivo per la squadra bianconera, dopo la vittoriosa finale di Roma sulla Lazio dov'è peraltro autore del definitivo 2-0; quattro giorni dopo, con il successo 3-0 allo Stadium sul Crotone arriva anche il sesto titolo italiano di fila e settimo personale, che permette al difensore e alla squadra d'inanellare il terzo double nazionale consecutivo, e soprattutto di battere dopo 82 anni il record della Juve del Quinquennio: Bonucci, insieme ai compagni di squadra Barzagli, Buffon, Chiellini, Lichtsteiner e Marchisio, è tra i 6 esacampioni d'Italia di questo ciclo bianconero. Il 3 giugno scende in campo a Cardiff per la sua seconda finale di Champions, persa 1-4 contro il Real Madrid. Rimarrà questa l'ultima partita del suo primo periodo torinese: infatti, nonostante quanto palesato da Bonucci giusto pochi mesi prima circa il voler diventare una «bandiera» del club, il suo rapporto con la Juventus s'interrompe bruscamente nell'estate seguente.

Milan (2017-2018)

Con una trattativa-lampo tra due storiche rivali che sorprende non poco addetti ai lavori e tifosi, il 20 luglio 2017 il giocatore passa al Milan per 42 milioni di euro. Su spinta della nuova proprietà Li appena insediatasi, viene inoltre nominato capitano della squadra, indossando la fascia fin dal suo esordio con la nuova maglia, il 17 agosto seguente a San Siro, nella vittoria contro i macedoni dello Škendija (6-0) valevole per l'andata dei play-off di UEFA Europa League.

Pur a fronte degli altisonanti intenti della vigilia, l'impatto con la realtà milanista si rivela abbastanza tribolato per Bonucci, il quale rimane coinvolto nella crisi di risultati dell'undici di Vincenzo Montella. Sul piano personale si aggiungono incomprensioni tattiche nonché poca serenità dettata da un ambiente rossonero che, se da una parte ripone grandi attese nel suo ingaggio – a posteriori presentato fin troppo avventatamente come capace di «spostare gli equilibri» del campionato –, dall'altra fatica ad accettare una leadership a conti fatti imposta dall'alto e non dallo spogliatoio; ancor più, che «la fascia che fu di Baresi e Maldini» sia finita al braccio di chi, fino a poche settimane prima, era considerato un rivale per antonomasia.

Una maglia milanista indossata da Bonucci nel corso della UEFA Europa League 2017-2018

La situazione migliora parzialmente dopo l'avvicendamento tecnico tra Montella e Gennaro Gattuso, e con l'affinamento dell'intesa tra Bonucci e il compagno di reparto Romagnoli. Il 6 gennaio 2018 il difensore segna il suo primo gol in maglia meneghina, siglando il decisivo 1-0 sul Crotone; il successivo 31 marzo, a Torino, trova anche la rete del momentaneo pareggio nella prima sfida giocata contro la sua ex squadra piemontese, che tuttavia non evita la sconfitta finale per 3-1 dei lombardi. Quella che sarà l'unica stagione in rossonero di Bonucci si chiude in negativo, non riuscendo a fare la differenza in un discontinuo Milan che finisce relegato alla lotta per un piazzamento continentale; anche il cammino in Coppa Italia, dove la squadra raggiunge la finale, termina con una netta sconfitta 0-4, ancora per mano della Juventus.

Ritorno alla Juventus Il tramonto del gruppo storico (2018-2020)

La delusione per l'andamento della stagione milanista, dal punto di vista dei risultati sportivi e della stabilità societaria, nonché il pentimento per una scelta fatta in un «momento di rabbia», portano Bonucci a virare dopo soli dodici mesi verso un clamoroso dietrofront: una volta chiesta la cessione, il 2 agosto 2018 torna alla Juventus per 35 milioni di euro, nell'ambito di uno scambio di cartellini con Caldara. Sedici giorni dopo bagna il suo secondo debutto in maglia bianconera, nella vittoriosa trasferta di campionato contro il Chievo (3-2), propiziando l'autorete del clivense Bani; il 29 settembre torna invece al gol in maglia juventina, fissando sul definitivo 3-1 il vittorioso big match casalingo contro il Napoli.

In avvio di campionato il difensore è costretto ad affrontare i sentimenti contrastanti della tifoseria juventina nei suoi confronti, nettamente spaccata tra favorevoli al suo ritorno, e contrari a perdonargli la rumorosa separazione di appena un anno prima. Tale situazione non influisce tuttavia sul suo rendimento in campo, dove riprende immediatamente un ruolo centrale nelle dinamiche bianconere: presto vinta la concorrenza interna con Benatia, Bonucci torna così a formare un'affiatata coppia con Chiellini al centro della difesa torinese, ritrovando quello smalto che pareva avere smarrito a Milano. All'inizio del 2019, il 16 gennaio conquista la sua quarta Supercoppa italiana, scendendo in campo da titolare nella vittoria 1-0 contro il suo ex Milan. A tale trofeo, al termine dell'annata si aggiunge lo scudetto, arrivato matematicamente già il 20 aprile, a corollario di un campionato giocato a ritmi da record, grazie al successo 2-1 nel match casalingo contro la Fiorentina: è l'ottavo tricolore della carriera per Bonucci, il quale entra così nel gotha dei pluriscudettati, dietro solo all'ex compagno di squadra Buffon, nonché l'ottavo consecutivo per la Juventus.

Rimane tra gli inamovibili anche nella stagione 2019-2020, in cui il nuovo tecnico juventino Maurizio Sarri lo conferma al centro della retroguardia, stavolta a fianco del giovane neoacquisto De Ligt a causa del lungo infortunio che tiene Chiellini lontano dai campi per gran parte dell'annata; un'assenza, quest'ultima, che fa di Bonucci il capitano de facto della squadra per i mesi a seguire. In una stagione segnata dall'arrivo della pandemia di COVID-19 che dilata a dismisura i calendari, il difensore conquista il suo nono scudetto personale nonché nono consecutivo per la società piemontese – quest'ultimo, un primato assoluto nella storia della Serie A –; a corollario, in occasione del vittorioso derby del 4 luglio 2020 contro il Torino (4-1), il viterbese tocca le 400 presenze in maglia bianconera.

Anni di rinnovamento (2020-2022) Da destra: Bonucci, nell'occasione capitano juventino, festeggia con Arthur, il compagno di reparto De Ligt e gli altri bianconeri il gol di Kulusevski allo Zenit San Pietroburgo, nella vittoriosa trasferta di UEFA Champions League del 20 ottobre 2021.

L'annata 2020-2021, trascorsa agli ordini dell'ex compagno di squadra Andrea Pirlo nel frattempo passato in panchina, non è positiva per Bonucci soprattutto nella parte iniziale, con prestazioni non all'altezza, mentre nella seconda si ritrova ulteriormente frenato dopo avere contratto il COVID-19. Tale ruolino è sintomatico delle difficoltà stagionali della Juventus, che dopo nove anni deve abdicare nella difesa dello scudetto; nonostante ciò, nel corso del 2021 il difensore riesce comunque a rimpinguare il proprio palmarès con le affermazioni bianconere in Supercoppa italiana e Coppa Italia.

In avvio dell'annata seguente, con la Juventus nel frattempo tornata in mano a Massimiliano Allegri, il 20 ottobre 2021 Bonucci raggiunge le 100 presenze in campo internazionale con le squadre di club, in occasione della vittoriosa trasferta di UEFA Champions League contro lo Zenit San Pietroburgo. Un mese dopo, il 20 novembre realizza la sua prima doppietta – in entrambe le occasioni su calcio di rigore – in massima serie, nel successo esterno 2-0 sulla Lazio; ripete l'exploit il 1º maggio 2022, stavolta su azione, nel successo casalingo per 2-1 contro il Venezia, che gli permette di eguagliare il compagno di squadra Chiellini come difensore a segno, nel massimo campionato italiano, in più anni solari differenti del XXI secolo (13) oltreché di stabilire un nuovo record personale di reti in una singola stagione.

La stagione da capitano e il secondo addio (2022-2023)

Con l'addio di Chiellini, la stagione 2022-2023 vede Bonucci quale ultimo reduce dei vittoriosi anni della «BBC». Com'era già successo in nazionale, anche a Torino eredita dall'ex compagno di squadra la fascia di capitano, debuttando ufficialmente nel nuovo ruolo il 15 agosto, in avvio di campionato, nella vittoria casalinga 3-0 sul Sassuolo.

Quest'annata si rivela tuttavia molto difficile sia per la Juventus, causa vicende extrasportive che ne minano l'ambiente e i risultati in campo, sia sul piano personale per Bonucci. Ormai vittima d'infortuni sempre più frequenti, è spesso relegato fuori dall'undici titolare di Allegri e, di riflesso, scavalcato dal compagno di reparto Danilo quale capitano de facto e figura di riferimento per compagni e tifosi. Come unica soddisfazione stagionale, in occasione del pareggio interno 1-1 col Siviglia dell'11 maggio 2023 e valevole per la semifinale di andata della UEFA Europa League, quella di tagliare il traguardo delle 500 gare in maglia bianconera.

Tale situazione sfocia nell'estate 2023 in una nuova rottura fra la società e il difensore, la seconda dopo quella di sei anni prima: estromesso dal progetto tecnico, anche per ragioni anagrafiche, viene privato definitivamente della fascia e messo fuori rosa. Lascia la Juventus di lì a poche settimane, dopo 12 stagioni e 502 partite giocate – sesto di sempre nonché terzo assoluto nelle competizioni internazionali –, con un palmarès di 8 Scudetti, 4 Coppe Italia e 5 Supercoppe italiane.

Union Berlino e Fenerbahçe (2023-2024) Bonucci (quarto da destra) con i compagni di squadra del Fenerbahçe, durante l'epilogo ai tiri di rigore del quarto di finale di UEFA Europa Conference League 2023-2024 contro l'Olympiacos.

Stante la frattura ormai irrecuperabile con l'ambiente juventino, il 1º settembre 2023 Bonucci accetta l'offerta dell'Union Berlino e si trasferisce in Germania a titolo definitivo. Debutta in maglia biancorossa il 20 dello stesso mese, scendendo in campo da titolare nella sconfitta esterna 1-0 contro il Real Madrid, che vale anche lo storico esordio della società berlinese in UEFA Champions League; tre giorni dopo fa il suo esordio in Bundesliga, nella gara casalinga persa per 0-2 contro l'Hoffenheim. Il successivo 7 ottobre segna su calcio di rigore quella che rimarrà la sua unica rete per gli Eisernen, tuttavia insufficiente a evitare la sconfitta 4-2 sul campo del Borussia Dortmund. Dopo un avvio promettente, infatti, sul finire dell'anno solare l'Union Berlino incappa in una lunga crisi di risultati che coinvolge lo stesso Bonucci, non esente da prestazioni negative che finiscono per relegarlo sempre più spesso in panchina.

L'esperienza berlinese del difensore si chiude dopo un semestre: una volta risolto anticipatamente il contratto con la società tedesca, e motivato a trovare un maggiore impiego in campo in ottica azzurra, l'11 gennaio 2024 si trasferisce in Turchia, accasandosi a titolo gratuito al Fenerbahçe. Debutta in maglia gialloblù tre giorni dopo, in Süper Lig, subentrando all'infortunato Aziz nella vittoria esterna per 1-0 contro il Gaziantep. Nel prosieguo, tuttavia, neanche l'impatto con la realtà istambulina si rivela fortunato: risulta scarsa la sintonia col tecnico İsmail Kartal, il quale lo impiega marginalmente sia in campionato sia in UEFA Europa Conference League, competizione quest'ultima dove, peraltro, Bonucci si segnala in negativo nella gara di ritorno dei quarti di finale contro l'Olympiacos in cui, mandato in campo sul finire dei tempi supplementari solo in vista dell'epilogo ai tiri di rigore, si vede respingere il proprio tentativo dal portiere ellenico Tzolakīs, fatto che decreta l'eliminazione gialloblù.

Nel maggio del 2024, annuncia il suo ritiro dal calcio giocato al temine della stagione, all'età di 37 anni.

Nazionale

Dagli esordi all'Ital-Juve (2010-2014) Bonucci (a destra), in maglia azzurra, alle prese con lo spagnolo Fàbregas nella finale del campionato d'Europa 2012.

Il 28 febbraio 2010, mentre militava nel Bari, ha ricevuto la prima convocazione in nazionale a opera del commissario tecnico Marcello Lippi, al suo secondo ciclo sulla panchina italiana. Esordisce il successivo 3 marzo, a 22 anni, scendendo in campo da titolare nell'amichevole contro il Camerun (0-0) disputata allo Stade Louis II del Principato di Monaco. Alla sua seconda presenza, il 3 giugno, realizza il suo primo gol in azzurro nella partita amichevole disputata a Bruxelles e persa 1-2 contro il Messico. Inserito nella lista dei 23 convocati al campionato del mondo 2010 in Sudafrica, non viene mai impiegato durante l'intera competizione.

Confermato nel gruppo azzurro dal nuovo CT Cesare Prandelli, dopo l'addio di Cannavaro viene promosso titolare al fianco del compagno di club Chiellini. È convocato per il campionato d'Europa 2012 in Polonia e Ucraina, esordendo a Danzica, il 10 giugno, nella gara con la Spagna (1-1); scende in campo in tutte le 6 partite disputate dall'Italia, sino alla finale del 1º luglio dove la nazionale si ritrova contrapposta ancora alle Furie Rosse, che stavolta vincono con un netto 4-0.

Nel giugno 2013, Bonucci è confermato da Prandelli nella rosa per la Confederations Cup in Brasile. Il 27 dello stesso mese, nella semifinale con la Spagna disputata a Fortaleza, risulta fatale il suo errore ai tiri di rigore che estromette gli azzurri dalla finale; con l'Italia conquista il terzo posto nella manifestazione, arrivato dopo aver superato l'Uruguay nella finale di consolazione, risoltasi anch'essa ai rigori.

Ormai tra i punti fermi (assieme ai colleghi di reparto Buffon, Barzagli e Chiellini, e agli altri compagni di squadra Marchisio e Pirlo) della cosiddetta Ital-Juve dei primi anni 2010, è convocato al campionato del mondo 2014 in Brasile. Qui è tuttavia schierato unicamente nella terza partita del girone, persa 0-1 con l'Uruguay, che determina l'eliminazione della nazionale.

Senatore azzurro (2014-2021) Bonucci (a sinistra) difende la palla dalle mire del portoghese Varela nell'amichevole di Ginevra del 16 giugno 2015.

Sotto la nuova gestione tecnica di Antonio Conte, il 4 settembre 2014, nell'amichevole Italia-Paesi Bassi (2-0), indossa la fascia di capitano dopo l'uscita dal campo di De Rossi; il 18 novembre seguente, nell'amichevole Italia-Albania (1-0) disputata a Genova, per la prima volta scende in campo dal 1' come capitano della nazionale.

Nel maggio 2016 è inserito nella rosa dei 23 convocati per il campionato d'Europa 2016 in Francia: nell'esordio azzurro nella competizione, il 13 giugno, serve l'assist a Giaccherini per la prima rete nel successo 2-0 sul Belgio. Autore di ottime prestazioni nel corso del torneomiglior giocatore nella sfida degli ottavi di finale vinta 2-0 sulla Spagna campione continentale in carica –, ai quarti di finale contro la Germania realizza dal dischetto il gol dell'1-1; tuttavia, nell'epilogo ai tiri di rigore, è tra gli azzurri che non riescono a mettere a segno il proprio tentativo, sancendo l'eliminazione italiana.

Con il CT Gian Piero Ventura viene impiegato in dieci partite delle qualificazioni al campionato del mondo 2018, compreso il doppio confronto del play-off del novembre 2017 contro la Svezia, che elimina clamorosamente l'Italia, a 60 anni dall'unico precedente. Nonostante la traumatica mancata qualificazione al mondiale di Russia, per la quale Bonucci ha sempre dichiarato di non incolpare unicamente Ventura, il difensore mantiene un ruolo centrale nella nazionale anche con il nuovo commissario tecnico Roberto Mancini, debuttando peraltro sotto la sua guida con i gradi di capitano, nell'amichevole del 28 maggio 2018 tra Italia e Arabia Saudita (2-1). Il successivo 7 settembre esordisce con gli azzurri nella prima edizione della UEFA Nations League, nella gara che li vede contrapposti alla Polonia (1-1).

Da destra: Bonucci, nell'occasione capitano azzurro, canta l'inno italiano con Donnarumma, Acerbi e Barella prima della sfida contro la Bulgaria del 28 marzo 2021.

L'8 giugno 2019 va a segno per la prima volta dall'insediamento di Mancini, siglando il definitivo 3-0 alla Grecia, nell'ambito delle qualificazioni al campionato d'Europa 2020. Il successivo 12 ottobre, nella gara di ritorno contro gli ellenici che certifica la qualificazione azzurra alla fase finale, Bonucci entra nella top ten dei più presenti in nazionale, superando l'ex compagno di squadra Del Piero con 92 apparizioni complessive. Ancora a livello statistico il 25 marzo 2021, in occasione della vittoria 2-0 sull'Irlanda del Nord valevole per le qualificazioni al campionato del mondo 2022, il calciatore raggiunge le 100 presenze in nazionale, ottavo italiano di sempre a toccare questo traguardo.

Dalla vittoria dell'europeo alla fascia di capitano (2021-2023)

Convocato nell'estate 2021 per la fase finale dell'europeo itinerante del 2020, nel frattempo posticipato di un anno a causa della pandemia di COVID-19, gioca tutte le 7 partite degli azzurri durante la competizione – divenendo l'italiano più presente nella storia del torneo – e, riproponendosi ad alti livelli nell'ormai collaudata coppia centrale con Chiellini, emerge tra i protagonisti del successo italiano: l'11 luglio segna il gol dell'1-1 nella finale di Wembley contro i padroni di casa dell'Inghilterra – venendo nominato miglior giocatore della partita e diventando, a 34 anni e 71 giorni, il marcatore più anziano in una finale dell'europeo – e trasforma, poi, uno dei tiri di rigore che consegnano agli azzurri il loro secondo titolo continentale. A manifestazione conclusa viene inoltre inserito nell'XI All Star Team dell'edizione.

Bonucci (a destra) e gli azzurri ricevuti nel luglio 2021 ai giardini del Palazzo del Quirinale dal presidente Mattarella dopo il vittorioso campionato d'Europa 2020; in secondo piano, il compagno di reparto Chiellini.

Nell'autunno 2021 viene inserito tra i 23 convocati per la fase finale della seconda edizione della Nations League, ospitata dall'Italia: gli azzurri chiudono la manifestazione al terzo posto, tuttavia la partecipazione di Bonucci alla final four dura lo spazio di un tempo, per via dell'espulsione rimediata in prossimità dell'intervallo nella semifinale di San Siro persa 1-2 contro la Spagna. Convocato per il turno di spareggio delle qualificazioni al mondiale in Qatar, non scende in campo nella sconfitta del 24 marzo 2022 contro la Macedonia del Nord (0-1) che costa all'Italia la seconda eliminazione consecutiva.

Il 1º giugno 2022 a Wembley, in occasione della finalissima della Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA persa 0-3 contro i campioni del Sudamerica dell'Argentina, Bonucci gioca per l'ultima volta insieme al compagno di una carriera, Chiellini, che nell'occasione dà l'addio all'azzurro: proprio a quest'ultimo il difensore viterbese succede quale capitano della nazionale, inizialmente in pectore poiché nell'immediato non viene impiegato nelle prime gare della terza edizione della Nations League, per la decisione di Mancini di sfruttare la competizione come banco di prova per un nuovo gruppo di azzurrabili.

Fa il suo debutto come capitano effettivo il 23 settembre 2022, nella vittoria per 1-0 a Milano contro l'Inghilterra e valevole per la summenzionata Nations League, in cui peraltro serve l'assist per il gol di Raspadori; nell'occasione eguaglia Chiellini e De Rossi per numero di presenze in maglia azzurra, entrando nella top five di sempre. Convocato nel giugno 2023 per la fase finale dell'edizione, ospitata dai Paesi Bassi, scende in campo a Enschede nella sconfitta 1-2 in semifinale contro la Spagna, nella quale viene sostituito all'intervallo; non viene impiegato nella gara seguente contro i padroni di casa, che vale agli azzurri il terzo posto.

In questa fase, il suo rendimento negativo inizia a generare speculazioni circa il possibile addio alla maglia azzurra, fatto che si concretizzerà nei mesi seguenti. Con l'inizio del ciclo di Luciano Spalletti sulla panchina italiana, infatti, Bonucci non viene più convocato, cedendo altresì la fascia di capitano a Ciro Immobile. Una volta rimasto escluso anche dalla rosa per la fase finale del campionato d'Europa 2024, nel maggio dello stesso anno si ritira dal calcio giocato: conclude la sua esperienza azzurra con 121 presenze, che lo issano al quarto posto assoluto.

Statistiche

Presenze e reti nei club

Statistiche aggiornate al 26 maggio 2024.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Bandiera dell'Italia Inter A 1 0 CI 0 0 UCL 0 0 SI - - 1 0
2006-2007 A 0 0 CI 3 0 UCL 0 0 SI - - 3 0
Totale Inter 1 0 3 0 0 0 0 0 4 0
2007-2008 Bandiera dell'Italia Treviso B 27 2 CI 1 0 - - - - - - 28 2
2008-gen. 2009 B 13 2 CI 1 0 - - - - - - 14 2
Totale Treviso 40 4 2 0 - - - - 42 4
gen.-giu. 2009 Bandiera dell'Italia Pisa B 18 1 CI 0 0 - - - - - - 18 1
2009-2010 Bandiera dell'Italia Bari A 38 1 CI 1 0 - - - - - - 39 1
2010-2011 Bandiera dell'Italia Juventus A 34 0 CI 2 0 UEL 8 1 - - - 44 1
2011-2012 A 32 2 CI 5 0 - - - - - - 37 2
2012-2013 A 33 0 CI 4 0 UCL 10 1 SI 1 0 48 1
2013-2014 A 29 2 CI 1 0 UCL+UEL 6+7 0+1 SI 1 0 44 3
2014-2015 A 34 3 CI 4 1 UCL 13 0 SI 1 0 52 4
2015-2016 A 36 3 CI 4 0 UCL 8 0 SI 1 0 49 3
2016-2017 A 29 3 CI 5 1 UCL 11 1 SI 0 0 45 5
2017-2018 Bandiera dell'Italia Milan A 35 2 CI 5 0 UEL 11 0 - - - 51 2
2018-2019 Bandiera dell'Italia Juventus A 29 3 CI 1 0 UCL 10 0 SI 1 0 41 3
2019-2020 A 35 3 CI 4 1 UCL 7 0 SI 1 0 47 4
2020-2021 A 26 2 CI 2 0 UCL 6 0 SI 1 0 35 2
2021-2022 A 24 5 CI 3 0 UCL 7 0 SI 0 0 34 5
2022-2023 A 16 1 CI 1 0 UCL+UEL 6+3 1+0 - - - 26 2
Totale Juventus 357 27 36 3 102 5 7 0 502 35
2023-gen. 2024 Bandiera della Germania Union Berlino BL 7 1 CG 0 0 UCL 3 0 - - - 10 1
gen.-giu. 2024 Bandiera della Turchia Fenerbahçe SL 8 0 TK 3 0 UECL 2 0 ST 0 0 13 0
Totale carriera 505 36 49 3 118 5 7 0 679 44

Cronologia presenze e reti in nazionale

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Italia
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
3-3-2010 Monaco Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera del Camerun Camerun Amichevole - Ammonizione al 88’ 88’
3-6-2010 Bruxelles Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera del Messico Messico Amichevole 1 Ammonizione al 16’ 16’
10-8-2010 Londra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera della Costa d'Avorio Costa d'Avorio Amichevole - Ammonizione al 83’ 83’
3-9-2010 Tallinn Estonia Bandiera dell'Estonia 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2012 1
7-9-2010 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 5 – 0 Bandiera delle Fær Øer Fær Øer Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2012 -
12-10-2010 Genova Italia Bandiera dell'Italia 3 – 0 tav Bandiera della Serbia Serbia Qual. Euro 2012 -
17-11-2010 Klagenfurt am Wörthersee Romania Bandiera della Romania 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole -
9-2-2011 Dortmund Germania Bandiera della Germania 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole -
25-3-2011 Lubiana Slovenia Bandiera della Slovenia 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2012 -
29-3-2011 Kiev Ucraina Bandiera dell'Ucraina 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
10-8-2011 Bari Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Ingresso al 77’ 77’
7-10-2011 Belgrado Serbia Bandiera della Serbia 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2012 -
1-6-2012 Zurigo Italia Bandiera dell'Italia 0 – 3 Bandiera della Russia Russia Amichevole -
10-6-2012 Danzica Spagna Bandiera della Spagna 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2012 - 1º turno - Ammonizione al 66’ 66’
14-6-2012 Poznań Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Croazia Croazia Euro 2012 - 1º turno -
18-6-2012 Poznań Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Euro 2012 - 1º turno - Ingresso al 57’ 57’
24-6-2012 Kiev Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 0 – 0 dts
(2 – 4 dtr)
Bandiera dell'Italia Italia Euro 2012 - Quarti di finale -
28-6-2012 Varsavia Germania Bandiera della Germania 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2012 - Semifinale - Ammonizione al 60’ 60’
1-7-2012 Kiev Spagna Bandiera della Spagna 4 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2012 - Finale -
7-9-2012 Sofia Bulgaria Bandiera della Bulgaria 2 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-9-2012 Modena Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera di Malta Malta Qual. Mondiali 2014 -
12-10-2012 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 14’ 14’
14-11-2012 Parma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera della Francia Francia Amichevole - Ingresso al 47’ 47’
21-3-2013 Ginevra Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera del Brasile Brasile Amichevole -
26-3-2013 Ta' Qali Malta Bandiera di Malta 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
7-6-2013 Praga Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2014 -
11-6-2013 Rio de Janeiro Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera di Haiti Haiti Amichevole -
22-6-2013 Salvador Italia Bandiera dell'Italia 2 – 4 Bandiera del Brasile Brasile Conf. Cup 2013 - 1º turno -
27-6-2013 Fortaleza Spagna Bandiera della Spagna 0 – 0 dts
(7 – 6 dtr)
Bandiera dell'Italia Italia Conf. Cup 2013 - Semifinale -
30-6-2013 Salvador Uruguay Bandiera dell'Uruguay 2 – 2 dts
(2 – 3 dtr)
Bandiera dell'Italia Italia Conf. Cup 2013 - Finale 3º posto - Ingresso al 96’ 96’
6-9-2013 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2014 -
10-9-2013 Torino Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Napoli Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Mondiali 2014 -
15-11-2013 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Germania Germania Amichevole -
31-5-2014 Londra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Amichevole -
4-6-2014 Perugia Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Uscita al 79’ 79’
24-6-2014 Natal Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Mondiali 2014 - 1º turno -
4-9-2014 Bari Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole -
9-9-2014 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2016 1
10-10-2014 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2016 -
13-10-2014 Ta' Qali Malta Bandiera di Malta 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2016 -  73’
18-11-2014 Genova Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Amichevole - Cap. Uscita al 81’ 81’
28-3-2015 Sofia Bulgaria Bandiera della Bulgaria 2 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2016 -
31-3-2015 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Amichevole -
12-6-2015 Spalato Croazia Bandiera della Croazia 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2016 -
16-6-2015 Ginevra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
3-9-2015 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera di Malta Malta Qual. Euro 2016 -
6-9-2015 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Qual. Euro 2016 -
10-10-2015 Baku Azerbaigian Bandiera dell'Azerbaigian 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2016 -
13-10-2015 Roma Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2016 -
13-11-2015 Bruxelles Belgio Bandiera del Belgio 3 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Uscita al 90+2’ 90+2’
17-11-2015 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 2 – 2 Bandiera della Romania Romania Amichevole -
24-3-2016 Udine Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole -
29-3-2016 Monaco di Baviera Germania Bandiera della Germania 4 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Uscita al 64’ 64’
29-5-2016 Ta' Qali Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Scozia Scozia Amichevole -
6-6-2016 Verona Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole -
13-6-2016 Lione Belgio Bandiera del Belgio 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2016 - 1º turno - Ammonizione al 78’ 78’
18-6-2016 Tolosa Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Euro 2016 - 1º turno -
22-6-2016 Lilla Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera dell'Irlanda Irlanda Euro 2016 - 1º turno - Cap.
27-6-2016 Saint-Denis Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Spagna Spagna Euro 2016 - Ottavi di finale -
2-7-2016 Bordeaux Germania Bandiera della Germania 1 – 1 dts
(6 – 5 dtr)
Bandiera dell'Italia Italia Euro 2016 - Quarti di finale 1
5-9-2016 Haifa Israele Bandiera d'Israele 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
6-10-2016 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Spagna Spagna Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 86’ 86’
9-10-2016 Skopje Macedonia Bandiera della Macedonia 2 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
12-11-2016 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 4 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
15-11-2016 Milano Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera della Germania Germania Amichevole -
24-3-2017 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2018 -
28-3-2017 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 1
7-6-2017 Nizza Italia Bandiera dell'Italia 3 – 0 Bandiera dell'Uruguay Uruguay Amichevole -
2-9-2017 Madrid Spagna Bandiera della Spagna 3 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 - Ammonizione al 12’ 12’
6-10-2017 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Macedonia Macedonia Qual. Mondiali 2018 -
9-10-2017 Scutari Albania Bandiera dell'Albania 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
10-11-2017 Solna Svezia Bandiera della Svezia 1 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2018 -
13-11-2017 Milano Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Qual. Mondiali 2018 -
23-3-2018 Manchester Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole -
27-3-2018 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Cap.
28-5-2018 San Gallo Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera dell'Arabia Saudita Arabia Saudita Amichevole - Cap.
1-6-2018 Nizza Francia Bandiera della Francia 3 – 1 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole 1 Cap.
4-6-2018 Torino Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Amichevole - Ingresso al 70’ 70’
7-9-2018 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Polonia Polonia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
10-10-2018 Genova Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dell'Ucraina Ucraina Amichevole -
14-10-2018 Chorzów Polonia Bandiera della Polonia 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno -
17-11-2018 Milano Italia Bandiera dell'Italia 0 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo UEFA Nations League 2018-2019 - 1º turno - Ammonizione al 72’ 72’
20-11-2018 Genk Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera degli Stati Uniti Stati Uniti Amichevole - Cap.
23-3-2019 Udine Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Euro 2020 -
26-3-2019 Parma Italia Bandiera dell'Italia 6 – 0 Bandiera del Liechtenstein Liechtenstein Qual. Euro 2020 - Cap. Uscita al 79’ 79’
8-6-2019 Atene Grecia Bandiera della Grecia 0 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 1
11-6-2019 Torino Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2020 -
5-9-2019 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Cap.
8-9-2019 Tampere Finlandia Bandiera della Finlandia 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Cap.
12-10-2019 Roma Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Qual. Euro 2020 - Cap.
15-10-2019 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 5 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Ingresso al 88’ 88’
15-11-2019 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Euro 2020 - Cap. Ammonizione al 65’ 65’
18-11-2019 Palermo Italia Bandiera dell'Italia 9 – 1 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Euro 2020 - Cap. Uscita al 68’ 68’
4-9-2020 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Cap. Ammonizione al 80’ 80’
7-9-2020 Amsterdam Paesi Bassi Bandiera dei Paesi Bassi 0 – 1 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
11-10-2020 Danzica Polonia Bandiera della Polonia 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno - Cap.
14-10-2020 Bergamo Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi UEFA Nations League 2020-2021 - 1º turno -
25-3-2021 Parma Italia Bandiera dell'Italia 2 – 0 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2022 -
28-3-2021 Sofia Bulgaria Bandiera della Bulgaria 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 - Cap.
4-6-2021 Bologna Italia Bandiera dell'Italia 4 – 0 Bandiera della Rep. Ceca Rep. Ceca Amichevole -
11-6-2021 Roma Turchia Bandiera della Turchia 0 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2020 - 1º turno -
16-6-2021 Roma Italia Bandiera dell'Italia 3 – 0 Bandiera della Svizzera Svizzera Euro 2020 - 1º turno -
20-6-2021 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera del Galles Galles Euro 2020 - 1º turno - Cap. Uscita al 46’ 46’
26-6-2021 Londra Italia Bandiera dell'Italia 2 – 1 dts Bandiera dell'Austria Austria Euro 2020 - Ottavi di finale - Cap.
2-7-2021 Monaco di Baviera Belgio Bandiera del Belgio 1 – 2 Bandiera dell'Italia Italia Euro 2020 - Quarti di finale -
6-7-2021 Londra Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 dts
(4 – 2 dtr)
Bandiera della Spagna Spagna Euro 2020 - Semifinale - Ammonizione al 118’ 118’
11-7-2021 Londra Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 dts
(3 – 2 dtr)
Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra Euro 2020 - Finale 1 Ammonizione al 55’ 55’
2-9-2021 Firenze Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Qual. Mondiali 2022 - Cap.
5-9-2021 Basilea Svizzera Bandiera della Svizzera 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 -
6-10-2021 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 2 Bandiera della Spagna Spagna UEFA Nations League 2020-2021 - Semifinale - Cap.  30’, 42’
12-11-2021 Roma Italia Bandiera dell'Italia 1 – 1 Bandiera della Svizzera Svizzera Qual. Mondiali 2022 - Cap.
15-11-2021 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 0 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Qual. Mondiali 2022 - Cap.
29-3-2022 Konya Turchia Bandiera della Turchia 2 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Ingresso al 89’ 89’
1-6-2022 Londra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 3 Bandiera dell'Argentina Argentina Coppa dei Campioni CONMEBOL-UEFA 2022 - Ammonizione al 39’ 39’
23-9-2022 Milano Italia Bandiera dell'Italia 1 – 0 Bandiera dell'Inghilterra Inghilterra UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Cap. Ammonizione al 48’ 48’
26-9-2022 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 0 – 2 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2022-2023 - 1º turno - Cap.
16-11-2022 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 1 – 3 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Cap. Uscita al 90+1’ 90+1’
20-11-2022 Vienna Austria Bandiera dell'Austria 2 – 0 Bandiera dell'Italia Italia Amichevole - Cap.
15-6-2023 Enschede Spagna Bandiera della Spagna 2 – 1 Bandiera dell'Italia Italia UEFA Nations League 2022-2023 - Semifinale - Cap. Uscita al 46’ 46’
Totale Presenze (4º posto) 121 Reti 8

Palmarès

Club

Competizioni giovanili Inter: 2005-2006 Inter: 2006-2007 Competizioni nazionali Inter: 2005-2006 Juventus: 2011-2012, 2012-2013, 2013-2014, 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2018-2019, 2019-2020 Juventus: 2012, 2013, 2015, 2018, 2020 Juventus: 2014-2015, 2015-2016, 2016-2017, 2020-2021

Nazionale

Europa 2020

Individuale

2013-2014, 2017-2018 Squadra dell'anno: 2015, 2016, 2017, 2020 Miglior calciatore assoluto: 2016 2016 2016 2016-2017 2016-2017 2017, 2021 2017, 2021 2020 2021 2020 Europa 2020 Miglior difensore dell'anno: 2021

Onorificenze

Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere Ordine al merito della Repubblica Italiana «Riconoscimento dei valori sportivi e dello spirito nazionale che hanno animato la vittoria italiana al campionato europeo di calcio UEFA Euro 2020
— Roma, 16 luglio 2021. Di iniziativa del Presidente della Repubblica Italiana.

Opere

Note

  1. ^ a b Che Juve, 3-0 al Sassuolo all'esordio!, su juventus.com, 15 agosto 2022.
  2. ^ Stefano Dolci, Buffon miglior italiano nella Top 100 del Guardian, c'è spazio anche per Totti, Pirlo e Giovinco, su it.eurosport.com, 24 dicembre 2015.
  3. ^ (EN) Mark Doyle, No wonder Guardiola loves him! Bonucci is now the best defender in the world, su goal.com, 16 giugno 2016.
  4. ^ Manchester Utd-Juventus, Mourinho: "Bonucci e Chiellini sono da Harvard", su gazzetta.it, 23 ottobre 2018.
  5. ^ Antonio Torrisi, Chiellini e Bonucci annientano Lukaku, Schweinsteiger: "Sono i migliori difensori del mondo", su goal.com, 3 luglio 2021.
  6. ^ a b c d Primo difensore a essere premiato come migliore calciatore assoluto AIC dall'edizione 2006, cfr. Quanti Bianconeri premiati al Gran Galà del Calcio!, su juventus.com, 30 gennaio 2017.
  7. ^ a b La squadra della stagione di UEFA Europa League, su it.uefa.com, 30 maggio 2014.
  8. ^ a b (EN) UEFA Europa League Squad of the 2017/18 Season, su uefa.com, 17 maggio 2018.
  9. ^ a b La Signora fa incetta di premi al Gran Galà del Calcio, su juventus.com, 14 dicembre 2015.
  10. ^ a b Donato Bulfon, Gran Galà 2017, nella squadra dell'anno c'è Bonucci, su pianetamilan.it, 27 novembre 2017 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2017).
  11. ^ a b Gran Galà del Calcio Aic: la serata di Cristiana e Cristiano!, su juventus.com, 19 marzo 2021.
  12. ^ a b Consuelo Motta, L'Equipe, tre giocatori della Juventus nella top 11 del 2016: Bonucci il più votato, su calcioweb.eu, 3 gennaio 2017.
  13. ^ a b Analisi dettagliata: la Squadra dell'Anno del 2016 di UEFA.com, su it.uefa.com, 5 gennaio 2017.
  14. ^ a b La Squadra della stagione di UEFA Champions League, su it.uefa.com, 5 giugno 2017.
  15. ^ a b Juve, Buffon, Bonucci e Dybala nella Top 11 di World Soccer, su gazzetta.it, 23 giugno 2017.
  16. ^ a b (EN) Buffon, Bonucci and Neymar in World 11, su fifpro.org, 23 ottobre 2017 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2017).
  17. ^ a b (EN) 2020-2021 Men's FIFA FIFPRO World 11 revealed, su fifpro.org, 17 gennaio 2022.
  18. ^ a b Annunciata la Squadra del Torneo di UEFA EURO 2020, su it.uefa.com, 13 luglio 2021.
  19. ^ (FR) Découvrez le classement du Ballon d'Or 2021 de 15 à 11, su lequipe.fr, 29 novembre 2021.
  20. ^ Simona Granieri, Altro matrimonio in casa Juve: Bonucci sposa la sua Martina, su ilpallonaro.com, 19 giugno 2011.
  21. ^ Juve, Leonardo Bonucci papà per la terza volta: è nata Matilda, su sport.sky.it, 5 febbraio 2019.
  22. ^ Marco Gobattoni, Calcio, Riccardo Bonucci racconta Leo: «Giocavo meglio io, ma guai a dirglielo», su ilmessaggero.it, 16 gennaio 2014.
  23. ^ Deferiti 13 club e 45 tesserati, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2012, p. 32.
  24. ^ "Tre anni e sei mesi a Bonucci", su sportmediaset.mediaset.it, 3 agosto 2012.
  25. ^ Andrea Prete, Dieci mesi a Conte, assolti Pepe e Bonucci, su it.eurosport.yahoo.com, 10 agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2013).
  26. ^ Scommesse: Conte, nessuno sconto, su sportmediaset.mediaset.it, 22 agosto 2012.
  27. ^ Francesco Ceniti, Caccia alle combine nei pc sotto sequestro, in La Gazzetta dello Sport, 20 luglio 2013, p. 15.
  28. ^ Marco Mensurati e Giuliano Foschini, Calcioscommesse: pm Cremona chiude indagini. Verso il rinvio a giudizio per 130, su repubblica.it, 9 febbraio 2015.
  29. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q r s Fabio Barcellona, Avanguardia Bonucci, su ultimouomo.com, 21 giugno 2016.
  30. ^ Bonucci e Martinez bianconeri. Spesi 27,5 milioni!, su tuttomercatoweb.com, 1º luglio 2010.
  31. ^ (EN) Jonathan Wilson, Serie A: Pass and press is secret of Juve's success, su betting.betfair.com, 3 gennaio 2013.
  32. ^ a b c d e (EN) Blair Newman, Leonardo Bonucci: the man who handles attacks at Juventus and in Ferrari garages, su theguardian.com, 16 marzo 2016.
  33. ^ a b c d Marco D'Ottavi, Perché Bonucci è uno dei calciatori più odiati d'Italia?, su vice.com, 30 marzo 2016.
  34. ^ Baluardo in difesa e assist-man in partita, Bonucci è implacabile anche nel post-gara: "Lazio? Abbiamo dimostrato di essere più forti", su goal.com, 31 agosto 2013.
  35. ^ Bonucciata, in Treccani.it – Vocabolario Treccani on line, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 28 luglio 2021.
  36. ^ Bonucci, carisma, fedeltà, (bei) gol. Ecco l'uomo-Juve, su gazzetta.it, 24 novembre 2016.
  37. ^ Jacopo Gerna, Siviglia-Juve, Bonucci segna e trascina: chi è meglio di lui?, su gazzetta.it, 23 novembre 2016.
  38. ^ Guardiola dopo Juventus-Bayern Monaco: "Bonucci è uno dei miei giocatori preferiti da sempre", su it.eurosport.com, 25 febbraio 2016.
  39. ^ a b Giuseppe Nigro, Bonucci capocannoniere: "Penalty in azzurro? Pronto a tirarli, ma il rigorista è Jorginho, su gazzetta.it, 20 novembre 2021.
  40. ^ a b Enrico Turcato, Le 5 verità di Lazio-Juventus 0-2: bianconeri solidi, Allegri batte Sarri, Chiesa contropiedista, su eurosport.it, 20 novembre 2021.
  41. ^ Anche noto come «BBBC» includendo il portiere Gianluigi Buffon, cfr. Fabio Balaudo, Juve: con Benatia si punta all'Europa?, su it.uefa.com, 15 luglio 2016.
  42. ^ Paolo Menicucci, Chiellini e Bonucci sul trio BBC made in Italy, su it.uefa.com, 8 giugno 2016.
  43. ^ I due quinquenni, su juventus.com (archiviato dall'url originale il 29 aprile 2016).
  44. ^ (ES) Sergio R. Viñas, Bonucci y Chiellini, un matrimonio de titanio, su elmundo.es, 4 luglio 2021.
  45. ^ a b c Bonucci saluta gli ex compagni della Viterbese: "Dove tutto ebbe inizio", su gazzetta.it, 12 maggio 2017.
  46. ^ a b Matteo Dalla Vite, Inter, ecco chi ti dà Ausilio, in La Gazzetta dello Sport, 11 marzo 2014, p. 14.
  47. ^ Luca Bianchin, Derby: "Scudetto, Balo, serate". Quando Bonucci era interista, su gazzetta.it, 13 ottobre 2017.
  48. ^ L'Inter si consola con la Primavera, su tgcom24.mediaset.it, 5 aprile 2006 (archiviato dall'url originale il 2 febbraio 2017).
  49. ^ Coppa Italia Primavera 2005-06 - La finale, su campionatoprimavera.com.
  50. ^ Cagliari e Inter, gioco e gol. Tutto deciso nel primo tempo, su repubblica.it, 14 maggio 2006.
  51. ^ Luca Pessina, Bonucci: "Ricordo il mio esordio all'Inter. Era...", su fcinternews.it, 10 gennaio 2014.
  52. ^ Fulvio Bianchi, I tre saggi: scudetto all'Inter. Moratti: "Grande soddisfazione", su repubblica.it, 26 luglio 2006.
  53. ^ a b Christian Liotta, Esposito: "Bonucci leader già all'Inter", su tuttomercatoweb.com, 9 luglio 2016.
  54. ^ Alberto Mauro, Primavera, Juve troppo forte, su gazzetta.it, 27 settembre 2006.
  55. ^ Juventus - Inter 5-1 La supercoppa è bianconera!, su matteo-ghione.it.
  56. ^ Francesco Oddi, Campionato Primavera 2006-07 - Finalissima, su campionatoprimavera.com.
  57. ^ Guido Marino, 9 anni fa il 6º titolo della Primavera: c'erano Bonucci e Balotelli, su inter-news.it, 19 maggio 2016.
  58. ^ Fabiana Della Valle, Inter, lo scudetto anche alla Primavera, su gazzetta.it, 19 maggio 2007.
  59. ^ Riccardo Pratesi, Pari Inter, ancora Roma all'orizzonte, su gazzetta.it, 1º febbraio 2007.
  60. ^ Matteo Valente, Bonucci e Barzagli, la coppia di ferro «scoperta» dal trevigiano Pillon, su corrieredelveneto.corriere.it, 1º luglio 2016.
  61. ^ Fabio Costantino, Bonucci lascia il Treviso e va al Pisa, su fcinternews.it, 27 gennaio 2009.
  62. ^ La retrocessione del Pisa frena l'Italia. La Curva: "Non vogliamo la Nazionale", su goal.com, 31 maggio 2009.
  63. ^ Mercato: Thiago Motta all'Inter sino al 2013, su inter.it, 1º luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2021).
  64. ^ Mercato, preso il portiere Padelli, su asbari.it, 2 luglio 2009 (archiviato dall'url originale il 24 maggio 2012).
  65. ^ Si scomodano paragoni illustri per i baby del Bari: "Ranocchia-Bonucci come Baresi-Costacurta", su goal.com, 27 ottobre 2009.
  66. ^ Valerio Clari, Inter, subito uno stop. Il Bari sorprende: 1-1, su gazzetta.it, 23 agosto 2009.
  67. ^ Alessandro Ruta, Il Bari torna a sorridere. Palermo, quante ingenuità, su gazzetta.it, 30 gennaio 2010.
  68. ^ Riccardo Pratesi, Bonucci, scheggia di futuro. Ma l'attacco ancora non va, su gazzetta.it, 4 marzo 2010.
  69. ^ Enzo Tamborra, Il 2009 l'anno d'oro per il Bari, gol, punti e qualità del gioco, su bari.repubblica.it, 27 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2016).
  70. ^ a b c d e f (EN) Sam Lopresti, Leonardo Bonucci's Evolution as a Leader Key for Italy in Euro 2016, su bleacherreport.com, 2 giugno 2016.
  71. ^ Ventura: "Ranocchia era superiore a Bonucci nel mio Bari, poi però..", su spaziointer.it, 24 gennaio 2017.
  72. ^ Gessi Adamoli, Criscito resta al Genoa, Bonucci alla Juventus, su genova.repubblica.it, 24 giugno 2010.
  73. ^ Accordo con l'A.S. Bari per l'acquisto a titolo definitivo del calciatore Leonardo Bonucci (PDF), Juventus Football Club, 1º luglio 2010 (archiviato il 4 marzo 2016).
  74. ^ Shamrock-Juventus 0-2: La Vecchia Signora parte col piede giusto... quello di Amauri, su goal.com, 29 luglio 2010.
  75. ^ Bonucci-Amauri, la Juve soffre e vince 2-1 a Graz, su tuttosport.com, 19 agosto 2010 (archiviato dall'url originale il 26 ottobre 2016).
  76. ^ Riccardo Pratesi, Juve, che brutta partenza! Un grande Bari la castiga, su gazzetta.it, 29 agosto 2010.
  77. ^ Giuseppe Andriani, Bonucci, storia del settimo posto con Delneri e oltre, su sportreview.it, 30 luglio 2015.
  78. ^ Alberto Mauro, Ufficiale, Conte alla Juve. Il tecnico: "Ritorno a casa", su gazzetta.it, 31 maggio 2011.
  79. ^ Riccardo Pratesi, La Juve sfrutta l'occasione, vince 2-0 a Palermo: è prima!, su gazzetta.it, 7 aprile 2012.
  80. ^ Riccardo Pratesi, Vucinic e autogol, delirio Juve Per i bianconeri è il 28° scudetto, su gazzetta.it, 6 maggio 2012.
  81. ^ Riccardo Pratesi, La Supercoppa è della Juve. 4-2 al Napoli dopo 120', su gazzetta.it, 11 agosto 2012.
  82. ^ Bonucci: "L'assenza del tifo ci ha condizionato", su it.eurosport.yahoo.com, 2 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2013).
  83. ^ Riccardo Pratesi, Lucescu spaventa la Juve. E ora il girone si complica, su gazzetta.it, 2 ottobre 2012.
  84. ^ Riccardo Pratesi, Juventus, scudetto bis: 1-0 sul Palermo, su gazzetta.it, 5 maggio 2013.
  85. ^ Statistiche Stagione 2012/13 - Presenze, su myjuve.it (archiviato dall'url originale il 9 marzo 2016).
  86. ^ Maurizio Nicita, Supercoppa, Juventus super: 4-0 alla Lazio con gol di Pogba, Chiellini, Lichtsteiner e Tevez, su gazzetta.it, 18 agosto 2013.
  87. ^ Riccardo Pratesi, Europa League: Lione-Juventus 0-1: risolve Bonucci nel finale, infortunio a Tevez, su gazzetta.it, 3 aprile 2014.
  88. ^ Andrea Pugliese, Catania-Roma 4-1. Doppietta di Izco, gol di Totti, Bergessio e Barrientos. È scudetto Juve, su gazzetta.it, 4 maggio 2014.
  89. ^ Juve, presentato Allegri: "Obiettivo Champions. Pirlo? Nessun problema", su gazzetta.it, 16 luglio 2014.
  90. ^ Jacopo Manfredi, Juventus-Roma 3-2, Bonucci piega i giallorossi, su repubblica.it, 5 ottobre 2014.
  91. ^ Fabiana Della Valle, Fiorentina-Juventus 0-3: Matri, Pereyra e Bonucci portano Allegri in finale, su gazzetta.it, 7 aprile 2015.
  92. ^ Fabiana Della Valle, Juventus-Fiorentina 1-2: Salah ipoteca la finale, non basta Llorente, su gazzetta.it, 5 marzo 2015.
  93. ^ Stefano Cantalupi, Sampdoria-Juventus 0-1: Vidal, è festa scudetto, su gazzetta.it, 2 maggio 2015.
  94. ^ Jacopo Gerna, Juve infinita, vince la 10ª Coppa Italia: Matri piega la Lazio ai supplementari, su gazzetta.it, 20 maggio 2015.
  95. ^ Paolo Menicucci, Tris Barcellona, la Juve deve inchinarsi, su it.uefa.com, 6 giugno 2015.
  96. ^ Stefano Cieri, Juventus-Lazio 2-0: Mandzukic-Dybala, Allegri fa festa con i nuovi, su gazzetta.it, 8 agosto 2015.
  97. ^ Francesco Bramardo, Juventus-Frosinone 1-1: Blanchard nel recupero risponde al gol di Zaza, su gazzetta.it, 23 settembre 2015.
  98. ^ Juve, Bonucci amaro: «Peccato, volevo vincere da capitano», su tuttosport.com, 24 settembre 2015.
  99. ^ Matteo Brega, Inter-Juve 3-0, ma i rigori premiano Allegri: è in finale di Coppa Italia, su gazzetta.it, 2 marzo 2016.
  100. ^ Jacopo Gerna, Milan-Juve 0-1, Morata-gol: Coppa Italia ad Allegri, trionfo ai supplementari, su gazzetta.it, 21 maggio 2016.
  101. ^ Alberto Mauro, Juventus, uno scudetto thrilling: dalla crisi iniziale al record di vittorie, su gazzetta.it, 25 aprile 2016.
  102. ^ Timothy Ormezzano, Juventus campione d'Italia: a Vinovo esplode la festa. Allegri: "Sono ancora più orgoglioso", su repubblica.it, 25 aprile 2016.
  103. ^ Juventus storica: secondo "double" di fila, nessuno vi era mai riuscito, su goal.com, 21 maggio 2016.
  104. ^ a b c Da Oporto a Cardiff, l'addio di Bonucci alla Juventus parte da lontano, su goal.com, 14 luglio 2017.
  105. ^ Jacopo Gerna, Champions, Siviglia-Juve 1-3: gol di Pareja, Marchisio, Bonucci e Mandzukic, su gazzetta.it, 22 novembre 2016.
  106. ^ Aggiornamento sulle condizioni di Bonucci e Dani Alves, su juventus.com, 28 novembre 2016.
  107. ^ Filippo Conticello, Genoa-Juventus 3-1, Simeone doppietta, bianconeri irriconoscibili, su gazzetta.it, 27 novembre 2016.
  108. ^ Fabiana Della Valle, Coppa Italia, Juve-Atalanta 3-2: bianconeri ai quarti, su gazzetta.it, 11 gennaio 2017.
  109. ^ Juventus, Bonucci: "300 volte grazie a chi ha creduto in me", su juvenews.eu, 18 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2017).
  110. ^ Filippo Conticello, Juventus-Palermo 4-1: gol di Marchisio, doppio Dybala, Higuain e Ċočev, su gazzetta.it, 17 febbraio 2017.
  111. ^ Perché stasera la Juventus giocherà senza il suo miglior difensore, su ilpost.it, 22 febbraio 2017.
  112. ^ Marco Fallisi, Coppa Italia, Juve-Lazio 2-0: gol di Dani Alves e Bonucci, storico tris bianconero, su gazzetta.it, 17 maggio 2017.
  113. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Crotone 3-0, bianconeri nella leggenda: gol di Mandzukic, Dybala e Alex Sandro, su gazzetta.it, 21 maggio 2017.
  114. ^ Fabio Balaudo, Dal 2012 al 2017: la Juve e la legge(nda) del 6, su it.uefa.com, 22 maggio 2017.
  115. ^ Mai nessuno come loro, su juventus.com, 21 maggio 2017.
  116. ^ Fabio Balaudo, Real, poker e leggenda: la Juve si inchina, su it.uefa.com, 3 giugno 2017.
  117. ^ Timothy Ormezzano, Juventus, Bonucci blindato: rinnovo fino al 2021, su repubblica.it, 19 dicembre 2016.
  118. ^ #BonucciMilan, social scatenati per l'affare Leo, su sport.sky.it, 14 luglio 2017.
  119. ^ a b Ufficiale: Bonucci è rossonero, su acmilan.com, 20 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2017).
  120. ^ a b Marco D'Ottavi, Psicodramma Bonucci, su ultimouomo.com, 31 ottobre 2017.
  121. ^ Milan, Bonucci in campo a Catania con la fascia da capitano, su gazzetta.it, 9 agosto 2017.
  122. ^ Alessandra Gozzini, Milan-Shkendija 6-0: doppiette di Silva e Montolivo, gol di Borini e Antonelli, su gazzetta.it, 17 agosto 2017.
  123. ^ Marco Pasotto, Milan, parla Bonucci: "Sarò il tuo Pirlo, in quattro anni vinciamo la Champions", su gazzetta.it, 15 luglio 2017.
  124. ^ Milan, analisi di una crisi. E Montella è sotto esame, su sport.sky.it, 29 ottobre 2017.
  125. ^ Cosa succede a Leonardo Bonucci?, su ilpost.it, 23 ottobre 2017.
  126. ^ Matteo Marani, Marani: "Bonucci imposto come leader dall'alto. Alla Juve non andò così. Mertens? Deve pensare alla squadra", su sport.sky.it, 23 ottobre 2017.
  127. ^ Milan, le reazioni a Bonucci capitano: spunta l'hashtag pro Bonaventura, su gazzetta.it, 10 agosto 2017.
  128. ^ Milan e Bonucci, primi veleni: "Problemi con lo spogliatoio", su sport.tiscali.it, 26 settembre 2017.
  129. ^ Alessandra Gozzini, Milan, Bonucci e la fascia restituita. E i disaccordi su allenamenti e riposo, su gazzetta.it, 23 ottobre 2017.
  130. ^ Milan, Bonucci esalta Gattuso: "Mai visto un allenatore come lui. È impressionante", su sport.sky.it, 19 febbraio 2018.
  131. ^ Luca Guazzoni, La chiave del Milan? Una difesa di ferro. Bonucci e Romagnoli le certezze, su ilgiorno.it, 17 febbraio 2018.
  132. ^ Luca Bianchin, Milan-Crotone 1-0: Bonucci decide con il primo gol in rossonero, su gazzetta.it, 6 gennaio 2018.
  133. ^ Jacopo Gerna, Juventus-Milan 3-1: Dybala, Cuadrado e Khedira in gol, non basta Bonucci a Gattuso, su gazzetta.it, 31 marzo 2018.
  134. ^ Luca Bianchin, Milan-Fiorentina 5-1: Gattuso chiude al 6º posto e va ai gironi di Europa League, su gazzetta.it, 20 maggio 2018.
  135. ^ Massimo Mazzitelli, Juventus-Milan 4-0, i bianconeri conquistano la quarta Coppa Italia consecutiva: notte da incubo per Donnarumma, su repubblica.it, 9 maggio 2018.
  136. ^ Luca Bianchin, Juventus, è il Bonucci-day: "Mi mancava casa. Tifosi, accetto i fischi", su gazzetta.it, 10 agosto 2018.
  137. ^ Alessandra Gozzini, Milan, ecco Leonardo: "Avanti con Gattuso. Non faremo un mercato folle", su gazzetta.it, 26 luglio 2018.
  138. ^ Bentornato, Leo!, su juventus.com, 2 agosto 2018.
  139. ^ Mattia Fontana, Bernardeschi al 93' salva il debutto di Cristiano Ronaldo: la Juventus vince 3-2 al Bentegodi, su eurosport.it, 18 agosto 2018.
  140. ^ Luca Bianchin, Juventus-Napoli 3-1: gol di Mertens, Mandzukic (2) e Bonucci, su gazzetta.it, 29 settembre 2018.
  141. ^ Juventus, Bonucci: un tifoso gli dice di "chiedere scusa". E lui: "Non rispondo a parole", su sport.sky.it, 4 agosto 2018.
  142. ^ a b Juve, Bonucci capitano 16 mesi dopo. Ma i tifosi sono divisi, su sportmediaset.mediaset.it, 20 ottobre 2018.
  143. ^ a b Stefano Ronchi, Juventus, Chiellini-Bonucci di nuovo muro bianconero, su sportmediaset.mediaset.it, 20 aprile 2019.
  144. ^ Daniele Minuti, Juventus, Benatia: "Allegri mi aveva rassicurato ma non giocavo più", su foxsports.it, 4 marzo 2019.
  145. ^ Manchester United Juventus, Mourinho: "Bonucci-Chiellini professori ad Harvard", su sport.sky.it, 24 ottobre 2018.
  146. ^ Luca Bianchin, Supercoppa, Juve-Milan 1-0: decide il gol di Cristiano Ronaldo, su gazzetta.it, 16 gennaio 2019.
  147. ^ Filippo Conticello, Serie A, Juve-Fiorentina 2-1: festa bianconera, ottavo scudetto di fila, su gazzetta.it, 20 aprile 2019.
  148. ^ Giocatori che hanno vinto più scudetti: guida Buffon, su sport.sky.it, 20 aprile 2019.
  149. ^ Juve, De Ligt: "La mia svolta dopo l'Atletico. Sarri mi ha messo a dieta? Follia", su sport.sky.it, 8 ottobre 2019.
  150. ^ Juventus-Napoli, Bonucci capitano dopo l'infortunio di Chiellini, su goal.com, 31 agosto 2019.
  151. ^ Bonucci e Chiellini in coro: "Lo Scudetto più difficile ma anche il più bello per la Juve", su eurosport.it, 27 luglio 2020.
  152. ^ Juventus FC , Oggi è la quattrocentesima maglia ⚫️⚪️ in tutte le competizioni per @bonucci_leo19! Nessuno juventino come lui negli ultimi 10 anni (Tweet), su Twitter, X, 4 luglio 2020.
  153. ^ Promosso o bocciato? La prima parte di stagione 2020/21 di Bonucci è negativa, su tribuna.com, 25 dicembre 2020.
  154. ^ Covid 19 | Guarito Leonardo Bonucci, su juventus.com, 12 aprile 2021.
  155. ^ RECAP | Supercoppa e Coppa Italia, i due trofei della stagione, su juventus.com, 8 giugno 2021.
  156. ^ 5 Pills | Zenit - Juventus, su juventus.com, 21 ottobre 2021.
  157. ^ 5 Pills | Juve-Venezia, su juventus.com, 2 maggio 2022.
  158. ^ E ora cosa aspetta la Juventus, dopo questo -10?, su ultimouomo.com, 23 maggio 2023.
  159. ^ Vittorio Rotondaro, Tuttosport - Futuro alla Juventus incerto per Bonucci: l'addio è un'ipotesi possibile, su goal.com, 20 giugno 2023.
  160. ^ Juventus, Danilo racconta: "Ecco come sono diventato capitano", su itasportpress.it, 14 febbraio 2023.
  161. ^ Giovanni Albanese, Out Bonucci, Danilo il nuovo capitano della Juve. Chi sarà il vice?, su gazzetta.it, 14 luglio 2023.
  162. ^ Bonucci, 500 in bianconero, su juventus.com, 11 maggio 2023.
  163. ^ Giovanni Albanese, Quei quattro esuberi "sistemati" in un giorno: Bonucci & co., chi paga la linea dura Juve, su gazzetta.it, 14 luglio 2023.
  164. ^ Romeo Agresti, Juventus, la posizione su Bonucci non cambia: è fuori dal progetto tecnico, su goal.com, 11 agosto 2023.
  165. ^ a b Grazie di tutto, Leo!, su juventus.com, 1º settembre 2023 (archiviato il 1º settembre 2023).
  166. ^ Bonucci in esclusiva: "Umiliato dalla Juve. Due volte via per Allegri. Un giorno l'allenerò", su sportmediaset.mediaset.it, 14 settembre 2023.
  167. ^ (DE) Leonardo Bonucci wird Unioner, su fc-union-berlin.de, 1º settembre 2023 (archiviato il 1º settembre 2023).
  168. ^ Romeo Agresti, Bonucci debutta in Real Madrid-Union: prestazione solida, su goal.com, 20 settembre 2023.
  169. ^ Leonardo Gualano, Esordio complicato per Bonucci in Bundesliga: causa un calcio di rigore, su goal.com, 23 settembre 2023.
  170. ^ Bundesliga: Bonucci e Gosens non bastano, 4-2 Dortmund sull'Union Berlino. Stoccarda in testa, su sportmediaset.mediaset.it, 7 ottobre 2023.
  171. ^ Arturo Calcagni, La parabola di Bonucci: dalla rottura con la Juve alla rivincita che non arriva, su sportmediaset.mediaset.it, 25 ottobre 2023.
  172. ^ (DE) Bonucci wechselt zu Fenerbahçe, su fc-union-berlin.de, 11 gennaio 2024. URL consultato l'11 gennaio 2024.
  173. ^ Dario Saltari, I movimenti di mercato più assurdi della settimana, su ultimouomo.com, 12 gennaio 2024.
  174. ^ Michael Di Chiaro, Bonucci: "Voglio andare a Euro 2024, Juve avvantaggiata per lo Scudetto", su goal.com, 23 gennaio 2024.
  175. ^ (TR) Ailemize hoş geldin Leonardo Bonucci, su fenerbahce.org, 11 gennaio 2024. URL consultato l'11 gennaio 2024.
  176. ^ Bonucci, vittoria all'esordio con il Fenerbahce: "Ringrazio i tifosi", su tuttosport.com, 14 gennaio 2024.
  177. ^ a b Stefano Silvestri, L'annus horribilis di Bonucci: dal litigio con la Juventus al rigore sbagliato, una stagione da dimenticare, su goal.com, 19 aprile 2024.
  178. ^ Francesco Schirru, Bonucci entra per battere i rigori: sbaglia quello decisivo, Fenerbahce eliminato dalla Conference, su goal.com, 18 aprile 2024.
  179. ^ a b (TR) Takımımızdan Leonardo Bonucci'ye veda, su fenerbahce.org, 25 maggio 2024.
  180. ^ Leonardo Bonucci , 19.⁠ ⁠Forever (Tweet), su Twitter, X, 29 maggio 2024.
  181. ^ Amichevole Italia-Camerun. Tre le novità di Lippi: Sirigu, Bonucci e Cossu, su figc.it, 28 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2010).
  182. ^ Riccardo Pratesi, L'Italia sbatte sul Camerun. Tante prove, zero emozioni, su gazzetta.it, 3 marzo 2010.
  183. ^ Maurizio Nicita, Non è ancora un'Italia Mondiale, il Messico ci dà due schiaffi, su gazzetta.it, 3 giugno 2010.
  184. ^ Favola Bonucci, da ripiego a Mondiale, su ansa.it, 1º giugno 2010.
  185. ^ Riccardo Pratesi, Scatta l'era Prandelli. Ecco l'Italia che verrà, su gazzetta.it, 25 giugno 2010.
  186. ^ Riccardo Pratesi, Con Prandelli tutto cambia ma il blocco-Juve è rimasto, su gazzetta.it, 10 agosto 2010.
  187. ^ Consegnata all'UEFA la lista dei 23 giocatori convocati per gli Europei, su figc.it, 29 maggio 2012 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  188. ^ Luca Gelmini, Italia-Spagna: azzurri col cuore, finisce 1-1, su corriere.it, 10 giugno 2012 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2013).
  189. ^ Alvaro Moretti, L'Italia crolla in finale. Spagna campione d'Europa, su tuttosport.com, 1º luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 16 dicembre 2012).
  190. ^ Inviata alla FIFA la lista per la Confederations Cup: c'è anche Barzagli, su figc.it, 3 giugno 2013.
  191. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Spagna-Italia 7-6: i rigori beffano gli azzurri, su gazzetta.it, 27 giugno 2013.
  192. ^ Riccardo Pratesi, Confederations, Italia-Uruguay 5-4 dopo i rigori, Buffon ne para tre, azzurri terzi, su gazzetta.it, 30 giugno 2013.
  193. ^ (EN) Mark Doyle, Juventus have won the Azzurri three World Cups, now ItalJuve set their sights on the Euros, su goal.com, 8 giugno 2012.
  194. ^ Ital-Juve alla Confederation Cup, su juventus.com, 4 giugno 2013 (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2016).
  195. ^ Nazionale, ecco i 23 di Prandelli: niente Brasile per Giuseppe Rossi, su gazzetta.it, 1º giugno 2014.
  196. ^ Stefano Cantalupi, Mondiali addio: Italia-Uruguay 0-1, gol decisivo di Godin, espulso Marchisio, su gazzetta.it, 24 giugno 2014.
  197. ^ Conte è il nuovo c.t. della Nazionale. Tavecchio: "Un condottiero", su gazzetta.it, 14 agosto 2014.
  198. ^ Valerio Clari, Nazionale, Italia-Olanda 2-0. Gol di Immobile e De Rossi su rigore, su gazzetta.it, 4 settembre 2014.
  199. ^ Angelo Proietti, Amichevole Italia-Olanda, fascia di capitano per Leonardo Bonucci, su tusciaweb.eu, 5 settembre 2014.
  200. ^ Stefano Cantalupi, Italia-Albania 1-0, gol di Okaka. Emozione per Acerbi, su gazzetta.it, 18 novembre 2014.
  201. ^ Alessandro De Padova, Italia-Albania, sarà Bonucci il capitano azzurro, su calcioweb.eu, 18 novembre 2014.
  202. ^ Inizia il "Sogno Azzurro": su Rai 1 ufficializzata la lista dei convocati per l'Europeo, su figc.it, 31 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 3 giugno 2016).
  203. ^ Paolo Menicucci, L'Italia parte forte contro il Belgio, su it.uefa.com, 13 giugno 2016.
  204. ^ Lorenzo Vendemiale, Italia-Germania, il pagellone: Bonucci il migliore. Buffon, Chiellini e Parolo da 7, su ilfattoquotidiano.it, 3 luglio 2016.
  205. ^ Tutti i Man of the Match a EURO 2016, su it.uefa.com, 27 giugno 2016.
  206. ^ Stefano Cantalupi, Italia-Spagna 2-0, Chiellini-Pellè, festa azzurra: siamo ai quarti di Euro 2016, su gazzetta.it, 27 giugno 2016.
  207. ^ Mattia Fontana, Euro 2016, Darmian tradisce l'Italia ai rigori: Germania in semifinale grazie a Neuer, su it.eurosport.com, 2 luglio 2016.
  208. ^ Stefano Cantalupi, Italia-Svezia 0-0: Azzurri fuori dal Mondiale, su gazzetta.it, 13 novembre 2017.
  209. ^ Giandomenico Tiseo, Calcio, Leonardo Bonucci: "Trovare un unico colpevole nel ct Ventura è brutto e riduttivo", su oasport.it, 17 novembre 2017.
  210. ^ Nazionale, Mancini: "È un nuovo inizio, l'importante è divertirsi". Bonucci: "Balotelli è maturo", su sport.sky.it, 27 maggio 2018.
  211. ^ Nazionale, parla Bonucci: "Indossare la fascia da capitano è un sogno", su foxsports.it, 27 maggio 2018. URL consultato il 29 giugno 2019 (archiviato dall'url originale il 29 giugno 2019).
  212. ^ Valerio Clari, Italia-Arabia Saudita 2-1: Balotelli e Belotti gol, Mancini debutta col sorriso, su gazzetta.it, 28 maggio 2018.
  213. ^ Nations League, Italia-Polonia 1-1: Jorginho risponde a Zielinski, su gazzetta.it, 7 settembre 2018.
  214. ^ Fabio Licari, Italia travolgente: Barella, Insigne e Bonucci stendono la Grecia in un tempo, su gazzetta.it, 8 giugno 2019.
  215. ^ Davide Stoppini, Italia, 2-0 alla Grecia e record: all'Europeo con 3 turni d'anticipo!, su gazzetta.it, 12 ottobre 2019.
  216. ^ Stefano Salandin, Italia, le pagelle: Bonucci, serata da regista, su tuttosport.com, 13 ottobre 2019.
  217. ^ Bonucci, che traguardo: 100 presenze con la maglia dell'Italia, su goal.com, 25 marzo 2021.
  218. ^ Ufficializzata la lista dei 26 convocati per l'Europeo. Giacomo Raspadori la novità, su figc.it, 2 giugno 2021. URL consultato il 12 luglio 2021.
  219. ^ Bonucci stacca una leggenda azzurra, su sport.sky.it, 11 luglio 2021.
  220. ^ Michael Di Chiaro, Solidità e leadership: Italia campione d'Europa nel segno di Bonucci, su goal.com, 11 luglio 2021.
  221. ^ Enrico Turcato, Euro 2020, le 5 veritá di Italia-Inghilterra: Donnarumma top mondiale, male Southgate, su eurosport.it, 12 luglio 2021.
  222. ^ Tutti i premi Star of the Match di EURO 2020, su it.uefa.com.
  223. ^ (EN) Kevin Chroust, The Data Day No. 22: Your Euro 2020 Italy Was Not Your Father’s Italy, su theanalyst.com, 11 luglio 2021.
  224. ^ Wembley incorona gli Azzurri: l'Italia supera l'Inghilterra ai rigori, siamo Campioni d'Europa!, su figc.it, 12 luglio 2021.
  225. ^ Ufficializzata la lista dei 23 convocati per la fase finale della UEFA Nations League, su figc.it, 30 settembre 2021.
  226. ^ L'Italia riparte nel segno di Barella e Berardi, il 2-1 al Belgio vale il 3º posto nella Nations League, su figc.it, 10 ottobre 2021.
  227. ^ L'Italia si ferma dopo 37 partite senza sconfitte, Ferran Torres regala alla Spagna la finale di Nations League, su figc.it, 6 ottobre 2021.
  228. ^ Inizia il cammino verso i play off. Mancini: “Vogliamo andare al Mondiale per vincerlo”, su figc.it, 21 marzo 2022.
  229. ^ Trajkovski allo scadere punisce l'Italia, gli Azzurri sono fuori dal Mondiale, su figc.it, 24 marzo 2022.
  230. ^ Una 'Finalissima' per salutare l'azzurro. Chiellini: "Lascio senza rimpianti, l'Europeo il ricordo più bello", su figc.it, 30 maggio 2022.
  231. ^ Lelio Donato, Bonucci e Belotti lasciano il ritiro dell'Italia: niente Inghilterra e Germania, su goal.com, 8 giugno 2022.
  232. ^ Un gioiello di Raspadori regala all'Italia il successo sull'Inghilterra, Azzurri in corsa per la Final Four di Nations League, su figc.it, 23 settembre 2022.
  233. ^ Italia, Bonucci sale al quarto posto per presenze in azzurro, su sport.sky.it, 23 settembre 2022.
  234. ^ Ecco l'Italia per la Nations League: Mancini punta sul blocco Inter, convocati Acerbi, Bastoni, Darmian, Dimarco e Barella, su figc.it, 6 giugno 2023.
  235. ^ Italia, Nations League amara: Joselu punisce gli Azzurri, passa la Spagna. Domenica alle 15 la finale per il terzo posto contro i Paesi Bassi, su figc.it, 15 giugno 2023.
  236. ^ La Nations League si chiude con una vittoria: Dimarco, Frattesi e Chiesa decidono il match contro i Paesi Bassi, Azzurri terzi, su figc.it, 18 giugno 2023.
  237. ^ Maurizio De Santis, Bonucci dice addio alla Nazionale? "Faremo tutti delle valutazioni per i prossimi mesi", su fanpage.it, 15 giugno 2023.
  238. ^ Stefano Silvestri, 2021-2024, la rivoluzione di Spalletti: da Bonucci a Immobile, ha demancinizzato l'Italia, su goal.com, 19 marzo 2024.
  239. ^ Stefano Silvestri, Spalletti conferma: "Immobile capitano dell'Italia fino agli Europei", su goal.com, 6 settembre 2023.
  240. ^ Convocati Italia a Euro 2024: lista giocatori, rosa e probabile formazione, su goal.com, 25 maggio 2024.
  241. ^ 4 nei turni preliminari.
  242. ^ Nei turni preliminari.
  243. ^ 2 nei play-off.
  244. ^ Mattarella ha conferito onorificenze motu proprio ai giocatori e allo staff della Nazionale vincitrice del campionato europeo, su quirinale.it, 16 luglio 2021.

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni